31 marzo 2014

UNDER 13 ELITE: LA CAPOLISTA CERNUSCO GIOCA BENE E BATTE COMUNQUE UNA ROBUR VOLENTEROSA

Libertas Cernusco – Robur et Fides Varese 68-60 (23-8; 18-23; 12-11; 15-18)

Cernusco: Luisari 2, Bassi, Tomba, Zanchetta, Rivetti 11, Pavanello 1, Franco 22, Giussani 5, Giulietti, Marconi, Casati 8, Buffo 19. All. Destro
Robur: Campanale 6, Zanasca 2, Natola 6, Torrente 7, Nicolini, Bessi 9, Somaschini 17, Schieppati 6, Trentini 2, Civelli 1, Calcagni 4. All. Schiavi

Arbitro: Rossi Claudio

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri Liberi Cernusco 9/16 Robur 11/26; Tiri da tre Cernusco 5 (Franco 4, Buffo 1); Robur 3 (Somaschini 2, Bessi 1); Falli commessi Cernusco 24, Robur 18.

E’ una Robur a corrente alternata quella che gioca a tratti contro la squadra capolista del girone Elite a livello Under 13. Somaschini e soci subiscono senza batter ciglio nei primi dieci minuti andando sotto nel punteggio e lasciando presagire una gara in salita fin dall’avvio.
La Robur gioca meglio nei secondi dieci minuti e un parziale decisamente interessante li riporta in scia della squadra di casa (41-31 al 20’).
Terzo periodo in sostanziale equilibrio (12-11) con Varese che le prova tutte per rientrare nel punteggio.  Negli ultimi dieci minuti Cernusco guadagna parecchio terreno e arriva fino al massimo vantaggio (+18). La Robur non ci sta e con un finale all’arrembaggio arriva anche sul meno sei palla in mano. 
Manca però troppo poco e la contesa dalla partita la vincono (come all’andata) i Bufali di Cernusco.


DNB: NIENTE DA FARE PER LA COELSANUS, LEGNANO PASSA AL CAMPUS 74 A 51

Coelsanus Robur et Fides Varese- Knights Legnano 51-74 (17-13, 25-35, 42-56)

Coelsanus: Realini 8 (1/4, 1/5), Piccoli 5 (1/3, 1/4), Moalli, Mariani 11 (3/9, 1/2), Vai 6 (0/1, 2/4), Bellotti 7 (0/4, 2/4), Rovera M. 8 (4/6, 0/2), Matteucci 6 (3/5, 0/4), Tonella (0/1), Rovera F. (0/4, 0/2). All. Pagani.

Legnano: Navarini 10 (1/2, 2/4), Cazzaniga 12 (5/7, 0/1), Penserini 6 (2/5), Maiocco 13 (1/4, 3/7), Guidi 5 (1/1, 1/1), Arrigoni (0/4, 0/1), Milani 16 (7/11, 0/2), Di Prenda 1, Borroni ne, Casagrande 11 (3/5). All. Ferrari.

Penultimo incontro casalingo della stagione regolare per la Robur, attendendo la fase orologio, che dopo Orzinuovi e Pordenone ospita un’altra big del campionato, la Europromotion Legnano. Inutile elencare quali possano essere gli avversari più pericolosi per il semplice fatto che gli altomilanesi hanno fatto del gruppo e del gioco di squadra il punto forte che li ha portati ad alternarsi con Montichiari tra primo e secondo posto nel corso dell’anno. Nonostante questo è innegabile che l’assenza del play Tavernelli non è da sminuire, dato il ruolo cardine del classe ’91 nel sistema di gioco di coach Ferrari. Alla lista ormai nota di infortunati in casa Robur si aggiunge quella di Santambrogio che non ha recuperato dal problema che gli ha impedito di giocare a Udine.
L’inizio dei gialloblu è più reattivo del solito: la palla gira bene, gli uomini ruotano continuamente e i cambi difensivi funzionano con i tempi giusti. Mariani viene ripetutamente cercato in post basso, Piccoli arpiona molti rimbalzi in difesa (7 nel primo tempo, 10 alla fine) ed un canestro di Bellotti fissa il 17-13 con il quale si chiude il primo quarto. Una tripla di Maiocco suona la carica per i Knights ad inizio seconda frazione ed è il preludio alla rimonta ospite che sfruttando un momento di appannaggio difensivo varesino punta le proprie carte nell’uno contro uno nel quale è nettamente superiore: Maiocco è una sentenza, Cazzaniga fa valere la sua ventennale esperienza, Milani fa il vuoto (12 punti) e Legnano si ritrova avanti di 10 lunghezze all’intervallo, 35-25. Il riposo purtroppo non rigenera i ragazzi di coach Pagani, anzi.
Alla ripresa dei giochi Legnano ingrana la quinta e trascinata dal solito Milani scava il solco fino al +17 del 25′. Un time-out Robur sembra far ritrovare la bussola ai padroni di casa che grazie ad un dardo di Matteucci e un sottomano di Martino Rovera risale fino a -8, 48-40. E’ purtroppo un fuoco di paglia perchè nei restanti 2 minuti Legnano riprende in mano le redini del match e riporta a 14 i punti di vantaggio al 30′, 56-42.
Come purtroppo spesso è accaduto quest’anno, ci ritroviamo a riassumere l’ultima frazione di gioco facendo scorrere i titoli di coda: il “ciapanò” che ne caratterizza i primi 3′ è interrotto da una poderosa schiacciata di Cazzaniga che dal secondo quarto in poi ha portato a scuola Mariani, Milani oltre al solito ventello aggiunge anche 2 stoppate, Maiocco continua a bombardare dalla lunga distanza e la partita scivola via fino al 74-51 finale in favore degli ospiti. Non c’era molto da aspettarsi in casa Robur, che oltre ad una rosa decimata dall’infermeria doveva affrontare una formazione nettamente superiore, venuta al Campus per continuare la sua corsa al primo posto: così ha fatto, concedendo un solo quarto d’illusione agli uomini di Pagani.

UNDER 15 PROVINCIALE: REFERTO ROSA IN TRASFERTA CONTRO LONATE

Lonate 2000 - Robur et Fides 2000 47-88 (13-21; 9-18; 16-14; 9-35)

Lonate: Cassinerio 3; Tesi 18; Discipio 2; Santanastaso 2 ; Ozsamiis 6; Brusmeri 3; Volantè 0; Paiusco 9; Mkihimihi 0; Bollazzi 0; Lunardi 4

Robur: Carrara 10; Lombardini 15; Barbiero 10; Dosi 0; Conti 6; Paparatto 0; Daverio 12; Caarluccio 4; Ivanaj 15; Lozza 9; Ercoli 6

La Domenica mattina, risulta essere poco digeribile ai ragazzi di Diamante, ancora una volta hanno fatto fatica a trovare il ritmo partita.
I padroni di casa ovvero i ragazzi di Lonate, si presentavano aggueriti davanti ai Roburini; Tesi guidava i suoi siglando i primi 6 punti , mentre Barbiero e compagni facevano fatica a trovare fluidità offensiva e ad avere una difesa meno penetrabile, cambiato tutto il quintetto, dopo 4 minuti dall'inizio, per dare un messaggio secco , le risposte positive da parte degli ospiti faticavano ad arrivare .
Nel secondo quarto tutto è proseguito come nella frazione precedente, e addirittura nel terzo quarto gli ospiti sono apparsi troppo permissivi, l'unico che faceva intravedere qualcosa di positivo era Lombardini , che ha mostrato a tutti i compagni ciò che bisognasse fare in campo.
Il quarto periodo inizia con un parziale di 16-2 a favore dei Roburini, che manterranno alta l'attenzione difensiva e la determinizione in attacco che gli ha permesso di vincere il quarto 35-9 .

Prossima gara Sabato 5-4 h19:00 a Busto Arsizio .

28 marzo 2014

UNDER 15 ECCELLENZA: INTERVISTA AL COACH GIOVANNI TODISCO

Fari puntati questa settimana sul gruppo UNDER 15 Eccellenza targata Robur, che si è conquistata il diritto di disputare il prossimo 14 maggio lo spareggio secco per accedere alla fase interzona. 

Chiediamo a Coach Giovanni Todisco com’è stato il cammino della stagione regolare: ‘’ Si è trattato di un campionato davvero avvincente, con tre squadre di livello superiore quali Bluorobica Bergamo, Aurora Desio ed Armani Jeans Milano che, sin dall’inizio, hanno fatto l’andatura. 
Il nostro quarto posto finale è frutto di una regolarità e di un lavoro che si protrae da oramai tre anni. Sapevamo che avremmo potuto lottare per un posto al sole, ma il risultato è frutto di sacrifici e di un duro lavoro in palestra.’’

Come giudica il livello tecnico di questo campionato?

‘’Il livello è mediamente elevato, la Lombardia esprime da sempre una qualità che la pone al top anche se ultimamente molte altre regioni stanno crescendo in modo esponenziale. Sicuramente le squadre classificatesi nei primi tre posti hanno dimostrato di possedere qualcosa in più delle altre, anche se noi siamo riusciti a giocarci tutte le partite ed a vincere in casa contro l’Armani di due punti all’ultimo secondo. Si è trattato davvero di una grossa soddisfazione’’.

Quante possibilità avete di andare avanti nel torneo?

‘’In questo momento è difficile dirlo, dipende da come ci presenteremo all’appuntamento del 14 maggio dal punto di vista fisico, tecnico e soprattutto mentale. Nel frattempo ci giochiamo la seconda fase , un girone Gold destinato alle squadre classificatesi dal primo al quinto posto, che servirà come preparazione alla fase successiva. Proprio nel corso di questa settimana abbiamo battuto la Pall. Cantù per 66-56 in un incontro davvero intenso e dall’esito incerto, risolto con un parziale di 9-1 negli ultimi 2’.

Come procede la crescita individuale dei giocatori?

‘’Devo dire che sono molto contento del lavoro che tutti i ragazzi svolgono in palestra. In effetti i risultati di squadra sono determinati proprio dai miglioramenti che i singoli giocatori hanno compiuto nel tempo. C’è da dire, inoltre, che i margini di crescita sono ancora elevati per molti di essi. Non dimentichiamoci che hanno ‘’solo’’ 15 anni e non sappiamo ancora cosa saranno in grado di esprimere nel tempo. La speranza, così come successo negli anni scorsi con elementi di annate precedenti, è quella di vedere tra qualche anno alcuni elementi di questo gruppo vestire la maglia della nostra prima squadra!!!”

Matteo Gallo

UNDER 13 PROVINCIALE: SCIVOLONE CASALINGO CONTRO ANGERA

Robur et Fides Varese - Basket Friend's Angera 52-83 (8-21  18-16  16-24  10-21)

Robur: Lo Nero 6, De Molli 8, Bonaria, Marini 2, Zanelli 9, Giampaolo, Erbetta 1, Fantoni, Bizzozzero, Villa 5, Visco 1, Dal Ben 20. Coach Montagnoli

Angera: Colonna 6, Parente, Franzetti 4, Brovelli A. 10, Fortaner 5, Garagiola 29, Sterchele 4, Brovelli D., Monteggia 5, Dao 11, Acconito 5, Maitrier 4. Coach Montagnini

Una Robur poco attenta in difesa subisce subito un parziale di 8-21 che non dà molto scampo, sicuramente l'uscita di Dal Ben (subito due falli), comunque miglior terminale offensivo di Varese con anche la sua difesa su uno scatenato Garagiola da 29 punti, di cui 17 nella prima frazione(quasi da voto 10 sul pagellone) certo non aiutano la squadra di casa a restare in corsa. La successiva fisicità di Angera al servizio di coach Montagnini, rendono poi nel corso della gara, con le dovute rotazioni di Varese, ancor più ampio il margine tra le due squadre.
Come sempre bisogna guardare positivo, dato che i piccoli roburini hanno ancora un po' di margine di crescita mentre alcuni degli avversari erano già più formati fisicamente e nonostante ciò, spesso chiusi dentro l'area. Prossimo impegno sabato 29 marzo alle ore 15 con la terza squadra del girone, Marnate.

UNDER 15 PROVINCIALE: DOPPIO APPUNTAMENTO, UNA SCONFITTA ED UNA VITTORIA PER I ROBURINI

Pall. Valceresio - Robur et Fides Varese 74-70 (26-17,  39-31;  62-49)

VALCERESIO: Marcantoni, Brignoli 3, Giglio 6, Orlandi 7, Rega 2, Giaretta, Ricca 2, Brusa, Sassi 22, Daolio 26, Vitellaro 4, Bezzecchi 2. Coach Acerenza

ROBUR ET FIDES: Filippi 13, Visco 9, Bordone, Biolghini 13, Cantoreggi 14, Maresca, Pappalettera, Guadagna 11, Macrina 4, Cagnone 4, Ceriani, Fanchini 5. Coach Montagnoli


Robur et Fides Varese - Basket Gallarate 75-64 (17-10,  32-31;  52-48)

ROBUR ET FIDES: Filippi 8, Visco 2, Bordone 5, Biolghini 21, Cantoreggi 12, Maresca, Pappalettera, Guadagna 6, Macrina 13, Cagnone 8, Ceriani, Fanchini. Coach Montagnoli

GALLARATE: Aldasio 21, Arsolini 2, Filipponi 4, Cariotti 4, Gallivanone, Zaccardi 12, Bergamaschi 4, Ferrario, Galli 4, Brivio 4, Morazzoni 9, Derosa. Coach Larghi

La sconfitta casalinga d’un punto contro Sesto Calende ha illuso - un paio di settimane fa - i roburini, subito messi in riga dal frizzante team valceresino che, nonostante schieri atleti dell’annata 2000, han disposto degli ospiti a proprio piacimento. A minare la reazione della squadra di coach Andrea Montagnoli, deluso dalle eccessive proteste in campo e fuori, è stato proprio il nervosismo che ha favorito individualismi a discapito del gioco di squadra. La Robur et Fides è sempre stata sotto nel punteggio, sbagliando l’impossibile da sotto canestro ed ai tiri liberi e, a parte un’effimera reazione nel secondo quarto concluso 13-14, solo alla fine ha reagito, mettendo in difficoltà i padroni di casa. I due punti gettati alle ortiche in malo modo potrebbero costare caro al sogno di qualificarsi per i playoff provinciali. E la dimostrazione che l’atteggiamento di squadra non è all’altezza della situazione, la settimana successiva i roburini hanno faticato per avere ragione di Gallarate. Dopo un buon 17-10 nell’avvio di partita, Cagnone & Co. si sono bloccati al cospetto di rotazioni che coach Montagnoli ritiene indispensabili per far progredire l’alchimia di squadra. E anche in questo caso la partita, che pareva essere messa in ghiaccio, è tornata apertissima sino alle battute finali, quando i roburini, sospinti da un paio di canestri di Biolghini e da una tripla folle di Cantoreggi, hanno scavato il divario che Aldasio (strepitoso dall’arco), Zaccardi e un ottimo Morazzoni non sono più riusciti a colmare. Sabato 29 marzo, a Saronno, la Robur et Fides è attesa dalla capolista: sulla carta il pronostico è chiuso, guardando alle ultime due partite ancora di più. Solo la voglia di giocare di squadra, scegliendo soluzioni ragionate e difendendo ogni pallone come se fosse l’ultimo e decisivo, potrà aiutare i roburini a respingere l’assalto di una delle migliori formazioni della provincia.


27 marzo 2014

UNDER 15 D'ECCELLENZA: LA ROBUR BATTE CANTU' E CONSOLIDA IL QUARTO POSTO

Robur et Fides Varese - Pall. Cantù 66-56 (12-16; 21-25; 42-43)

Robur: Fiamberti 6, Turolla 2, Paloschi 6, Masotti 4, Aspesi, Bellotti, Mottini 16, Bonnel, Borsani 2, Corti, Cadario 30, Colasuonno. All. Todisco - Diamante

Cantù: Rovelli, Livolsi, Ottoboni 4, Ronchetti 4, Molteni 19, Ruzzon, Tessaro 10, Ballabio 4, Tremolada 4, Borsani 6, Nasini 5, Chinellato 4. All. Gerosa - Frigerio

La Robur inizia col botto la seconda fase del campionato Under 15 d'Eccellenza. Dopo aver conquistato la quarta piazza al termine di un campionato davvero avvincente, riesce a battere tra le mura amiche una Pall. Cantù giunta Varese col piglio della grande squadra, avendo inanellato nell'ultimo mese solo vittorie, tra cui quelle roboanti contro Desio in casa e contro l'Armani Jeans addirittura a Milano. La partita vede, tra l'altro, partire i roburini a rilento (0-10 dopo 4') a causa di una tensione davvero eccessiva. Ma, attraverso una serie di cambi ed un pronto timeout, Cadario e soci si sono ben presto rimessi in carreggiata, recuperando fino al 12-16 della prima sirena. 

Nel secondo e nel terzo quarto i canturini di coach Gerosa hanno comunque mantenuto il pallino del gioco, ma ogni tentativo di fuga veniva bloccato sul nascere dai grintosi ragazzi di coach Todisco. L'impatto ancora una volta di un positivo Paloschi (davvero tanta l'energia profusa sul parquet) e di un chirurgico Cadario (30 punti con 4/7 nel tiro pesante, 4/5 ai tiri liberi e 10 rimbalzi) rendevano la vita agli ospiti davvero difficile. 

E dopo il 43-42 esterno del 30', i roburini operavano il sorpasso ad inizio ultimo quarto con un perentorio 5-0 e non si facevano più riprendere fino alla fine, con capitan Masotti e Fiamberti sugli scudi. I generosi canturini restavano attaccati nel punteggio fino al 55-57 del 38', ma la lucidità dei padroni di casa nei possessi decisivi faceva la differenza. L'imperioso allungo (9-1 negli ultimi 2') fissava il punteggio sul 66-56.

Questa vittoria permette ai giovani biancoblù di consolidare il quarto posto proprio a discapito dei canturini. Le prossime tre partite, tutte in trasferta a Milano, Bergamo e Desio, serviranno da preparazione allo spareggio che la Robur dovrà affrontare in campo neutro per l'ammissione alla fase interzona il 14 maggio.


Prossimo turno: venerdì 4 aprile a Milano, nella palestra secondaria del Palalido, contro l'Armani Jeans, alle ore 20,00.




UNDER 15 PROVINCIALE: PESANTE FINALE CONTRO LA FORTE FORMAZIONE DI SESTO CALENDE

Sesto Calende 99 - Roburt et Fides 2000 82-29 (22-7; 24-6; 13-3; 23-13)

Sesto: Chiarello 4; Tamborini 8; Corsello 13; Orizio 11; Bochicchio 4; Moretto 5; Marra 14; Tortuny 0; Maffetti 0; Tettamanti 0; Pruti 23

Robur: Carrara 7; Piotti 2; Barbiero 4 ; Lombardini 2; Dosi 0; Corti 0; Bonvini 0; Carluccio 0; Daverio 4; Ivanaj 3; Ercoli 4 ; Lozza 3

Lunedì 24 Marzo a Sesto Calende il gruppo 2000 di Coach Diamante ha affrontato il primo back to back stagionale, ovvero affrontare 2 partite a 24 h di distanza .
Se domenica vs il gruppo 2000, sempre di Sesto Calende, Lombardini e soci hanno avuto vita facile, non possiamo dire la stessa cosa per la partita di Lunedì contro il gruppo 99 .

La partita mette in evidenza dai primi palloni, la maggior fisicità, freschezza e lucidità dei padroni di casa , che di fronte si sono trovati una Robur affaticata e spenta, l'unica nota positiva è il graduale rientro di Daverio che ha ben figurato nei 10 minuti d'impiego.

Prossima partita Campionato u15, Mercoledì 2-4 alle h19 presso il Campus di Varese vs Gallarate.

UNDER 19 ELITE: VITTORIA DI CARATTERE SUL CAMPO DI SARONNO

ROBUR SARONNO - ROBUR ET FIDES VARESE 60-85 (16-27; 35-47; 46-70)

SARONNO : Proserpio 4, Gorla 18, Pari 4, Borroni 3, Castelli, Moukoko 2, Calderone 2, Basilico 2, Bonetti 8, Perego 6, Locarno, Lattuada 11. All. Alessandro Leva

VARESE: Pavan 11 (4/8, 1/3, in 25'), Brega 5 (2/5, 1/1 tl, in 21'), Corsaro 4 (2/3, 0/1, in 15'), Bernasconi 17 (1/2, 4/5, 3/4 tl, in 24'), Cattalani A. 4 (1/2, 0/2, 2/4 tl, in 16’), Ermolli 4 (1/3, 2/2 tl, in 17'), Bardelli (0/1, in 11'), Grieco 7 (2/2, 1/2, in 22'), Gualco 10 (4/6, 0/3, 2/4 tl, in 18'), Broggini 14 (6/9, 2/5 tl, in 15'), Assui 9 (2/3, 5/6 tl, in 16'). All. Marco Cattalani.

Parziali dei quarti: 16-27, 19-20, 11-23, 14-15.

Statistiche Varese: Da due 25/44 (57%); Da tre 6/16 (38%); Tiri liberi 17/26 (65%); Rimbalzi difensivi 41 (Bernasconi e Ermolli 7, Grieco 6), offensivi 10 (Ermolli 3); Palle perse 29 (Bernasconi, Broggini e Assui 5), recuperate 15 (Broggini 5); Assist 17 (Brega 6); Falli fatti 12, subiti 19 (Assui 5, Broggini 4); Stoppate date 1, subite 2; Schiacciate 1 (Broggini).


26 marzo 2014

UNDER 14 PROVINCIALE: LA ROBUR DEL 2001 ALLA CONQUISTA DI TRADATE

Sportlandia Tradate - Robur et Fides Varese 43-60 (4-10; 13-11; 15-17; 11-22)

Tradate: Zuanon, Premazzi 2, Stellini, Mamiscalchi 9, Catelli 11, Vanero 4, Oddone, Castiglioni, Codato 6, Beemarry 8, Mora 5. All. Lombardia

Robur: Zanasca 4, Valli, Torrente 16, Somaschini 15, Sartori, Schieppati 3, Trentini 9, Civelli 8, Calcagni 3, Dal Ben 2. All. Schiavi

Arbitro: Mainetti Francesco

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri liberi Tradate 6/17, Robur 9/17; Tiri da tre Tradate 1 (Catelli), Robur 2 (Somaschini 1, Trentini 1); Falli commessi Tradate 20, Robur 17.

Prossimo turno: martedì 2 aprile ore 18.30 a Ferno, si gioca con la Pall. Fernese

Vittoria in trasferta per il gruppo del 2001 della Robur che nel campionato dei più grandi Under 14 batte con un ultimo periodo di buona fattura la resistenza dei padroni di casa della Sportlandia.

Varese parte bene in difesa (solo 4 punti subiti nei primi 10 minuti) ma non riesce a concretizzare gli ottimi spunti in fase difensiva sbagliando molto nell'altra metà campo. Tradate nel secondo e nel terzo periodo gioca meglio e la gara diventa equilibrata oltre che intensa.

Negli ultimi dieci minuti però Torrente (finalmente incisivo), Somaschini e un redivivo Trentini spianano la strada per la conquista del referto rosa con belle e convincenti giocate.



24 marzo 2014

DNB: LA ROBUR ET FIDES NON ESCE DAL TUNNEL, SCONFITTA A UDINE

Pall. Udine – Coelsanus Varese 67-57 (12-8, 34-23, 53-42)

Udine: Dri 13 (3/7, 1/3), Piazza 8 (2/4, 0/1), Truccolo 5 (1/1, 1/5), Gueye 11 (2/3, 2/7), Bellina 10 (3/5, 1/4), Munini 11 (1/2, 3/4), De la Cruz 2 (1/2, 0/1), Principe 6 (3/5), Ughi ne, Bianchini 2 (1/1). All. Corpaci.

Coelsanus: Realini 6 (2/6, 0/2), Lenotti (0/1), Mariani 6 (0/3, 2/2), Rovera M. 6 (3/6, 0/1), Matteucci 7 (0/2, 2/2), Piccoli 7 (1/2, 1/1), Rovera F. 6 (3/7, 0/4), Vai 11 (0/1, 3/5), Moalli 4 (2/2, 0/1), Bellotti 5 (2/4). All. Pagani.

Si presenta con un’altra tegola la Robur in quel Udine dato che l’infermeria sembra proprio non volersi svuotare: i gialloblu sono senza Santambrogio rimasto a Varese per un piccolo problema al retto femorale. Non si vede certo un bel basket in avvio di partita con la Coelsanus che conduce 5-6 al 5′ grazie a un arresto e tiro di Bellotti dalla lunetta. Paga dazio sui primi cambi la Coelsanus che rivede si in campo Lenotti, con il polso ancora fasciato, e Udine sfrutta un buon Munini per chiudere sul 12-8 i primi 10′. Coelsanus che inizia bene il secondo quarto: bomba di vai e penetrazione di Filippo Rovera per il 16-13 e si rivede in campo anche Matteucci. Gueye e Munini colpiscono dall’arco, ma Vai replica ad entrambe le triple tenendo in scia i gialloblu: 23-19 al 13′. Al minuto 16 arrivano i primi punti di Matteucci: tripla e Robur che risale a -4. Udine alza l’intensità in difesa e trova spunti interessanti da Dri in attacco utilizzato come play: 31-22 al 19′ grazie a un suo arresto e tiro. In avvio di terzo quarto la Coelsanus scivola a -13, ma cercando con continuità Martino Rovera e Mariani – tripla – la Robur torna a -8: 38-30 al 23′. La Coelsanus rischia più volte di deragliare, ma l’energia di un quintetto con tre esterni giovanissimi – Piccoli, Moalli, vai – tiene in ritmo i gialloblu tanto che la tripla di Munini al 30′ che fissa il punteggio sul 53-42 sa quasi di beffa. Ad inizio quarto periodo nessuna delle due squadre trova la via del canestro, ma è il motore gialloblu che fa più fatica a trovare punti su azione: in 5′ solo una tripla di Matteucci mentre Munini realizza ancora una volta un canestro dal peso specifico elevatissimo: bomba e 61-49 al 36′. La Coelsanus sfrutta al meglio un tecnico affibbiato a Udine realizzando 4 punti coi liberi di Matteucci e Realini, ma Udine non perde il controllo e riesce ad amministrare la gara fino al 40′. Per la Robur rimane una discreta prova corale pur considerando i 20 pesantissimi palloni regalati agli avversari, coi giovanissimi che han tenuto molto bene il campo e la riattivazione dei lungodegenti Matteucci e Lenotti.

SERIE D: LA ELMEC VINCE ANCORA E SI ALLONTANA SEMPRE DI PIU' DALLA ZONA CALDA

OLIVARI CASALBASKET - ELMEC CAMPUS VARESE 71-83 (26-24; 50-47; 66-64)

OLIVARI: Boselli 3, Merli 3, Gianbelli, Ricciardi 8, Sabbia 11, Passanisi 11, Dragoni 11, Galli, Zanazzi 4, Ussi, Belloni 14, Gallo 6. All. Paolo Peraro

VARESE: Vai 11 (0/1, 3/7, 2/2 tl, in 14’), Innocenti 5 (1/3, 1/1, in 27'), Brega (in 10'), Corsaro 9 (2/4, 1/2, 2/2 tl, in 17'), Bernasconi 7 (1/3, 0/2, 5/6 tl, in 19'), Cattalani 10 (1/2, 2/3, 2/2 tl, in 18'), Ermolli (in 6’), Tonella 13 (6/13, 1/4 tl, in 26'), Gualco 17 (5/8, 2/3, 1/2 tl, in 31'), ), Broggini (0/2, in 3'), Assui 6 (2/6, 2/2 tl, in 13'), Zattra 5 (2/3, 1/3 tl, in 16’). All. Marco Cattalani.

Parziali dei quarti: 26-24, 24-23, 16-17, 5-19

Statistiche Varese: Da due 20/45 (44%); Da tre 8/19 (50%); Tiri liberi 16/23 (70%); Rimbalzi difensivi 34 (Innocenti 7, Gualco 6), offensivi 8 (Innocenti 4); Palle perse 25 (Gualco e Tonella 4), recuperate 12 (Tonella 4); Assist 12 (Cattalani 4); Falli fatti 21, subiti 23 (Bernasconi e Tonella 4); Stoppate date 4 (Gualco 2), subite 1; Schiacciate 1 (Gualco).

CLASSIFICA SERIE D GIRONE D

UNDER 14 PROVINCIALE: UNA VITTORIA E UNA SCONFITTA PER I RAGAZZI DI COACH DIAMANTE

Robur et Fides 2000 vs Sesto Calende 2000 88-56 ( 21-9; 27-10; 23-18; 17-19 )

Robur: Carrara 6; Piotti 2; Barbiero 11; Lombardini 23 ; Dosi 2; Corti 2; Bonvini 4; Bellotti 4; Carluccio 4; Ivanaj 19; Lozza 11

Sesto: Di Amato 2; Citton 0; Oliva 8; Mainini 2; Negroni 0; Crenna 0; Dominici 0; Cela 0; Militella 7; Brunelli 31; Manenti 6

Ritorna il sorriso al gruppo u14 che con una buona vittoria cerca di mettersi alle spalle questo mese difficile, dove nelle ultime 6 partite sono arrivate 5 sconfitte ( 2 nel camp u14 e 3 nel camp u15).
Partita giocata con leggerezza e felicità ma allo stesso tempo con aggressività e determinazione, che hanno permesso di giocare con molta fluidità in attacco e con compattezza in difesa.
Offensivamente la buona prova al tiro , fa ben sperare per le prossime sfide:  addirittura 7 le triple messe a segno di cui 4 con altrettanti tiri segnate da Lombardini (23p.)  vince la sfida con Lozza (11p.)  che deve accontentarsi di un buon 2 su 3 ( Barbiero sigla la settima bomba) .
Difensivamente si inizia a intravedere il lavoro di una stagione svolto in palestra , così come l'attacco anche la difesa non può prescindere dalla collaborazione e partecipazione da parte di tutti e 5 i giocatori in campo e, ciò ha permesso di recuperare svariati palloni.

Robur et Fides 2000 vs Robur Saronno '99 56-93 (15-30; 14-23; 6-19; 21-21)

Robur: Andrini 8; Bellotti 23; Lombardini 3; Ivanaj 10; Bonvini 2; Carrara 2; Babiero 6; Paparatto 2; Dosi 0; Lozza 0; Cortese 0; Carluccio 0.

Saronno: Colombo 6; Ciuffarella 4; Dhaoui 2; Caccavale 2; Santambrogio 7; Pasinato 16; Palcandi 4; Carlino 4; Pietra 12; Barbieri 6; Manzoni 12; Mauri 18

Mercoledì è andato in scena il Derby tra Robur, Lombardini e soci ospitavano l'u15 di Saronno, accreditata finalista del campionato; la partita ha visto trionfare gli ospiti con un eloquente 93-56.
Ma ciò non ha escluso delle positive trame da gioco dei piccoli padroni di casa, che per i primi 7 minuti hanno tenuto botta a forti Saronnesi , che sfruttavano benissimo la loro superiorità fisica e la capacità di muoversi negli spazi, nei successivi minuti qualche amnesia difensiva ha permesso agli ospiti di prendere il largo.
Dopo terzo quarto anonimo, nell'ultima frazione i padroni di casa hanno espresso un bel gioco corale sia in difesa ma soprattutto in attacco , come testimoniano i 21 punti segnati che hanno permesso di pareggiare la frazione.

23 marzo 2014

UNDER 17 ELITE: IL CAMPUS E' IN GRANDE CRESCITA. BATTUTO BASKETOWN MILANO

Campus Varese - Basketown Milano 68-36 (17-13; 9-5; 19-10; 23-8) 

Campus: Armocida 4, Balzaretti 1, Santandrea 7, Pol, Spertini 14, Papadopulos 7, Macchi 10, Serafinelli, Porrini 7, Malagutti, Crespi 11, Trentini 3. 

Basketown: Valeri 11, Gagliotti 7,Colombo 12, Fagioli, Ghilardi 1, Bellago 3, Riganti, Agbalog, Bo, Castaldi, Stasi 2, Botto. 

Nuova vittoria per il Campus Under 17 Elite di coach Franco Passera che conquista il referto rosa battendo nella gara disputata sul proprio campo di gioco Basketown Milano. Avvio di gara incerto per i padroni di casa che commettono molti errori in attacco e faticano a contenere gli attacchi di Milano. Il Campus non riesce a distendersi in contropiede e contro la difesa schierata degli ospiti che chiude efficacemente l'area sbatte ripetutamente contro il ferro. La gara stenta a decollare e il primo quarto si chiude sul punteggio di 17 a 13 per i padroni di casa. 

Nel secondo periodo di gara continuano gli errori al tiro sia del Campus che del Basketown con i padroni di casa che riescono ad allungare leggermente nel punteggio ed a chiudere il quarto in vantaggio per 26 a 18 grazie alla difesa tutto campo che è molto efficace. 

Al rientro dagli spogliatoi dopo l'intervallo lungo, continua la difesa tutto campo di Varese che contiene tutte le iniziative ospiti e frutta molti recuperi finalizzati in contropiede. La spinta di Spertini e la determinazione a rimbalzo di Macchi e Porrini permettono al Campus di allungare progressivamente il vantaggio che al termine del terzo quarto è di 45 a 28 per Varese. 

Nell'ultimo quarto di gara anche Milano prova ad allungare la difesa schierando una zona press che costringe il Campus ad abbassare il ritmo di gara ma i padroni di casa non si fanno sorprendere e continuano ad ottenere ottimi risultati dalla pressione tutto campo ed i palloni recuperati fruttano ripetuti contropiedi. La gara si chiude con un ampio vantaggio per i varesini sul punteggio di 68 a 36. Assente per infortunio Elia Zanasca, al quale auguriamo di recuperare in breve tempo.

UNDER 13 ELITE: NON BASTA ALLA ROBUR UN OTTIMO SECONDO TEMPO. VINCE CREMONA AL CAMPUS

Robur et Fides Varese - Vanoli Cremona 63-64 (15-17; 17-23; 16-13; 15-11)

Robur: Campanale, Zanasca 5, Tonani, Torrente 6, Bessi, Somaschini 23, Librizzi 4, Schieppati 10, Trentini 3, Civelli 5, Calcagni 6. All. Schiavi

Cremona: Feraboli 9, Tolasi, Quarantani , Ariazzi 30, Bandera 14, Bonazzoli, Capranica, Baggi, Natalicchio 1, Farini 7, Villa 3, Cortellazzi. All. Mazzali

Arbitro: Paperini di Varese

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri Liberi Robur 9/24; Cremona 14/24; Tiri da tre Robur 8 (Somaschini 5, Civelli 1, Trentini 1, Zanasca 1); Cremona 3 (Ariazzi 2, Villa 1); Falli commessi Robur 18, Cremona 16.

Prossimo turno: domenica 30 marzo ore 15.30 presso il Centro Sportivo di Via Buonarroti, si gioca contro Libertas Cernusco

Altra sconfitta in volata per il gruppo Under 13 Elite della Robur nelle gara casalinga contro la quotata Vanoli Cremona. Gli ospiti giocano meglio sino all'intervallo raccogliendo tanta energia sia dal talento offensivo di Ariazzi che da quello di Bandera (32-40 al 20').

Durante la pausa dell'intervallo i padroni di casa ritrovano lo spirito giusto per provare l'assalto alla terza forza del girone Gold e dopo qualche tentativo andato a vuoto riesce perfino ad andare in vantaggio con cinque minuti di ottima fattura (45-39).

Cremona ovviamente non ci sta e torna alla carica. La partita sale di tono sia a livello di intensità che di giocate. Varese stacca le mani troppo presto dal manubrio pensando di poter amministrare il vantaggio. L'errore di concentrazione si paga a caro prezzo e alla fine del terzo periodo Vanoli è ancora avanti (48-53).

Gli ultimi dieci minuti sono ancora più intensi di tutto il resto della gara. Cremona tessa la tela per conquistare il suo sesto referto rosa (su otto incontri) nel girone Gold. Varese con le triple pesanti di Civelli e Somaschini torna alla carica. Ariazzi firma gli ultimi punti per Cremona. La Robur prova l'ultimo assalto sul meno uno a 12 secondi dalla fine ma il tiro di Trentini viene stoppato da Cremona che può festeggiare la bella vittoria al Campus.

18 marzo 2014

UNDER 13 PROVINCIALE: ROBURINI POCO BRILLANTI, HA LA MEGLIO TRADATE

Sportlandia Tradate - Robur et Fides Varese 77-50 (21-8  16-13  12-10  28-14)

Sportlandia: Lionetti 8, Clerici 6, Speroni 2, Comerio 2, Baiocchi, Giancolini 2, Bandera 8, Carraro 24, Mauri, Peruzzo 14, Farioli 9, Belegu 2. Coach Galli

Robur et Fides: Lo Nero 4, De Molli 2, Bonaria 8, Marini 2, Zanelli 7, Giampaolo 2, Erbetta 2, Bizzozzero 2, Villa 2, Visco 5, Dal Ben 14. Coach Montagnoli

Domenica amara per i 2001 Robur che sul campo di Tradate offrono una prestazione al 50%: discretamente bene in attacco cercandosi con continuità nonostante errori piuttosto banali, molto meno bene in difesa dove manca ancora grinta e determinazione nel contenere il proprio avversario incappando un troppe rotazioni che hanno reso facile il compito dei tradatesi.
In casa Robur gli infortuni non hanno sicuramente agevolato il compito, quindi in attesa di recuperi ci si prepara con testa e cuore alla sfida di settimana prossima contro Angera, mercoledì 26 Marzo ore 18,45 presso in centro Robur et Fides di Via Marzorati.


UNDER 19 ELITE: ENNESIMA VITTORIA PER I RAGAZZI DI CATTALANI CHE CONFERMANO IL FELICE MOMENTO

ROBUR ET FIDES VARESE - L.B. CASTELLANZA 78-69 (25-12; 38-33; 56-45)

ROBUR VARESE: Crespi (in 2'), Pavan (in 1'), Cassinelli (0/2 da due, in 6’), Brega 9 (4/5, 0/2, 1/2 tl, in 29'), Corsaro 18 (5/8, 2/6, 2/3 tl, in 25'), Bernasconi 5 (1/3, 0/4, 3/7 tl, in 21'), Cattalani A. 18 (2/2, 4/5, 2/2 tl, in 28’), Ermolli 2 (0/4, 2/2 tl, in 19'), Grieco (0/1 da 2 pt, in 7'), Gualco 18 (5/11, 1/2, 5/7 tl, in 32'), Broggini 1 (0/1 ds due, 1/2 tl, in 9'), Assui 7 (3/5 da due, 1/1 tl, in 21'). All. Marco Cattalani - Andrea Montagnoli

CASTELLANZA : Turano 2, Marino, Mariani, Aloisi 28, Zannoni, Guidi 10, Frattini4, Maiocchi 6, Di Prenda, Verolino 16, Faggiana, Pegoraro 3. All. Paolo Tamborini.

Parziali dei quarti: 25-12, 13-21, 18-12, 22-24.

Statistiche Robur Varese: Da due 20/42 (48%); Da tre 7/19 (37%); Tiri liberi 17/26 (65%); Rimbalzi difensivi 36 (Gualco 13, Assui 5), offensivi 10 (Gualco 4, Ermolli 3); Palle perse 29 (Brega 6, Corsaro 5), recuperate 8 (Corsaro 3); Assist7 (Corsaro 3, Brega 2); Falli fatti 21 (Brega 5), subiti 27 (Bernasconi 6, Cattalani e Gualco 5); Stoppate date 3 ( Assui 2), subite 0; Schiacciate 1 (Gualco).

17 marzo 2014

RASSEGNA STAMPA: DAL QUOTIDIANO "LA PREALPINA" DI LUNEDI' 17 MARZO 2014






UNDER 14 PROVINCIALE: BUONA PRESTAZIONE PER LA ROBUR, MA LA PALL. VARESE SI AGGIUDICA IL DERBY

Pallacanestro Varese - Robur et Fides Varese 61-54 (22-11; 17-15; 11-11; 11-17 )

Varese: Parravicini 8; Mai 0; Palladini 2; Camelli 4; Rossetti 0; Cerutti 0; Camurati 10; Iaquinta 4; Calzavara 11; Seck 20 ; Moscatelli 2; Argieri 0

Robur: Carrara 0; Barbiero 4; Lombardini 2; Dosi 0; Conti 4; Bellotti 23; Daverio 0; Andrini 5; Ivanaj 10; Lozza 0; Cortese 6; Ercoli 0


Quarta partita nel campionato u14 per il gruppo di Coach Diamante che andava al Palawhirlpool di Varese per sfidare gli U13 élite allenati da coach Bruno Bianchi.
Ennesima partita dai 2 volti per Bellotti e soci, infatti nei primi 2 quarti in campo si è vista solo una squadra, quella con la divisa BiancoRossa , che si presentava determinata e vogliosa di Vincere, caratteristiche assenti nei Roburini , che si aggrappavano a Capitan Bellotti , l'unico giocatore per Coach Diamante che abbia risposto presente fin da subito.
I padroni di Casa, sfruttavano a loro vantaggio l'entusiasmo che possesso dopo possesso andava in crescendo e trovavano in Omar Seck una solida ancora difensifa.
Nonostante le innumerevoli raccomandazioni e le varie indicazioni "tattiche" i Roburini facevano fatica a contenere le manovre offensive ,in particolar modo nei primi 15 minuti, che hanno condizionato tutta la partita; 22 a 11 dopo i primi 10 minuti, ma lo svantaggio nei successivi 5 minuti toccava quota 19 punti. 
Piano piano però i Roburini trovavano la via del canestro in concomitanza con una maggiore dedizione e concentrazione in difesa. Però i 2001 BiancoRossi non mollavano e sono stati bravi a vincere la frazione per 17 a 15.
Il terzo quarto doveva essere cruciale per i Roburini, ma forse l'ampio svantaggio ha condizionato emotivamente troppi giocatori che apparivano rassegnati, ma grazie al sempre presente Bellotti e ad un agguerrito Lombardini , piano piano sul finire del terzo quarto i Roburini iniziavano a credere alla rimonta e così, Ivanaj diveniva più incisivo sotto canestro, Barbiero più attento in difesa e, a 7 minuti dalla fine i Roburini erano sotto di 6 punti.
Alcuni episodi hanno condizionato la rimonta, come la dimenticanza di Palladini che siglava in solitaria il canestro del più 8 o, anche il fallo tecnico preso da Andrini sul meno 5 che ha rispedito i BiancoRossi sul più 8.
Risultato finale 61-54 , un applauso ai 2001 della Pallacanestro Varese che hanno voluto e ottenuto un'importante vittoria .

Per i Roburini si complica il cammino per il raggiungimento delle finali provinciali, ma nulla è deciso fino all'ultima partita. Per cui mai Mollare!

Prossimo incontro Domenica 23-3 h15:00 presso il Campus di Varese vs Sesto Calende.

UNDER 15 D'ECCELLENZA: LA ROBUR CONQUISTA DUE PUNTI D'ORO CONTRO BRESCIA

Robur et Fides Varese - Leonessa Brescia 80-37 ( 20-10; 43-18; 57-29)

Robur: Fiamberti 2, Turolla 2, Paloschi 10, Masotti 5, Aspesi 3, Mottini 32, Bonnel 4, Borsani 6, Corti 4, Cadario 10, Colasuonno 2. All. Todisco - Diamante

Brescia: Betelli 2, Dimanno 2, Prandolini, Arici 10, Demo 4, Fiorini, Bitto 6, Fracassi, Marchi, Miglio 6, Montalbano, Leuca 7.

Arbitri: Campiotti - Cortellari

La Robur fa suo l'ultimo incontro casalingo della stagione regolare. La posta in palio era altissima, difatti solo con una vittoria ed un arrivo a pari punti con Cantù, Legnano e Terno d'Isola si sarebbe potuto agganciare l'ultimo treno per lo spareggio che promuove all'interzona. La partita, in effetti, non ha avuto molto da dire, in quanto i ragazzi di coach Todisco hanno ingranato da subito le marce alte, chiudendo sul 20-10 a proprio favore i primi 10'. 

Ed in una serata in cui Mottini ha prodotto 32 punti in 27' di gioco con 8/12 da 2, 3/4 da 3 e 7/9 ai tiri liberi, per i pur volenterosi bresciani non c'è stato molto da fare. Così le rotazioni sono risultate efficaci e tutti i componenti sono andati a referto. Dopo 15 giorni di inattività per infortunio, è stato reintegrato Borsani che si appresta a recuperare la forma migliore. Da segnalare l'ottima prestazione di Paloschi (10 punti e 3 assist in 23'), che vede premiati gli sforzi effettuati durante tutto l'anno per migliorare e gli 11' minuti a testa di Bonnel e Colasuonno, che si sono ritagliati spazi importanti all'interno del gruppo.

Le sconfitte di ABA Legnano in casa con Desio e Terno d'Isola a Lecco, hanno prodotto una classifica finale che vede: 1) Blu Orobica 42; 2) Desio 36; 3) Armani J. 34; 4) Robur et Fides 26; 5) Pall. Cantù 26; 6) ABA Legnano 26; 

Quindi, grazie alla differenza canestri, i roburini sono riusciti ad agganciare addirittura il quarto posto. Un risultato forse insperato ad inizio anno, ma voluto e raggiunto grazie al lavoro svolto con abnegazione da tutto il gruppo e che deve dare ulteriore spinta e motivazioni per affrontare la fase finale con il massimo della concentrazione e determinazione.

A partire dal prossimo weekend entrerà in scena una coda del campionato con quattro partite (tra le prime cinque squadre), che determinerà la griglia finale. Ogni squadra osserverà un turno di riposo e l'ultima giornata si disputerà nel weekend del 26/27 aprile. Un bel rodaggio, quindi, prima dello spareggio secco in programma il 14 maggio 2014. Per quella data, l'obiettivo sarà quello di arrivare al massimo della forma!!!



UNDER 17 ELITE: ONORATO IL DERBY CON LA PALLACANESTRO VARESE. VITTORIA IN RIMONTA PER IL CAMPUS

Pallacanestro Varese - Campus Varese 65 - 75 (20-11; 17-18;  13-29; 16-18)  

Pallacanestro Varese: Giacobbo, Barbieri 4, Mentasti 8, Rossi 14, Zanzi, Fischer 1, Zhao 15, Devita, Bergamaschi 9, Vanini, Vanzella 5, Fiora 10. All. Meneghin - Triacca

Campus Varese: Armocida 15, Zanasca 17, Vanoni, Dini, Pol 3, Spertini 13, Papadopulos 12, Macchi 2, Serafinelli 3, Porrini 9, Baggio 2, Trentini. All. Passera - Lozza

Ancora una vittoria per il gruppo Under 17 Elite Campus di coach Franco Passera nel derby varesino disputato in casa della Pallacanestro Varese sotto la volta mitica del PalaWhirpool. Partita dai due volti per il Campus che inizia male la gara e subisce l'intensità dei padroni di casa che, in difesa, contengono tutte le iniziative degli ospiti ed in attacco trovano facili conclusioni. 

Sono le iniziative di Zanasca in attacco e la pressione difensiva di Armocida sui portatori di palla avversari che sbloccano il Campus che finalmente lotta ad armi pari in termini di grinta e determinazione. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 20 a 11 per la Pallacanestro Varese che, anche nel secondo quarto di gara, riesce a mantenere il vantaggio nel punteggio sino al + 8 dell'intervallo lungo sul punteggio di 37 a 29. 

Al rientro dagli spogliatoi la partita cambia ed il Campus sorprende i ragazzi di Andrea Meneghin che subiscono le iniziative di Spertini e Porrini con Zanasca ed Armocida sempre positivi. Grazie alla difesa tutto campo il Campus alza il rimo della partita e costringe i padroni di casa a commettere errori nei passaggi che fruttano facili contropiedi agli ospiti. La Pallacanestro Varese perde fiducia e non riesce a reagire subendo passivamente la ritrovata verve degli ospiti. All'ultima pausa il Campus è in vantaggio di 58 a 50 grazie anche al positivo apporto del lungo Baggio. 

Nell'ultimo quarto di gara dopo qualche minuto di equilibrio, i padroni di casa aumentano l'intensità difensiva e riescono ad avvicinarsi nel punteggio sino al - 7 a 4 minuti dalla fine ma, dopo qualche minuto di poca lucidità offensiva, il Campus reagisce e grazie ad una ritrovata fluidità in attacco trova tre canestri consecutivi di Papadopulos servito in back door, che chiudono la gara sul punteggio di 75 a 65.

SERIE D: NON SI FERMA PIU' IL CAMPUS, QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA PER LA ELMEC

SERIE D:
ELMEC CAMPUS VARESE - ARDENS BASKET SEDRIANO 71-70 (15-15; 34-38; 49-54) 

VARESE: Tonella 6 (3/7, 0/1 tl, in 13'), Innocenti 2 (1/1, 0/4, in 16’), Brega 18 (5/7, 1/2. 5/5 tl, in 30'), Corsaro 6 (2/5, 0/2, 2/3 tl, in 18'), Bernasconi P. 5 (2/3, 0/2, 1/2 tl, in 12'), Cattalani A. 15 (4/5, 2/6, 1/2 tl in 29’), Ermolli 5 (2/3, 1/2 tl, in 27’), Maruca 2 (1/1, in 3'), Grieco (0/2 da tre in 5'), Gualco  8 (4/8, 0/3, 0/2 tl, in 28') Broggini 2 (1/2, 0/2 tl in 6'), Assui 2 (1/4, in 13'). All. Marco Cattalani.

SEDRIANO: Andreis 18 (5/5 da tre), Corazza, Zanelli 16, Ferrari 18, Grassi 3, Ferrantelli 2, Carlino, Milani 6, Moscatelli, Porchev 7, Grassi. All. Maurizio Trotti

Parziali dei quarti: 15-15, 19-23, 15-16, 22-16.

Statistiche Varese: Da due 26/46 (57%); Da tre 3/22 (14%); Tiri liberi 10/19 (53%); Rimbalzi difensivi 20 (Tonella 5, Gualco 4), offensivi 12 (Assui 3); Palle perse 15 (Cattalani 4, Brega 3), recuperate 10 (Brega 3); Assist 8 (Brega 3, Cattalani e Tonella 2); Falli fatti 18, subiti 19 (Brega 4, Corsaro e Cattalani 3); Stoppate date 2, subite 1.

UNDER 19 ELITE:
MALASPINA SAN FELICE - ROBUR ET FIDES VARESE 65-77 (28-17; 42-34; 49-57)

SAN FELICE: Ravanini 6, Bocci 2, Emiliani 11, Azzollini, Braghiroli 1, Longoni 8, Saladini, Miotto 26, Paganin, Di Benedetto 6, Magnolfi 2, Sforazzini 3. All. Lorenzo Petri

VARESE: Crespi 2 (1/1, in 11'), Pavan (in 5'), Cassinelli 2 (1/1. in 15’), Brega 9 (2/4, 1/2, 2/5 tl, in 27'), Corsaro 5 (0/2, 0/2, 5/6 tl, in 22'), Bernasconi 5 (1/4, 1/2, 0/2 tl, in 13'), Cattalani A. 8 (1/1, 1/2, 3/4 tl, in 18’), Ermolli (0/2 tl, in 18'), Grieco 10 (2/2, 2/3, in 11'), Gualco 23 (10/12, 0/6, 3/3 tl, in 29'), Broggini 11 (5/8, 0/1, 1/4 tl, in 20'), Assui 2 (1/3, in 11'). All. Marco Cattalani.

Parziali dei quarti: 28-17, 14-17, 7-23, 16-20.

Statistiche Varese: Da due 24/38 (63%); Da tre 5/18 (28%); Tiri liberi 14/26 (54%); Rimbalzi difensivi 25 (Corsaro e Gualco 4), offensivi 7 (Corsaro e Gualco 2); Palle perse 21 (Gualco 6), recuperate 18 (Gualco 5, Broggini 4); Assist 15 (Brega 5); Falli fatti 17 (Cattalani 4), subiti 22 (Brega 5, Bernasconi 4); Stoppate date 5 (Assui 3), subite 1; Schiacciate 5 (Gualco 3, Broggini 2).

16 marzo 2014

UNDER 14 PROVINCIALE: OTTIMO SECONDO TEMPO E LA ROBUR DEL 2001 BATTE ANGERA

Robur et Fides Varese - Basket Friend's Angera 53-41 (25-21)

Robur: Zanasca 6, Natola, Valli 6, Tonani 2, Torrente 17, Nicolini, Somaschini, Trentini 2, Civelli 3, Calcagni 12, Sartori, Crespi 5. All. Schiavi

Angera: Lavezzari 5, Soldà, Cuypers 2, Pelusio, Piscla 14, Stefani, Zanetta 4, Marchisio, D'Adamo 4, Maitrier 5, Baranzini 7. All. Somma

Arbitro: Spertini

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri liberi Robur 7/18, Angera 7/21; Tiri da tre Robur 5 (Torrente 2, Civelli 1, Calcagni 1, Crespi 1), Angera 3 (Lavezzari 1, Maitrier 1, Baranzini 1); Falli commessi Robur 20, Angera 19.

Prossimo turno: martedì 25 marzo alle ore 19.30 presso la Palestra Liceo Scientifico di Via Oslavia si gioca contro Sportlandia Tradate

La Robur del 2001 nel campionato dei più grandi (Under 14) gioca bene il secondo tempo e dopo essere stata sotto sia nel punteggio che nell'intensità dalla coriacea formazione del Basket Friend's di Angera, ritrova lo spirito giusto per piazzare il break decisivo ad inizio terzo periodo.

E' Alessandro Calcagni a dare la svolta alla gara con due perle in penetrazione e una tripla da "solo rete" che fa balzare in piedi tutta la panchina di casa. Le solite tante iniziative di Torrente fanno il resto in una gara in cui ci sono stati anche molti errori.

Qualche giorno di stop e poi l'ultima partita del girone di andata di questa seconda fase sarà giocata a Tradate contro Sportlandia.




DNB: ROBUR IN CADUTA LIBERA, TRAFITTA IN CASA DA PORDENONE, 75 A 83 IL FINALE

Coelsanus Varese - Pordenone 75 - 83 (13-29, 36-43, 58-60)

Coelsanus: Realini 13 (2/2, 3/7), Piccoli 3 (0/1, 1/4), Santambrogio 19 (5/7, 2/3), Mariani 11 (2/5, 2/4), Vai 2 (1/1, 0/1), Bellotti 3 (1/2), Rovera M. 13 (4/5, 1/3), Zattra ne, Tonella (0/1), Rovera F. 10 (5/10, 0/1). All. Pagani.

Pordenone: Muner 8 (1/2, 2/4), Colamarino 7 (1/5, 1/4), Nobile 2 (0/2), Panni 22 (3/4, 4/6), Zambon 22 (9/10), Ferrari 7 (2/4), Varuzza 9 (3/4, 1/3), Bosio 6 (3/5, 0/2), Rizzetto ne, Begiqui ne. All. Ciocca.

Per chi crede nella cabala, questa partita potrebbe dare l’agognata svolta alla stagione della Robur: fu infatti a Pordenone, il primo dicembre ad aprirsi l’infausto ciclo di 2 vittorie, 13 sconfitte e una miriade d’infortuni che ancora oggi attanaglia la truppa di coach Pagani. Per chi invece crede più realisticamente ai valori del campo, il confronto è tra una squadra, la Pienne, atletica e giovane (Zambon e Ferrari unici over 1989) ed una, la Robur, che può contare di tre quarti del reparto lunghi (Matteucci, Lenotti e Castelletta) costretto in tribuna.
L’inizio di gara è un copione già visto più volte qui al Campus: ospiti totalmente padroni del campo, Robur che getta l’anima, ma non riesce a trovare sbocchi in attacco: 14-7 Pordenone dopo 4′. Pagani cerca di confondere le idee togliendo l’unico lungo di ruolo, Mariani, ed inserendo Vai schierando una difesa a zona che però spiana la strada agli ospiti che, bombardando da ogni dove (Panni 4/4), divaricano il solco fino al +16, 29-13, con il quale si chiude il primo quarto. Come sostiene Dan Peterson, il riposo è il peggior nemico di chi è in vantaggio e ad inizio secondo quarto questa regola sembra non risparmiare neanche gli uomini di Ciocca: pronti via e un dardo di Realini chiude un 7-0 Robur in meno di 2 minuti che riapre completamente il match. Pordenone va in bambola, Varese veste i panni della formichina e passo dopo passo ricuce lo strappo fino al -3, 31-28 al 14′. Gli ospiti, assorbito lo choc, guidati soprattutto dall’esperienza di Zambon riprendono a macinare gioco sfruttando sia la maggior completezza tattica sia l’inevitabile dispendio fisico della Robur: un canestro allo scadere del capitano Martino Rovera lascia a sole 7 le lunghezze di vantaggio per gli ospiti, 43-36. Panni e Zambon già in doppia cifra, Mariani generosissimo con 7 rimbalzi.
L’inizio del terzo quarto sembra un copia ed incolla del primo con Pordenone che macina gioco veloce fatto di 4-5 passaggi e via a canestro. Qui l’orgoglio dei più “datati” uomini Robur come Martino Rovera, Realini e Mariani trascinano i più giovani in quella che non sembra più una partita di basket, ma una battaglia senza esclusione di colpi: è proprio una tripla del “Cinghio” a regalare il primo pareggio, 49-49 al 26′. Quello che non è mai mancato alla Robur, l’impegno, è finalmente accompagnato anche da percentuali ragguardevoli e solo una disattenzione difensiva su Varuzza permette alla Pienne di chiudere avanti anche il terzo periodo: 60-58.
Il primo minuto dell’ultima frazione assomiglia ad una gara di tiro a segno al luna park della Schiranna: 2 dardi per parte (Muner-Colamarino, Mariani-Santambrogio) sembrano il preludio ad un finale incandescente. E’ invece l’inizio di un improvviso 8-0 friulano che riporta il divario in doppia cifra in un amen. Affidandosi a Santambrogio e Martino Rovera la Robur è brava non mollare il colpo, ma l’enorme e generoso sforzo compiuto per raddrizzare una partita che sembrava già persa in partenza paga dazio privando i gialloblu dell’ultima riserva di energia. La partita si trascina via fino al 83-75 finale in favore della Pienne Pordenone. Nonostante l’ennesima sconfitta casalinga c’è ben poco da recriminare in casa Coelsanus: l’impegno profuso dai ragazzi di Pagani è stato quasi commovente e visto le percentuali l’unico rammarico è non aver avuto il miglior realizzatore di squadra in campo.

Matteo Gallo

UNDER 13 ELITE: ASPRA BATTAGLIA TRA I 2001 E MONZA. DOPO OVER TIME VINCE EUREKA

Robur et Fides Varese - Eureka Monza 63-69 dts (15-15; 16-6; 14-18; 12-18; 6-12)

Robur: Zanasca 2, Tonani, Torrente 20, Crespi, Bessi, Somaschini 15, Schieppati 10, Trentini 10, Civelli 2, Calcagni 4. All. Schiavi

Eureka: Panzeri, Vita 2, Ferraris 7, Santaniello, Iannuzzi 1, Valanteri 5, Melpi 4, Romano 13, Giacon 2, Lonciai 20, Plataroti, Bumeliana 14. All. Monerani

Arbitro: Tomasello

Note: usciti per cinque falli Torrente, Civelli (Robur) Romano, Giacon e Bumeliana (Eureka); Tiri Liberi Robur 11/23, Eureka 18/32; Tiri da tre Robur 4 (Somaschini 1, Civelli 1, Trentini, Schieppati 1), Eureka 0; Falli commessi Robur 34, Eureka 31.

Prossimo turno: domenica 23 marzo alle ore 11.00 presso il Centro Sportivo Campus di Varese, si gioca contro Vanoli Cremona

Occasione sprecata per il gruppo Under 13 Elite della Robur nella gara casalinga contro Eureka Monza. Varese dopo una partita giocata anche a tratti bene (meglio nei primi due periodi), con più di qualche ingenuità, regala l'over time agli ospiti, che cinici chiudono a loro favore il match.

L'inizio è tutto di marca Eureka. Monza ha più energia da mettere in campo e le giocate sono ad una intensità più elevata rispetto ai colleghi di fronte. La Robur non riesce a spingere come vorrebbe e nonostante le differenze nell'atteggiamento al primo gong c'è comunque equilibrio (15-15 al 10').

I secondi dieci minuti sono i migliori per la Robur. Finalmente le iniziative hanno il fuoco dentro e a turno tutti i giocatori in campo danno il proprio contributo per un bel parziale convincente (16 a 6).

Dopo l'intervallo si intravede già che Monza vuole a tutti i costi provare a rientrare. Il parziale del periodo è 14 a 18 e nonostante alla terza sirena ci sia ancora un vantaggio interno (45-39 al 30') l'inerzia della partite è fortemente in discussione.

Le difficoltà per i padroni di casa si acuiscono con il passare dei minuti e Monza mette la freccia a metà del quarto periodo con tante (troppe) penetrazioni subite da Varese. Torrente e Schieppati rimettono in piedi una situazione critica e in un finale di partita convulso c'è pure la grande occasione di conquistare il quarto referto rosa a fila. Due palle perse sanguinose in fase di costruzione di manovra ridanno il tie break all'Eureka che raccoglie il regalo e ringrazia. Over time.

Varese sa di aver perso una bella occasione e fatica ancora una volta a rimettere il turbo. Monza gasata giustamente dopo essersi salvata in corner guadagna punteggio e inerzia. Schieppati e Trentini provano a tenere in piedi la baracca ma le iniziative di Ferraris e Lanciai fanno male per la Robur.