28 dicembre 2014

DNB: VITTORIA SUL FILO DI LANA PER LA COELSANUS A TORINO, INCREDIBILE RIMONTA NELL'ULTIMO PERIODO

Bolzonella, 23 punti con 4/6 da tre
Cus Torino – Coelsanus Varese 82-86 (17-21, 44-35, 74-57)

Cus: Alberti 17 (3/5, 2/4), Sabbadini 11 (3/4, 0/4), Calzavara 4 (2/3, 0/2), Tuci 2 (1/3, 0/2), Maino 11 (2/5, 1/4), Murta 5 (0/1 da 3), Russano 4 (1/1 da 3), Caratozzolo ne, Pavone 9 (3/4), Magrini 24 (5/10, 3/7). All. Arioli.

Varese: Bolzonella 23 (2/8, 4/6), Rovera F. 15 (3/5, 3/5), Castelletta 10 (5/9, 0/2), Matteucci 20 (3/6, 3/7), Moalli (0/1), Innocenti 2 (1/2), Rovera M. 4 (2/6), Lenotti, Santambrogio 3 (1/2 da 3), Piccoli 9 (4/6, 0/4). All. Passera.

Filippo Rovera 15 punti
Vince sudando fino all’ultimo una Coelsanus che al 30′ sembrava già sulla via del ritorno a Varese con una brutta sconfitta figlia di un pessimo atteggiamento difensivo. Infatti, nei due quarti centrali i gialloblu hanno concesso rispettivamente 27 e 30 punti ai padroni di casa consentendo così al Cus di viaggiare fino al 74-57 del 30′ dove i piemontesi sembravano in pieno controllo della partita.
Ciò nonostante un primo periodo in cui la Robur aveva costantemente comandato le operazioni raggiungendo anche il + 11 sul 4-15 del 4′ con una tripla di Bolzonella prima e poi, nuovamente, sul 8-19 del 7′ grazie a un ispirato Castelletta (10 punti praticamente nei primi 20′ restando poi a sedere negli ultimi dieci decisivi minuti). Da qui in poi si è praticamente spenta la luce ad una Coelsanus che non ha saputo trovare contromisure all’attacco torinese. Sull’orlo di un inaspettato baratro, coach Passera si affida alla verve dei suoi pretoriani e il quintetto con Bolzonella, Piccoli, i fratelli Rovera e Matteucci trova la chiave per aprire la scatola piemontese chiudendo a doppia mandata l’area varesina.
Maxi parzialone di 5-19 nell’ultimo quarto e in 5′ la Robur riapre la contesa sfruttando anche un fallo antisportivo e un tecnico sanzionati al Cus con un Bolzonella ispirato e a capo della rimonta Coelsanus: per lui alla fine ci saranno anche 6 assist, 4 recuperi e 5 rimbalzi, ma anche sei perse. L’onda gialloblu non si ferma, anche se il Cus apre poter respingere gli assalti al fortino con la Robur che arriva a -1 a 3′ dal termine con Filippo Rovera (per lui anche 3 assist) prima e a -91” col fratello Martino (7 rimbalzi nel suo scout). Il momento è propizio e sul rovesciamento di fronte Matteucci dall’arco mette a segno il canestro del sorpasso: 81-83 a -43”. Magrini da una parte, Bolzonella dall’altra realizzano solo un libero su due e così Torino ha la palla del pareggio o della vittoria.
I piemontesi si affidano al positivo Magrini, ma il suo assalto è senza frutti e la Coelsanus può festeggiare la fine d’anno felice ripensando a quei due quarti centrali che potevano costarle cari mantenendo sempre aperta la finestra sulla possibilità di accedere alle finali di Coppa Italia.

Matteo Gallo (VareseSport)

21 dicembre 2014

DNB: LA COELSANUS TROVA IL REGALO SOTTO L'ALBERO, BATTUTA BOTTEGONE CON UNA GRANDE PRESTAZIONE CORALE

Matteucci 22 punti
Coelsanus Varese – Valentina’s Bottegone 86-73 (21-25, 44-37, 65-55)

Coelsanus: Moalli 7 (2/3, 1/1), Bolzonella 6 (3/9), Piccoli 10 (4/6, 0/1), Rovera M. 10 (1/6, 0/1), Castelletta 10 (5/7), Innocenti 7 (3/4, 1/1), Santambrogio 12 (0/5, 2/4), Matteucci 22 (3/9, 3/6), Lenotti ne, Rovera F. 2 (1/2, 0/1). All. Passera.

Bottegone: Rossi 10 (3/5), Barsanti 13 (2/4, 1/5), Marconato 16 (2/5, 3/5), Bongi 3 (0/1, 1/3), Colombini 5 (1/2, 1/4), Giannini 16 (3/7, 3/7), Della Rosa 5 (1/2, 1/2), Ganguzza 5 (1/3, 1/2), Ianuale. All. Valerio.

E’ passato un mese dall’ultima partita casalinga per la Robur, chiamata oggi a regalare un sorriso per Natale ai propri tifosi cercando di cancellare l’amaro in bocca che ancora rimane per il derby contro San Giorgio. La sconfitta di 7 giorni fa è comunque servita a levare la ruggine dai meccanismi dei gialloblu dopo 3 settimane di stop forzato e la sfida con il Bottegone Pistoia è il match ideale per testare il riavvio del motore varesino.
Che i toscani siano una squadra tosta lo dimostrano i primi 4 minuti, dove gli uomini di coach Valerio schiacciano subito il piede sull’acceleratore arrivando a +9 (2-11) con una tripla di Bongi. Dopo l’immediato time-out di Passera, la Robur aggiusta la mira e approfittando del lieve calo d’intensità ospite rosicchia punto su punto agguantando il pari a 1′ dal termine della prima frazione con la rubata e contropiede solitario di Piccoli (19-19). Peccato che qui i gialloblu si rilassano leggermente permettendo a due dardi di Ganguzza e Della Rosa di ristabilire le distanze (21-25).
L’impressione dagli spalti è di un Bottegone ben organizzato ed una Robur un po’ confusionaria, specie in attacco dove sembra subire i cambi sistematici dei toscani; fatto sta che solo una tripla dal nulla di Barsanti fa toccare il +6 al Valentina’s (26-32 al 15′) ed i varesini, di riffa e di raffa, rimangono sempre attaccati alla targa toscana. Alla lunga, come nel 1′ quarto, cala l’intensità degli ospiti e la Robur è bravissima ad approfittarne sorpassando al 18′ con un tiro dall’arco di Matteucci (40-37). Un ottimo canestro in avvicinamento di Castelletta fissa il punteggio sul massimo vantaggio gialloblu all’intervallo, 44-37.
Luca Moalli, decisivo in cabina di regia
L’inizio della ripresa è un copione già visto al Campus, con la partenza a razzo della Robur che porta a 11 le lunghezze di vantaggio (50-39) nel giro di due minuti con due canestri del solito Matteucci. Gialloblu che non soffrono la perdita in corso per infortunio di Bolzonella, degnamente sostituito in cabina di regia da Moalli. E’ il numero 15 varesino a dettare legge: un’altra sua bomba al 25′ (55-43) spegne sul nascere l’accenno di reazione del Bottegone. Peccato che la difesa di casa si dimentica per due volte di fila di Marconato che la punisce dall’arco, 57-49. La partita è sempre combattuta con entrambe le difese che non si risparmiano anche qualche colpo proibito, ma la Robur è attenta a mantenere sempre inalterato il vantaggio accumulato, 65-55 al 30′.
L’ultima frazione si apre con una pazzesca bimane di Innocenti, ma è il solito Marconato dai 6,75 a riportare sotto la doppia cifra lo svantaggio ospite (69-62 al 34′). Varese è però brava a mantenere le distanze, nonostante Passera debba sforzarsi a muovere continuamente le pedine in campo causa problemi di falli, e trascinata dalla personalità di Moalli conduce pian piano in porto la partita: un dardo di Matteucci mette la parola fine alla partita, complice anche l’evidente stanchezza fisica degli avversari (82-68 al 37′). Robur che svolge il proprio compito portando a casa due punti molto importanti in vista dell’ultima gara del 2014 a casa del fanalino di coda Cus Torino. Gara ovviamente da non sottovalutare e da vincere per rimanere aggrappati al gruppone delle seconde, in un torneo in cui (Siena a parte) ogni punto è prezioso per guadagnare posto in classifica.

Matteo Gallo (VareseSport)

20 dicembre 2014

UNDER 17 ELITE: BELLA VITTORIA PER IL CAMPUS IN TRASFERTA A ROBBIATE

Rhinos Robbiate – Campus Varese 58-65 (13-13; 30-29; 45-46 )

Robbiate: Balestra 2; Lanza 8; Franchellucci 4; Buoso 14; Galimberti 4; Masiero 5; Battaglia 4; Mercato 0, Barazzetta 3; Perego 7; Imasuem 7; Fornaciari N.E. 

Varese : Macrina 1; Fiamberti 11; Paloschi 7; Crespi 5; Biolghini 1; Spertini 6; Armocida 10; Balzaretti 2; Baggio 6; Colasuonno 4 ; Cagnone 0; Modesti 12

Dopo l’odissea per giungere a Busnago (due ore e mezza di viaggio causa incidente in autostrada con traffico paralizzato) il Campus si sbarazza del fanalino di coda Robbiate anche se, rispetto alla partita di andata, i padroni di casa hanno offerto spunti davvero interessanti.
Armocida e compagni sono stati bravissimi ad entrare subito in partita da un punto di vista mentale, anche se tecnicamente hanno sofferto parecchio la grinta e la determinazione degli avversari, andati al riposo addirittura avanti di un punto (30-29).
Nella seconda metà di gara i varesini hanno offerto, invece, una prova più convincente,innescando da subito le marce alte, e trovando il giusto ritmo offensivo e difensivo. Nei primi 4’ dell’ultimo quarto i ragazzi di coach Diamante hanno effettuato il break decisivo portandosi sul più 15, con la possibilità di ruotare senza problemi tutti gli atleti a disposizione.
Da sottolineare la brillante prestazione di Fiamberti , vero e proprio fattore in questa categoria e quella dei due lunghi Baggio e Colasuonno che, settimana dopo settimana, evidenziano miglioramenti davvero incoraggianti per il prosieguo della stagione.
Questa vittoria consacra il Campus in testa alla classifica e permetterà a Crespi e soci di ripresentarsi nel nuovo anno con immutate ambizioni di vertice.
Prossimo appuntamento : Sabato 10 Gennaio , contro Cornaredo,  presso il Centro Sportivo Campus di Via Pirandello, 31 a Varese, alle ore 17,00.

19 dicembre 2014

MATTEO PICCOLI SI AGGIUDICA IL PRIMO "PREMIO GIANNI ASTI", SARA LISCHETTI IL "PREMIO DANTE TROMBETTA"

Ieri giovedì 18 dicembre, in occasione del consueto appuntamento per la benedizione natalizia al collegio De Filippi, il consiglio direttivo della Robur et Fides ha consegnato due importanti premi/borse di studio, dedicati a due colonne portanti della società che da poco ci hanno lasciato, Dante Trombetta e Gianni Asti; come citato dall'attuale Presidente Dott.Carlo Nicora: "il Presidente dei Presidenti" Dante Trombetta e "l'Allenatore degli allenatori" Gianni Asti; 
Premi consegnati ai due atleti più meritoevoli sia sul terreno di gioco dei rispettivi sport che nella vita extra-sportiva;

- il "premio Dante Trombetta" (sezione nuoto) consegnato da Tommaso Trombetta è andato all'atleta nuotatrice Sara Lischetti.

- il "premio Gianni Asti" (sezione pallacanestro) consegnato da Cesare Corti è andato al cestista Matteo Piccoli.



UNDER 14 PROVINCIALE: DOPPIO URRA' PER LA SQUADRA DI COACH DIAMANTE

Baj Valceresio - Robur et Fides Varese  36-55 (14-17, 24-26; 30-41)

Valceresio: Vit 2, Fumagalli 2, Iurlaro, Cera 6, Ansaldo 7, Fronteddu, Orlando 2, Piccinotti 9, Primi 8.

Robur et Fides: Lo Nero, Zavattaro 11, De Molli 5, Bonaria 8, Marini, Zanelli 15, Erbetta 4, Crespi 2, Iori 2, Biganzoli 6, Bizzozero 2.

Da una partita presa sottogamba nonostante la fresca lezione impartita da Malnate e un successo importante come prova di maturità all'ultima giornata della prima fase.
L'intensa settimana roburina è cominciata così e così, nonostante la netta affermazione sulla Baj Valceresio (55-36 sul campo di Arcisate) e s'è conclusa con la vittoria esterna sul difficile parquet di Gazzada Schianno contro il quotato Buguggiate.
Andiamo con ordine: ad Arcisate, i roburini trascinati da Zanelli, hanno avuto bisogno di continui cambi e spiegazioni più precise su come bisognasse stare in campo da coach Raimondo Diamante.
Per fortuna, dopo un inizio svagato, nella seconda parte di gara la squadra ha reagito alle sollecitazioni del coach, proponendo finalmente una circolazione di palla decente e un posizionamento in campo ordinato.
Incassati i due punti senza lode, i roburini hanno lavorato in palestra sui fondamentali di passaggio e terzo tempo per preparare la trasferta di Gazzada, contro una squadra che era riuscita nell'impresa di battere la capolista Pallacanestro Varese.

Basket Buguggiate - Robur et Fides Varese  61-68 (24-17, 36-32; 52-53)

Buguggiate: Zavagnin 4, Biolghini 3, Bongiovanni 18, Rossetti 19, Bernardelli, De Brasi, Magrin, Hamhoume 13, Colombo, Pitarresi 4, Gandini, Sansone.

Robur et Fides: Lo Nero 2, Zavattaro 6, De Molli 14, Bonaria 12, Zanelli 12, Giampaolo, Erbetta, Crespi 7, Iori 9, Bizzozero 2, Villa 4, Visco.

La partita giocata la sera di domenica 14 dicembre è stata entusiasmante e ha dimostrato che quando la squadra di coach Diamante si ricorda d'essere squadra, non c'è avversario o imprevisto (febbre e infortuni in corso di partita) che possa frenare la corsa di De Molli & Compagni.
Dopo un inizio combattuto e segnato da tentate fughe da una parte e dall'altra, i roburini si sono disuniti negli ultimi tre minuti del primo quarto, concedendo ai padroni di casa di prendere il largo sul 24-17.
La reazione dei ragazzi allenati da Diamante non s'è fatta però attendere e dopo pochi minuti di gioco del secondo quarto la gara era di nuovo in sostanziale parità, grazie all'energia dispensata da Bizzozero e Villa, tanto che a metà del tempo si è andati al riposo sul 36-32 per Buguggiate, frutto di un paio di fiammate del chirurgico Hamhoume e dell'ottimo Bongiovanni, bravissimi a punire le distrazioni della difesa varesina. Il capolavoro roburino, nato sulle basi di una tenuta mentale encomiabile anche quando c'era da inseguire un avversario mai domo, è nato nel terzo quarto, chiuso in vantaggio 53-52, al termine di una rimonta completata già nelle prime battute del parziale, anche grazie a due bombe (Bonaria e Zanelli).
Buguggiate ha incassato il colpo e ha cominciato a dare segni di stanchezza nei suoi elementi migliori. E qui è emersa la voglia di vincere dei roburini, bravi a restare compatti anche nelle rotazioni, con le prove da applausi  di Lo Nero (determinante per saggezza e vero leader della squadra), ma anche di Zavattaro, Crespi, Iori e persino di Giampaolo, Erbetta e Visco (che ha giocato per un quarto e mezzo con una distorsione alla caviglia sinistra): questi ultimi tre non sono riusciti a "sporcare" il referto ma hanno strappato rimbalzi e palle vaganti alle mani avversarie, consentendo a De Molli (nove punti negli ultimi dieci minuti...), Bonaria, Zanelli (febbricitante) e Iori di far legna per tutti. E alla fine, nonostante i tentativi di Buguggiate di ricucire uno strappo giunto anche a dieci punti, la Robur et Fides s'è guadagnata applausi e referto rosa, chiudendo la prima fase al quinto posto, primo utile per accedere al girone Silver. Bando ai rimpianti per non essersi dimostrati sin qui da girone Gold: se i roburini  non smetteranno di lavorare sodo e di crederci sino alla fine, alla ripresa del campionato, dal 10 gennaio, per loro potrebbero esserci altri referti rosa e la possibilità di recuperare terreno nei confronti di chi, oggi, s'è meritato il girone dorato.
Per adesso, Buon Natale e miglior inizio di 2015 a tutta la Robur et Fides, alle nostre famiglie e ai nostri avversari dal gruppo provinciale e dal suo coach Ray.

DNB: COELSANUS PRONTA PER IL RISCATTO, ATTESA BOTTEGONE SABATO SERA AL CAMPUS

Non è stato facile il ritorno all’attività agonistica per una Coelsanus che dopo tre settimane di inattività si è ritrovata catapultata sul parquet nel derby con una Sangiorgese affamata di punti ed è capitolata dopo un supplementare. Robur che ha gettato alle ortiche una gara già vinta nei 40′ quando sul +3 a pochi secondi dalla fine non ha speso fallo permettendo a Peroni di mettere la tripla del pareggio e dei 5′ supplementari. Resta l’amaro in bocca, ovvio, per un’occasione sprecata per restare agganciati al secondo posto che comunque dista solo due lunghezze. 
Infatti la Robur è a quota 12 punti insieme a Piombino e alla prossima avversaria Bottegone (domani alle 20:30) mentre il gruppo delle seconde è composto da Livorno, Cecina e Borgosesia a quota 14 punti. Ovviamente, in vetta alla classifica vi è la Mens Sana Siena che nell’ultimo turno ha espugnato proprio il campo del Bottegone davanti a 1330 spettatori conquistando in anticipo il titolo di campione d’inverno e anche il pass per il barrage per la Coppa Italia di categoria. Si capisce quanto sia delicato il match contro i gialloneri toscani che sabato sera arriveranno al Campus determinati a far risultato. 
La formazione di coach Valerio ha già avuto un infortunio importante nel corso della stagione perdendo l’ex Pistoia Fiorello Toppo per un infortunio al ginocchio e domenica scorsa era anche senza Cuccarese che dovrebbe recuperare per la gara con la Coelsanus. I pericoli arriveranno dagli esterni con Giannini, 16,7 punti di media, e Barsanti ben supportati dall’atipico Rossi, 12,3 punti e 5,3 rimbalzi di media. E’ tutto il cast di supporto a funzionare bene nella formazione toscana che ha una pericolosità diffusa e nel suo roster vanta anche la presenza di un lungo importante per la categoria come Ganguzza. 
Che gara sarà? Una partita in cui la Coelsanus dovrà cercare di correre il più possibile per sfruttare i suoi corridori e la capacità di aprire il campo per le sortite dei piccoli liberando anche più spazio sul perimetro per le fiondate di Matteucci. Con una settimana in più di attività e la riattivazione al meglio di Filippo Rovera e Santambrogio e il recupero dall’influenza di Piccoli, saranno molte di più le frecce nella faretra di coach Passera per festeggiare il Natale prima di tornare in pista già il 27 dicembre a Torino contro il Cus.

(Matteo Gallo - VareseSport.com)

UNDER 17 ECCELLENZA: ROBUR SCONFITTA INTERNA CONTRO BLUOROBICA


Robur et Fides Varese - Bluorobica Bergamo 55 - 80 (11-14; 28-38; 42-60)

Robur et Fides: Zanasca 15, Turolla 0, Trentini 2, Moretti 4, Masotti 7, Aspesi 5, Santandrea n.e., Borsani 2, Macchi 7, Mottini n.e., Corti 2, Cadario 11. Allenatore: Todisco - Diamante

Bluorobica: Moro 0, Rota 5, Foresti 3, Epis 2, Celeri 8, Cacciani 2, Mezzanotte 11, Dessì 13, Delli Paoli 4, Albertini 6, Gerardi 12, Oliva 14. Allenatore: Braga - Ubbiali

Arbitri: Borghi - Rigamonti

Non riesce l'impresa alla Robur et Fides contro la forte Bluorobica. I ragazzi di coach Todisco hanno provato a giocare con energia sin dalla palla a due e nel primo quarto hanno creato sicuramente qualche problema agli avversari. La difesa aggressiva a tutto campo ha infatti permesso di sporcare le linee di passaggio, concedendo perlopiù tiri a bassa percentuale ai ragazzi di coach Braga. Ma le rotazioni davvero ridotte all'osso hanno alla lunga messo in evidenza le differenze soprattutto in termini di fisicità (centimetri e chili in più per gli orobici), che dal secondo quarto in avanti hanno allungato con decisione. I roburini sono comunque usciti a testa alta nonostante il divario finale. D'altronde l'obiettivo resta sempre quello di potersi confrontare con le formazioni più accreditate di questo campionato per accumulare esperienza, trovando spunti di lavoro in settimana per poter compiere ulteriori progressi individuali e di squadra.
Ed ora, dopo la pausa natalizia, la Robur riprenderà il proprio cammino giovedì 8 gennaio a Cantù. L'incontro è previsto per le ore 21.15.
Si coglie l'occasione per augurare ad atleti e famiglie un Sereno Natale ed un Felice 2015.

UNDER 17 ELITE: IL CAMPUS SCIVOLA SUL PARQUET DI PAVIA

Pavia – Campus Varese 59-51 (21-16; 36-22; 49-37)

Pavia : Rochiltzer 9; Costa 10; Moretti 5; VIsigalli 3; Barbero 4; Morosini 0; Caciolli 5; lamarca 9; Savini 14
Campus: Fiamberti 10; Paloschi 0; Armocida 8; Balzaretti 4; Modesti 3; Colasuonno N.E. ; Baggio 2; Spertini 7; Dini 2; Biolghini 0; Crespi 15; Bonnell N.E.

Terza sconfitta per il Campus nel Campionato U 17 Elite, che deve cedere il passo alla maggiore determinazione ed alla grinta dei ragazzi dell’Accademia Pavia.
Analizzando le statistiche a fine gara balza all’occhio un clamoroso 29% al tiro dal campo, frutto di un 3/24 da 3 ed un 17/44 da 2.
Con queste cifre sarebbe stato difficilissimo portare a casa la vittoria,ma la squadra ha sempre provato a restare in partita, e questo è un dato comunque significativo al di là dei numerosi errori commessi.
La prima frazione è stata giocata a viso aperto da entrambe le squadre, con il Campus che ha cercato di correre per mantenere i ritmi alti. Di contro i Pavesi hanno risposto con percentuali al tiro strepitose siglando 21 punti in 10’.
Il secondo quarto è stato un vero e proprio incubo per i ragazzi di coach Diamante , che vedevano ogni tiro infrangersi sul ferro, mentre dall’altra parte Pavia continuava a trovare tiri ad alta percentuale. Il parziale di 15-6 a favore dei padroni di casa portava il punteggio sul 36-22 dell’intervallo.
Dopo la pausa lunga i varesini hanno provato in tutti i modi a ricucire il divario, arrivando a meno 7 a 2 minuti dalla fine del terzo quarto, ma due contropiedi consecutivi di Pavia riportavanoil vantaggio interno in doppia cifra (49-37) .
Spertini e compagni, affidandosi ancora una volta alla difesa , iniziavano la quarta frazione col giusto piglio, trovando con continuità la via del canestro nei primi minuti. Purtroppo poi, la frenesia e l’ansia di dover rincorrere gli avversari hanno generato  numerosi in lunetta (8/19 totali) e nel tiro dalla lunga distanza.
Così Pavia ha chiuso meritatamente in testa l’incontro, mentre per i roburini sarà necessario riavvolgere il nastro e pensare al prossimo incontro, in programma giovedì 18 Dicembre , alle ore 19,30 a BusnagocontroiRhinos Robbiate.

18 dicembre 2014

GRANDE FESTA AL CAMPUS PER IL SETTORE MINIBASKET ROBUR ET FIDES!!

Sì è svolta ieri - mercoledì 17 dicembre - la festa natalizia del settore minibasket Robur et Fides che ha visto la partecipazione di oltre 200 bambini dai 4 agli 11 anni, nella stupenda cornice del centro sportivo Campus per l’occasione addobbato a festa. 
Due ore di giochi, gare e staffette che hanno permesso ai piccoli atleti roburini di trascorrere un meraviglioso pomeriggio di festa, arricchito dalla presenza di tutti i giocatori della prima squadra che hanno dato il loro contributo faticando e divertendosi con i propri “fratelli minori”.
Presente alla manifestazione anche gran parte del direttivo societario, a testimonianza dell'impegno e dell'affetto da parte di tutta la Robur et Fides nei confronti delle diverse attività, anche e soprattutto quelle legate ai più piccoli. 
L’evento, organizzato dal responsabile minibasket e capitano gialloblu Martino Rovera in collaborazione con tutto il proprio staff, è stato arricchito anche da un gesto di solidarietà tramite l’Associazione Banco Alimentare Onlus: ogni bambino infatti è stato invitato a procurare degli alimenti che successivamente verranno donati a famiglie bisognose. 
Modo migliore per festeggiare il Santo Natale non poteva esserci per la sezione basket della storica polisportiva di Via Marzorati.

(da VareseNews)

16 dicembre 2014

UNDER 14 ECCELLENZA: DUE PUNTI D'ORO CONTRO L'ARMANI MILANO

ARMANI JEANS MILANO - ROBUR VARESE 59 – 73 (18-26; 32-49; 52-59)

ROBUR VARESE: Somaschini 17, Torrente 9, Trentini 2, Caruso 26, Dal Ben 10,  Schieppati 2, Zanasca, Calcagni, Civelli 4, Tonani 3, Bessi, Natola. All. Pagani

Vittoria di prestigio ottenuta dal gruppo Robur 2001 contro la squadra Armani a Milano, vittoria frutto di una prestazione quasi al limite della perfezione sia a livello di personalità che di percentuali di tiro soprattutto nel 1^ tempo finito con il punteggio di 49 a 32 in favore della squadra varesina.
Un 1^ tempo che ha annichilito la formazione di casa, incapace di trovare facili canestri a difesa schierata ed altresi’ incapace di contenere le folate in campo aperto e la buona circolazione di palla degli ospiti.
Dopo la pausa lunga però i milanesi aumentando la pressione difensiva chiudono il 3^ quarto sotto di 7 punti ,arrivando ad inizio dell’ultimo tempo a -3 , è a questo punto che i roburini ritornando a lavorare meglio in difesa ripartono di slancio vincendo l’incontro con il punteggio di 73 a 59.
Vittoria alla fine meritata ,ottenuta su un campo sempre difficile da espugnare, che deve aumentare la consapevolezza del gruppo sul fatto che le partite vanno vinte sempre con il lavoro ed il sacrificio di tutti : partendo da quelli con più minutaggio, a quelli che devono dare il loro apporto anche in pochi ma altrettanto importanti minuti.

15 dicembre 2014

DNB: SUPPLEMENTARE FATALE PER LA COELSANUS, SCONFITTA 77 A 75 CONTRO LA SANGIORGESE

Bolzonella, 23pts e 10 rimbalzi
Ltc Sangiorgese – Coelsanus Varese 77-75 dts (14-16, 36-26, 53-42, 68-68)

Ltc: Peroni 13 (2/3, 3/8), Tomasini 6 (1/5, 1/4), Benzoni 25 (3/11, 5/11), Tedoldi (0/1 da 3), Priuli 2 (1/2), Zennaro 5 (2/5, 0/3), Scuratti 10 (4/5, 0/1), Ponzelletti ne, Nuclich 3 (1/1 da 3), Giacomelli 13 (2/3, 3/8). All. Andini.

Varese: Bolzonella 23 (2/5, 3/6), Rovera F. 7 (2/4, 1/7), Castelletta 10 (5/11), Matteucci 24 (4/7, 3/4), Moalli 1 (0/2, 0/1), Innocenti (0/1 da 3), Rovera M. (0/4, 0/2), Lenotti 4 (2/3, 0/1), Santambrogio 6 (0/2, 2/3), Pagani ne. All.Passera.

Una decisiva infrazione di passi. Viene deciso così il derby tra Sangiorgese e Robur con Bolzonella che perde così il pallone dopo che Benzoni dalla lunetta aveva realizzato solo il primo libero lasciando il rimbalzo difensivo al rientrante Filippo Rovera. Il punteggio recitava 76-75 e la Coelsanus poteva sperare di portar a casa un derby nato sotto una cattiva stella che priva i gialloblu di Matteo Piccoli e faceva sì che coach Passera utilizzasse col contagocce Santambrogio, a sedere nei primi 20′.
Dopo un buon primo quarto, la Coelsanus si spegneva nel secondo quarto andando sotto di dieci lunghezze soffrendo tantissimo nella metà campo offensiva. La risalita avveniva solo nel quarto periodo con la Coelsanus che, addirittura, sorpassava a 14” dal termine con bomba di Filippo Rovera (65-66) e sulla palla persa di Peroni, Bolzonella lucrava due liberi con cui siglava il +3 a 9” dalla fine. Niente fallo e Peroni sulla sirena mandava tutti al supplementare dove la Robur ha avuto ancora l’occasione di vincere, sprecandola.
Bene Matteucci che ha prodotto 24 punti con 11 tiri dal campo e tutto sommato positiva la prova del rientrante Filippo Rovera – per lui anche 3 rimbalzi e 5 assist – mentre incredibile la doppia doppia di Bolzonella con 23 punti e 10 rimbalzi. E’ mancato il collante di Piccoli, ma anche capitan Martino Rovera incappato in una serata no. Obiettivo rialzare la testa nel big match di sabato prossimo al Campus contro Bottegone.

Matteo Gallo

11 dicembre 2014

SERIE D: I GIOVANI DEL CAMPUS A UN PASSO DAL COLPO A DAVERIO

Andrea Cattalani, 29 punti
Daverio - Campus 74-73 (19-24; 33-41, 55-60)

Campus: Macchi 5, Vanoni 7, Corsaro 5, Ferretti 4, Maruca, Cattalani 29, Trentini 6, Moretti L.3, Corti, Assui 14.

Daverio: Lesica 4, Zecchillo 5, Croci 2, Busana 17, Conti 5, Pellegrini 15, Tenconi 2, Caccianiga 7, Beri, Duroti, Corti 17, Ferrario.

Ottima prova del giovane Campus che cede di misura in serie D sul campo dell'esperta Daverio dopo aver condotto per lunghi tratti la gara.Con coach Cattalani ai box per un forte attacco febbrile è coach Mauro Lozza a guidare i giovani biancoblu che dopo soli 3' perdono anche Maruca per una botta al ginocchio.Primo quarto segnato dalla mano calda roburina dal perimetro e con ben 5 canestri dall'arco tutti di fattura diversa si corre avanti 24 a 19.Daverio resta in scia ma fatica a tenere i ritmi alti dei baby campus che a referto mandano ancora i '99 Corti e i '98 Macchi e Trentini.Prove decisamente concrete di Assui e Vanoni che guidati da un capitan Cattalani in versione deluxe (29 pt) mantengono la testa del match fin oltre il 30' (ancora 60 pari al 32').Poi la maggior esperienza e fisicità dei padroni di casa viene fuori e un parziale sembra segnare la gara al 35' con Daverio avanti  di 8 lunghezze.Ma il Campus non demorde e rientra ancora nonostante Popo Corti sotto i tabelloni domini e Busana orchestri bene i possessi dei suoi. A 21" da giocare con Daverio avanti 73-72 Popo Corti fa 0/2 dalla lunetta e Cattalani a 5" dalla fine finisce in lunetta con due liberi pesantissimi. Primo corto ,secondo a segno, 73 pari e time out Daverio. Sulla rimessa offensiva Busana si butta dentro e viene premiato con un fallo che in lunetta permette l'1/2 decisivo.Prossimo impegno casalingo contro Arluno venerdì 12 dicembre ore 21. 

DNG: SCONFITTA ESTERNA SUL CAMPO DELLA CAPOLISTA TORINO

PMS Torino - Robur et Fides 80-56 (18-13;37-29;53-50)

Robur : Vanoni, Corsaro 8, Ferretti, Cattalani 15, Maruca n.e., Moalli 7, Pagani 22, Moretti L., Porrini n.e., Assui 4.

PMS : Tacchino 8, Bergese 6, Barbaz 2, Agbogan 10, Pichi 7, Di Bonaventura 9, Baldasso 14, Vangelov 19, Rauti 3, Neri, Tomatis, Bianchi 2.

Trasferta proibitiva sul campo della capolista PMS Torino per la DNG Robur orfana di 4 elementi(assenti Innocenti e Pol,in panca solo per numero gli ancora infortunati Maruca e Porrini).Ancora malato coach Cattalani, sostituito di nuovo da Lozza assistito da Binda. Discreta prova però fornita dai roburini che pur rimaneggiati lottano alla grande.Pur sempre rincorrendo non mollano fino al 30" quando il divario è solo  di tre lunghezze(53-50).Nell'ultima frazione però la stanchezza e le poche rotazioni creano uno scarto finale fin troppo ingiusto.Prossima gara al Campus lunedì 15 alle 21 contro Arona.

09 dicembre 2014

UNDER 17 ELITE: TORNA ALLA VITTORIA IL CAMPUS DOPO DUE SCONFITTE

Campus Varese vs Basketown Milano : 63-57 (15-13; 35-31; 51-47)

Campus Varese: Fiamberti 3; Dini 9; Balzaretti 8; Armocida 8; Biolghini 4; Paloschi 3; Guadagna 2; Spertini 7; Colasuonno 2; Modesti 17; Bonnell 0; Macrina 0.

Basketown Milano: Valeri 9; Iosca 2; Ometto N.E: ; Berini 2; Ghilardi 10; Vespasiani 5; Riganti 0; Agbalog 0; Pacella 10; Gastaldi 6; Rosella 13

Ritrova il sorriso il gruppo U 17 Elite  dopo le sconfitte patite negli ultimi due incontri di campionato. Partita non facile per i ragazzi di coach Diamante, che hanno dovuto affrontare la terza forza del campionato, il Basketown Milano, peraltro privi dell’influenzato Davide Crespi, uno dei terminali offensivi della squadra.I varesini sono partiti subito all’arrembaggio e con grinta e determinazione hanno accumulato alcune lunghezze di vantaggio (11-4 al 6’), sospinti dalle buone giocate difensive e dai contropiedi aperti da un Biolghini sempre presente sotto le plance. Ma i milanesi si sono dimostrati squadra di carattere e non hanno mai mollato, ricucendo ogni tentativo di fuga dei padroni di casa. Dopo il 15-13 interno del 10’, gli ospiti hanno schierato per buona parte del secondo quarto una ostica difesa a zona 2-3, per frenare le incursioni degli esterni roburini. Così il punteggio è rimasto a lungo in equilibrio, ed alla pausa lunga il tabellone segnava 35-31 Campus.
Alla ripresa del gioco, Balzaretti e compagni hanno aumentato ulteriormente l’intensità difensiva, recuperando numerosi palloni convertiti poi in rapidi contropiedi per il più 10 di metà parziale (46-36).Ma la zona ospite ha rallentato l’ennesima fuga dei padroni di casa e lo svantaggio è stato limato fino al 51-47 del 30’.
Nell’ultimo quarto è stata l’esperienza diFiamberti a fare la differenza. Decisivii suoi 10 recuperi ed 8 rimbalzi, a coronamento di una prova davvero molto incisiva. Gli ultimi due minuti sono stati davvero intensi: un canestro di Dini prima, un 3 su 4 ai liberi di Modesti (5/7 totali) ed una oculata gestione del pallone da parte di Spertini, hanno permesso al Campus di esultare.
Tra gli ospiti da segnalare l’ottima prova di Rosella, classe 2000, che ha messo a segno ben 13 punti.
Il Campus sale così a quota 18 punti, portandosi a più 6 su Lecco , sconfitta da una sorprendente Pavia, e Basketown , che assieme a San Giuliano resta in sciadella seconda piazza, occupata al momento da Inzago.
Prossimo appuntamento: Domenica 14 dicembre a Pavia, alle ore 1

UNDER 17 ECCELLENZA: SCONFITTA IN VOLATA A BERNAREGGIO



Pall. Bernareggio - Robur et Fides Varese 78 - 74 (18-21; 31- 40; 66-54)
Robur et Fides : Zanasca 20, Turolla n.e., Trentini 8, Moretti 14, Masotti 0, Aspesi 2, Santandrea n.e., Borsani 0, Macchi 8, Corti 0, Cadario 22. Allenatore: Todisco - Diamante
Pall. Bernareggio: Pozzoni 22, De Gaetano 10, Viscusi 3, Casanova 0, Mauri 0, Sala N. 5, Sala M. 16, Fusato 9, D'Amore 0, Chirico 8, Nofi 5. Allenatore: Porta - Sacchi
Arbitri: Cè - Iengo
Inizia con una sconfitta il Girone Silver della Robur et Fides in quel di Bernareggio, squadra ancora a zero punti, ma sicuramente ostica per le le sue caratteristiche fatte di corsa, aggressività e grande precisione nel tiro da fuori. Eppure l'incontro si era messo piuttosto bene per i colori biancoblù che , dopo un primo quarto all'insegna dell'equilibrio (21-18 in proprio favore al 10'), aveva allungato grazie ad una buone vena difensiva, capace di spezzare le trame dei padroni di casa. Così, con l'ultimo canestro prima dell'intervallo realizzato da Aspesi, il tabellone segnava un eloquente 31-40 esterno. 
Al rientro in campo, però, i ragazzi di coach Porta schieravano una zone-press davvero aggressiva, che rallentava i ritmi di Cadario e soci. Oltretutto la zona 2-3 schierata  oscurava il canestro ai roburini per diversi minuti, ed una serie di 4 triple consecutive (alla fine dell'incontro saranno ben 11) ribaltavano completamente l'inerzia del match. Così si arrivava al 30' con un inaspettato 66-54 in favore dei padroni di casa. I ragazzi di coach Todisco però non ci stavano ad ammainare la bandiera prima del previsto e, con una rabbiosa reazione, costruivano la rimonta sotto la spinta di capitan Zanasca (20 punti con 5/12 da 2, 2/4 da 3, 4/8 ai tiri liberi e 7 rimbalzi),  di Cadario (22 punti con 6/12 da 2, 2/7 da 3, 4/5 ai tiri liberi e ben 11 rimbalzi), e di uno sprazzo di Moretti (14 punti nonostante il rientro da una fastidiosa influenza). Purtroppo, però, sul 76-74 per Bernareggio a 20'' dal termine, era lo stesso Cadario a perdere il pallone del possibile pareggio, ed il 2/2 dalla lunetta di Pozzoni chiudeva definitivamente il match.
Un vero peccato, perchè una vittoria avrebbe rialzato il morale della truppa, ma bisogna guardare avanti e lavorare con fiducia ed impegno per costruire un futuro che potrà regalare comunque ancora tante soddisfazioni.
Prossimo appuntamento: mercoledì 17 dicembre, presso il Centro Sportivo di Via Pirandello, 31, a Varese, contro la forte Bluorobica Bergamo, alle ore 21.00.

05 dicembre 2014

DNB: COELSANUS ROBUR ET FIDES ANCORA SECONDA DOPO LA PRIMA SOSTA AI BOX

E’ passata la prima settimana di riposo in casa Robur dovuta al campionato “monco” che si sta disputando per l’ormai conosciuta sparizione di Firenze che ha determinato un doppio turno di sosta in un campionato che avrebbe dovuto essere dispari. Settimana utile a reinserire Filippo Rovera che riprenderà confidenza piano piano col gioco e dovrebbe esser disponibile per il derby contro San Giorgio del prossimo 14 dicembre. Permane, invece, l’incertezza sul recupero di Santambrogio dall’infortunio muscolare che lo ha colpito, ma la situazione è fluida e non è certo oggi che si deve decidere sul suo impiego tra dieci giorni.
Il turno appena passato ha, tutto sommato, arriso ai gialloblu che hanno mantenuto la seconda posizione in classifica seppur raggiunti dal Bottegone a quota 12 punti con Siena che sta tentando la fuga coi suoi attuali 16 punti. Dietro la Coelsanus c’è una vera muta di cani da caccia che cercherà di agganciare i varesini nel prossimo turno: Cecina, Pavia, Piombino, Borgosesia e Livorno sono tutte appaiate a quota 10 punti.
Dando un’occhiata alle statistiche di questa prima partita di stagione, Bolzonella e Matteucci sono i top scorer gialloblu e si trovano appaiati al sesto posto nella classifica dei bomber del girone con 16,2 punti ad allacciata di scarpe. Lo stesso Bolzonella occupa insieme a Santambrogio il decimo posto nella percentuale al tiro pesante: 39%, mentre “Uccio” domina la vetta come miglior tiratore di liberi del girone: 90% e tra i suoi inseguitori c’è lo stesso Bolzonella in quinta piazza con l’85%. Il polipo Matteo Piccoli occupa la seconda piazza nella classifica delle palle recuperate a 2,7 di media a testimonianza dell’intensità difensiva che l’ala gialloblu sta profondendo in questa stagione, mentre è ancora Matteucci ad essere il leader nella classifica delle stoppate con 1,4 di media in coabitazione con Sacchettini di Borgosesia mentre Lenotti insegue a brevissima distanza: 1,3. Matteucci è anche quinto per falli subiti e l’importanza di Bolzonella e Matteucci si concretizza anche nell’essere nella top 5 per valutazione del campionato: quinto il play con 17,4, terza l’ala con 18,4 di media.

VareseSport.com (Matteo Gallo)

04 dicembre 2014

UNDER 14 ECCELLENZA: ROBUR IN STRISCIA, OTTIMA PROVA CONTRO BRESCIA

ROBUR CELSANUS - CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 75 - 66 (22-17; 41-32; 55-38)

ROBUR VARESE: Zanasca 9, Valli 2, Tonani 1, Torrente 18, Bessi 1, Somaschini 24, Caruso 10, Schieppati 3, Civelli 3, Calcagni , Dal Ben 4, Natola . All. Romano Pagani – Matteo Binda.

BRESCIA: Pernetta 2, Porta, Merlin, Dalcò 8, Golonia 2, Caserta, 19, Faroni 2, Scaroni 2, Amadini 2, Zorat 25, Peschiera 4, Rotini 2. All. Antonelli

Continua la corsa per l'Under 14 Eccellenza con una solida prova in casa vs Brescia, squadra molto fisica e ben organizzata. Primo quarto firmato Robur, 22-17 ma non si riesce a prendere il largo. Ennesimo tentativo di allungo in casa Robur con un parziale di 19-15 del secondo quarto, ma in ogni caso Brescia non demorde.Il terzo quarto è il fiore all'occhiello in questa stagione per questo gruppo: il livello difensivo sale notevolmente, concedendo solo 6 punti e portandosi a inizio quarto quartosul 55-38. Partita quasi in ghiaccio, ampie rotazioni e risultato finale di 75-66. MVP Somaschini con 24 punti e 10 Falli subiti.

UNDER 15 ELITE: UNA VITTORIA E UNA SCONFITTA PER LA SQUADRA DI PAGANI

Robur et Fides - Pall.Saronno 55 - 54

Scontro casalingo della compagine di Pagani nel consueto Matinée domenicale al campus contro l'imbattuta Saronno. Dopo la sconfitta dell'andata i ragazzi di casa vogliono dare una scossa al campionato, arricchendo inoltre il roster con due U14 (Caruso e Somaschini).
La partita è estremamente equilibrata, primo quarto sul 14-14. Il secondo periodo le difese salgono di livello ed entrambi gli attacchi producono poco, parziale7-9 per Saronno. Risultato al riposo fissato sul 21-23. Il terzo quarto è terra di conquista per la RObur et Fides, parziale 16-12 e ci si prepara a un ultimo quarto da cardiopalma. Un sorpasso dietro l'altro, nessuna delle due squadre molla un colpo mettendo sul parquet corpo e anima.
La partita si risolve negli ultimi secondi come da copione cinematografico: sotto di uno e con meno di 15 secondi a cronometro gli attacchi dei padroni di casa vengono respinti dal ferro per ben 3 volte prima che Daverio segnasse
praticamente sulla sirena il canestro vittoria! RIsultato finale 55-54 con MVP Caruso che esordisce al piano più alto con un 2 punti più 14 rimbalzi da incorniciare-

Trecella - Robur et Fides 79 - 74

Dopo l'importante vittoria in casa del turno precedente contro la capolista Saronno, questa settima i Varesini si devono arrendere alla maggior voglia di vincere degli avversari su un campo difficile come quello di Trecella. I nostri ragazzi pagano a carissimo prezzo un secondo quarto molto sottotono.
Partiti forte (16-20 primo quarto), il parziale iniziale viene vanificato dalla poca aggressività difensiva (28-19 il parziale a favore dei padroni di casa). Il terzo quarto riparte dal 44-39 ed è subito Trecella a segnare il passo con un paio di incursioni in mezzo all'area. Reazione dei ragazzi di Pagani che tornano in partita fino al -2, ma nel finale la poca lucidità su entrambe le metà campo costringe i roburini alla resa sul punteggio di 79-74

02 dicembre 2014

DNG: SCONFITTA INTERNA CONTRO L'OTTIMA FORMAZIONE DI CASALE MONFERRATO

Giordano Pagani, 21 pts 8/9 da due
ROBUR ET FIDES - LIBERTAS CASALE MONFERRATO  60-74 (13-22; 29-35; 41-54)

Robur: Vanoni n.e., Innocenti 4 (1/5 0/3 2/6 t.l.in 28'), Corsaro 9 (1/2/1/2 4/6 t.l in 16'), Ferretti 3 (1/2 da tre in 3'), Cattalani (0/3 0/1 in 12'), Pol (0/1 da 3 in 11'), Maruca 7 (2/6 0/8 3/4 t.l. in 26'), Moalli 3 (1/4 1/2 t.l. in 35'), Pagani 21 (8/9 5/8 t.l), Moretti n.e., Assui 13 (2/2 2/4 3/4 t.l).

Casale: Dell'Aira 2, De Ros, Valentini F.20, Valentini L.8, Giovara 8, Rattalino 14, Secco n.e., Rovina, Giromini 3, Pogliani 9, Ruiu 10.

Dopo la vittoria esterna a Genova cede in casa la DNG robur al cospetto di una forte Libertas Casale Monferrato.Tutto sommato un buon piglio dei ragazzi di Cattalani che però sono sempre costretti a rincorrere la formazione ospite che scappa via già nella prima frazione (13-22 al 10').Le triple dei fratelli Valentini e Giovara (11 bombe di squadra alla fine) sospingono i piemontesi,ma un'ottimo Pagani si fa sentire sotto le plance ed insieme ad Assui ricuce più volte (29-35 al 20' e 37-40 al 25').Purtroppo però nonostante i biancoblù lottino fino alla fine Casale sembra avere qualcosa in più se non altro sul tiro da fuori e la serata non felice dalla linea della carità (18/30) condanna alla resa La Robur.
Prossima trasferta in casa della capolista PMS Torino lunedì 8 dicembre ore 20:30.

SERIE D: VITTORIA CASALINGA DEL CAMPUS CONTRO LEGNANO

Matteo Maruca, 21 pts 4/7 da tre
CAMPUS VARESE - BASKET LEGNANO  84-69 (21-21;45-42;64-60)

Campus: Zanasca 7 (1/2 da 3 4/4 t.l. in 11'), Vanoni (in 7'), Innocenti 13(5/8 3/8 t.l. in 21'), Corsaro 19 (3/6 1/3 10/10 t.l.), Ferretti 2 (1/3 0/2 in 10'), Piccoli 17 (4/8 2/8 3/6 t.l. in 23'), Pol 2 (1/1 0/2 in 26'), Trentini 2 (1/1 in 8'), Maruca 21 (3/5 4/7 3/5 t.l.),Corti 0/1 da 3 in 7'), Cadario 1(0/1 0/1 1/2 t.l. in 8'), Assui (0/2 da 2 in 14').

Legnano: Vignati 0, Garavaglia 2, Delfi 5, Crosignani 13, Grittini 3, Monguzzi 2, Penati 13, Tagliabue 5, Villa 14.

Acciuffa la quarta vittoria in serie D il giovane Campus di Cattalani che al Campus ha la meglio sulla compagine di Legnano proprio a 8 punti in classifica ed ora affiancata dai roburini.Con Porrini e Cattalani ai box per caviglie in disordine in regia parte Piccoli che viene a dar man forte visto il riposo della DNB e si segnala l'esordio dei '99 Corti e  Cadario con anche il '98 Trentini alla prima uscita con questo gruppo. Si fatica per tre quarti soprattutto in difesa dove si concede troppo alla squadra ospite.Fortunatamente l'attacco funziona e la gara è sempre condotta anche se sempre di pochi punti. Al 30' i ragazzi di Cattalani sono avanti 64 a 60 e finalmente si stringono le maglie in difesa concedendo solo 10 punti nell'ultima frazione che consentono di chiudere  con un buon margine grazie anche alle triple di Maruca e alla precisione in lunetta di Corsaro (10 su 10 dalla linea della carità).
Ora trasferta insidiosa in quel di Daverio che viaggia nelle zone alte della classifica venerdì 5 dicembre ore 21:15.

UNDER 14 PROVINCIALE: LA ROBUR CEDE IL PASSO ALLA CAPOLISTA MALNATE

ROBUR ET FIDES - ORMA MALNATE 43-63 (11-14; 19-32; 27-55)  

Robur et Fides: Lo Nero, Zavattaro 6, De Molli 6, Bonaria 5, Zanelli 3, Giampaolo 5, Erbetta, Iori 8, Biganzoli 2, Bizzozero 2, Villa 4, Federici 2.
 
Orma Malnate: Campioni 1, Campanini 2, Palladini 5, Zaupa 17, Kra 6, Moretti 16, lunardi 4, Stella 1, D'Addetta 6, Langeli 3, Cassani 2, Barbesino.

Per un quarto e mezzo all'altezza della capolista: la Robur et Fides ha resistito per 15' alla miglior qualità degli avversari dell'Orma Malnate, poi, nei cambi d'assetto imposti dalle rotazioni, i rburini hanno pagato dazio e sono sprofondati - si era nel terzo quarto - dal meno dodici (palla in mano) al meno trentadue, "rimontato" fino al 27-55 frutto di disattenzioni nelle gestione della palla (rimesse consegnate agli avversari, passaggi avventati) e di mancanza di pazienza in attacco.Ottima comunque la prova di De Molli, positivo anche Zavattaro soprattutto nei primi 10 minuti: "Complessivamente - spiega cocach Raiomondo Diamante - tutti bene anche dopo l'imbarcata del terzo quarto perché i ragazzi hanno comunque reagito, vincendo meritatamente l'ultima frazione nella quale Malnate ha comunque lasciato in campo il cannoniere Zaupa e il capitano Cassani".

01 dicembre 2014

UNDER 17 ECCELLENZA: ROBUR SCONFITTA IN TRASFERTA CONTRO MILANOTRE

Milanotre - Robur et Fides 86 - 78 (17-15; 33-34; 61-52)

Robur et Fides : Zanasca 14, Turolla n.e., Trentini 5, Moretti 18, Masotti 4, Aspesi 4, Borsani 2, Macchi 7, Corti 9, Cadario 15. Allenatori: Todisco - Diamante

Milanotre : Abante 7, Cavagnera 19, Ferraro 6, Valdameri 2, Delos Reyes 4, Smaldone 2, Abellera 3, El Rawi 2, Sovera 10, Sorrentino 20, Virtuani 2, Migliavacca 9. Allenatori: Frausini - Colombo

Chiude la prima fase con una sconfitta l' U 17 Eccellenza Robur. Sul campo della sempre ostica formazione di Milanotre i varesini cullano per due quarti il sogno di strappare un'altra vittoria, ma devono poi arrendersi di fronte alla carica agonistica dei milanesi sprigionata nel terzo quarto e nei primi minuti dell'ultima frazione. La Robur tiene comunque botta all'inizio, nonostante i due precoci falli di Moretti. Le cattive condizioni fisiche di Trentini ed il rientro dopo un mese di sosta ai box per Turolla (ancora però precauzionalmente solo in panchina), limitano le rotazioni degli uomini a disposizione di coach Todisco. La difesa contiene bene le folate dei padroni di casa e gli attacchi equilibrati aprono spazi per le incursioni di Cadario (15 punti con 4/7 da 2, 1/3 da 3 e 4/8 ai tiri liberi oltre a 6 rimbalzi) e Zanasca (14 punti per lui alla fine). Anche Corti dà finalmente il suo contributo (9 punti con 3/4 da 2, 1/1 da 3 e 6 rimbalzi in 29') ed il massimo vantaggio esterno si registra sul 32-26 del 18'.
Dopo la pausa lunga ci si attendeva un minimo di continuità, ma l'energia dei padroni di casa unita ad una precisione crescente nel tiro dalla lunga distanza, scavavano il primo solco (61-52 al 30' con Cavagnera e Sorrentino a dettar legge)). Un ulteriore parziale di 15-6 per i ragazzi allenati da coach Frausini portava al massimo vantaggio per i milanesi (76-58 al 34'). Poi, l'uscita dal campo di Cadario per un lieve infortunio scuoteva i roburini che, con un Moretti finalmente in partita (anche se troppo tardi) si riavvicinava fino al 78-86 finale, rendendo meno amara la sconfitta. Per l'esterno mancino del '98 sono stati 18 i punti messi a segno con 6/10 da 2, 2/6 da 3, ma 0/3 ai liberi, oltre a 4 rimbalzi totali. Peccato anche per il 10/24 totale dalla lunetta, che ha inciso non poco sull'economia della partita.
In definitiva, un'altra prova che aiuterà a crescere soprattutto sul piano della personalità e che si spera possa servire per migliorare la gestione emotiva di alcuni momenti di partita.
L'ingresso nel ''Girone Silver'', che vedrà l'inizio presumibilmente tra una decina di giorni, proporrà a capitan Zanasca e soci una serie di incontri decisamente utili per verificare se il piano di crescita procede nel modo migliore.

UNDER 17 ELITE: A LECCO ARRIVA LA SECONDA SCONFITTA PER IL CAMPUS

Basket Lecco - Campus Varese 64-62 ( 16-17; 26-24; 44-38)

Basket Lecco: Tagliabue 4; Bonacina 11; Monte 17; Rotti 5; Tremolada 0; Colombo 9; Rosinelli 2; Borghetti 0; Bianchi 0; Maver 0; Albenga 8; Riva 8.

Campus Varese: Fiamberti 8; Crespi 13; Baggio 0; Armocida 6; Dini 5; Spertini 12; Biolghini 3; Modesti 9; Cagnone 0; Guadagna n.e.

Nuovo stop per i ragazzi del Campus, che perdono in volata dopo aver inseguito per molti minuti una pimpante e quanto mai determinata Basket Lecco.
Nel primo quarto le due formazioni si sono affrontate a viso aperto, con giocate pregevoli che hanno infiammato gli spettatori presenti. Nel secondo quarto, invece,  sono salite di tono le difese che hanno concesso davvero poco agli attacchi avversari . Il parziale di 10-7 interno ha mandato le due squadre negli spogliatoi sul 26-24 in favore dei padroni di casa.
Al rientro in campo dopo la pausa lunga Lecco appariva più cinica e volenterosa, punendo le continue disattenzioni dei ragazzi di coach Diamante. Un mini break consentiva loro di chiudere sul più sei (44-38) al 30’. Ultimo quarto ancora all’insegna della discontinuità per i varesini, che si lasciavano travolgere dalla furia dei padroni di casa, sprofondando fino a meno 12 al 37’. Due timeout scuotevano però Crespi e soci che, con una rabbiosa rimonta, si riportavano in parità con ancora 40’’ da giocare. Ma i padroni di casa non si lasciavano intimorire ed in un infuocato finale Bonacina siglava i due liberi che chiudevano di fatto l’incontro.
Sul risultato finale pesa sicuramente anche il10/23 dalla linea della carità, ma è giusto rimarcare che l’atteggiamento in campo non sempre è stato positivo. Come sempre il duro lavoro in palestra potrà consentire ai ragazzi di migliorare individualmente per mettere poi le proprie capacità al servizio del gruppo.
Prossimo appuntamento: sabato 6 dicembre, contro Basketown Milano, presso il Centro Sportivo Robur et Fides di Via Marzorati, 51, a Varese, alle ore 17,30.

25 novembre 2014

UNDER 14 PROVINCIALE: NETTA VITTORIA NEL DERBY CONTRO IL BOSTO

Basket Bosto - Robur et Fides Varese 55-95 (5-40; 20-55; 39-76)

BOSTO: Alini, Vanoli, Barucci, Brusa, Campi 8, Ciotti 18, Contreras Ofras 21, Izzo 4, Pegoraro 2, Bonifacio 2, Nasr Eldin, Brisigotti. Allenatore: Alberto Mottini.

ROBUR ET FIDES: Lo Nero 5, Zavattaro 20, Bonaria 14, Marini 3, Zanelli 12, Giampaolo 3, Erbetta 2, Crespi 8, Iori 11, Biganzoli 7, Visco 8, Sartori. Allenatore: Raimondo Diamante.

L'avversario non era di prima fascia ma i roburini hanno subito dato dimostrazione pratica di quel che aveva chiesto loro coach Raimondo Diamante: aggressività in difesa, rapidità in attacco puntando sul contropuiede e, di fronte alla difesa avversaria schierata, una circolazione rapida e fluida della palla. Ebbene, per dieci minuti il comdanamento del coach è stato applicato alla lettera da Zanelli (super) & Compagni.
Peccato che, dopo le rotazioni di una secondo quarto da motore "grippato" (15-15 il parziale con un timido risveglio dei varesini allenati dal Alberto Mottini), la Robur si sia "piantata" giocando solo per accelerazioni.
Il motivo? I gialloblù devono avere più fiducia nei loro compagni e meno fretta nel giocare la palla perché quando giostrano di squadra, pensando a far canestro e a difendere come fossero moschettieri (tutti per uno e uno per tutti), dimostrano di saper dar vita a una pallacanestro piacevole e redditizia allo stesso tempo.
Tutti i roburini, infatti, hanno "sporcato" il referto e chi non c'è riuscito, come Sartori, si è comunque dimostrato generoso nei confronti dei compagni e voglioso di giocare, rientrando negli ultmini minuti con un dito "insaccato"  e dolorante che l'aveva costretto a uscire anzitempo dal campo nel secondo quarto.
Lo spirito giusto per andare all'assalto della corazzata Malnate nella gara che al Campus, mercoledì 26 novembre (ore 19) chiuderà la prima fase del campionato. Decidendo le sorti della Robur nel prosieguo del torneo: comunque vada, l'importante è che i roburini non dimentichino d'essere un gruppo che può valere molto più di Gold e Silver. Essendo già la squadra di... Diamante.

24 novembre 2014

DNB: LA COELSANUS REGOLA PAVIA, DECISIVI I LUNGHI GIALLOBLU

Giulio Castelletta, 16 punti
Coelsanus Varese – Edimes Pavia 68-57 (17-14, 33-28, 45-40)

Varese: Bolzonella 4 (1/3, 0/1), Piccoli 9 (2/8, 1/5), Castelletta 16 (7/9), Matteucci 19 (4/7, 1/3), Moalli 2 (1/4, 0/1), Innocenti (0/2), Rovera M. 4 (1/6, 0/1), Lenotti 9 (4/5), Santambrogio 5 (0/1, 1/5), Pagani ne. All. Passera.

Pavia: Fossati 7 (0/1, 1/2), Benevelli 4 (1/2, 0/6), Degrada 23 (7/9, 2/7), Buscaino 8 (2/3, 1/7), Bozzetto 4 (2/5), Diamantini ne, Savelli 2 (1/3), Fedeli ne, Tassone 4 (1/4, 0/2), Cristelli 5 (2/5). All. Bianchi.

Non è stata certo una partita per palati fini quella disputatasi stasera al Campus tra Robur e Pavia. Gioco spezzettato da tanti falli – saranno 43 in totale – tanti liberi e squadre che non sono mai entrate veramente in partita.
Dal canto suo la Robur faceva ancora a meno di Filippo Rovera e ha comandato l’incontro sin dalla palla a due senza mai lasciare nemmeno per un istante la possibilità a Pavia di sorpassarla nel punteggio mantenendo sempre un margine attorno ai 5 punti.
E’ stata una partita in cui Pavia ha saputo limitare ottimamente Bolzonella costretto alla peggior prova dell’anno: 4 punti in 20′ a causa dei falli commessi con anche quattro palle perse con una valutazione di 1. Nonostante ciò, gli ospiti non sono riusciti a far il colpo e, anzi, sono usciti leggermente ridimensionati. Tolte le iniziative e i punti di Degrada (23 punti in 30′) per il resto la Edimes è stata evanescente: vi diciamo soltanto che gli altri giocatori a disposizione di coach Bianchi hanno tirato con un desolante 11/40 dal campo…
Chi ha vinto questa partita? Certamente i lunghi gialloblu: il solito Matteucci, Lenotti e Castelletta sono stati assolutamente decisivi. Tanti punti – 44 su 68 totali – facendosi sentire a rimbalzo – 8 per Castelletta e 7 per Lenotti e Martino Rovera, ma anche fungendo da registi occulti del gioco di coach Passera con Matteucci e Lenotti capaci di sfornare 4 assist cadauno. Il nostro mvp: con ogni probabilità Castelletta autore di una prova sostanziosa sotto ogni punto di vista.
La Robur è sempre stata avanti e quattro punti in fila di Castelletta negli ultimi 120” han dato il la alla fuga decisiva per una Coelsanus che ora rimarrà a guardare per due domeniche consecutive a causa del doppio turno di riposo consecutivo.

Matteo Gallo

UNDER 17 ELITE: ARRIVA IL PRIMO STOP STAGIONALE CONTRO INZAGO

Campus Varese – Forte Vive Inzago 65-69 (16-15; 22-35; 47-45)

Campus Varese: Cagnone 0; Crespi 17; Paloschi 6; Armocida 7; Fiamberti 0; Colasuonno 0; Modesti 13; Spertini 13; Guadagna 0; Biolghini 1; Balzaretti 7; Baggio 1

Inzago: Brambilla 2; Morse 19; Conca 4; Musco 2; Brusanolino 8; Bindellini 16; Lotto 2; Carcano 5; Vassalli N.E.; Osti 6; Barazzetta 5; Gentile 0

Finisce l’imbattibilità del Campus che si è dovuta arrendere, tra le mura amiche, ad una solida e mai domaInzago.
Nel primi 20’ il Campus non è mai riuscito a trovare il bandolo della matassa, trovandosi in seria difficoltà contro la zona 2-3, utilizzata per oltre 30 minuti dagli ospiti. Ma, soprattutto, l’atteggiamento difensivo non è stato all’altezza delle precedenti gare. Così, dopo l’effimero 16-15 del 10’, il parziale di 20-6 esterno del secondo quarto ha mandato le squadre negli spogliatoi sul 22-35.
Al rientro in campo i padroni di casa hanno alzato gradatamente l’intensità difensiva e le palle recuperate hanno prodotto canestri facili in contropiede. La rimonta si è concretizzata sul finire del tempo chiuso sul 47-45.
Nell’ultimo quarto si è assistiti ad un capovolgersi continuo di situazioni, con le due squadre che non ne volevano sapere di abdicare. Alcune conclusioni sbagliate negli ultimi minuti ed un certo nervosismo che è costato un pesante tecnico fischiato dagli arbitri a Fiamberti, ha permesso ai milanesi di rimettere la testa avanti sul filo di lana, e conquistare così una prestigiosa vittoria in casa della imbattuta capolista.
Una sconfitta che deve lasciare comunque sereni gli atleti di coach Diamante, facendo parte del percorso di crescita che essi stanno affrontando. La cosa importante in questo momento è rimboccarsi le maniche e continuare a lavorare sodo per riprendere il cammino intrapreso sin dalla prima giornata.
Prossimo appuntamento:  Domenica 30 Novembre a Lecco, partita valida per la prima giornata del girone di ritorno, alle ore 11:30.

UNDER 17 ECCELLENZA: OTTIMA PRESTAZIONE DELLA ROBUR A CASALPUSTERLENGO

Casalpusterlengo - Robur et Fides 86-74 (24-12; 41-25; 60-55)

Robur et Fides: Zanasca 16, Trentini 8, Moretti 18, Masotti 4, Aspesi 0, Santandrea n.e., Borsani 0, Macchi 6, Corti 0, Cadario 22
Allenatore: Todisco - Diamante

Casalpusterlengo: Bergamo 24, Brigato 13, Milojevic 13, Dincic 6, Piazza 0, Rota 0, Zucchi 13, Giglioli 8, Fantauzzi 2, Fontana 7
Allenatore: Andreazza - Bonacina

Arbitri: Pansecchi - Guerrera

Torna a mani vuote dalla trasferta di Codogno la formazione U 17 Eccellenza della Robur ma dopo aver disputato una partita ad alto coefficente di intensità, che l'ha tenuta a stretto contatto dei padroni di casa fino a 3' dal termine.
L'inizio della partita è equilibrato con buoni attacchi da entrambe le parti e difese attente. Ma sul 10-8 interno del 6' i roburini affrettano alcune conclusioni, facendosi trovare impreparati sui contrattacchi dei ragazzi di coach Andreazza. Il parziale di 12-4 degli ultimi 4' fissa cosi il punteggio sul 24-12 del 10'. Nel secondo quarto non ci sono scossoni degni di nota. I roburini tengono il campo molto bene ed il parziale di 17-13 porta le squadre alla pausa lunga sul 41-25.
Al rientro in campo tutti si aspettano un allungo deciso dei lodigiani, ma non è così. I ragazzi di coach Todisco allungano la difesa, mettendo pressione sui portatori di palla e sporcando tutte le linee di passaggio. Le palle recuperate di squadra aumentano vertiginosamente e procurano canestri facili in contropiede (schiacciata a due mani per Trentini e Moretti in campo aperto). Il parziale di 30-19 per capitan Zanasca e soci porta la Robur sul 55-60 al 30'. L'energia non è ancora finita, così in 3' viene confezionato un altro parziale di 6-0 con relativo sorpasso (60-61). La tensione in campo è palpabile e le squadre si alternano nel punteggio (65-66 Robur al 36'). Poi una tripla di Brigato per Casalp e due liberi di Zanasca fanno 68 pari con 3' da giocare. A questo punto , però, la benzina finisce sul serio, e le rotazioni ridotte (solo 9 gli effettivi) non consentono ai varesini di reagire al successivo parziale di 8-0 per i padroni di casa.
Non arriva la vittoria ma i roburini tornano a casa ancora una volta con la consapevolezza dei progressi compiuti in quest'ultimo mese. Bravi davvero ed avanti così!!!

Prossimo appuntamento: sabato 29  novembre a Milano 3, incontro valevole per l'ultima giornata del girone ritorno della prima fase, alle ore 17,30.

21 novembre 2014

DNB: IMPORTANTE SFIDA CASALINGA CONTRO PAVIA SABATO ALLE 20:30 AL CAMPUS

E’ pronta all’ultima fatica prima di un periodo di forzato riposo la Coelsanus allenata da coach Franco Passera. Dopo la vittoriosa prova di domenica scorsa sul campo di Borgosesia frutto di un’attenta difesa, ma anche della capacità di adattarsi al solito metro arbitrale ove tutto o quasi è permesso, la Robur affronterà fra le mura amiche del Campus la temibile Edimes Pavia.
Sebbene le due squadre siano appaiate in classifica, in realtà gli ospiti sono messi meglio dei padroni di casa a causa del quoziente vittorie: avendo già riposato un turno, Pavia vanta un 71% di vittorie contro il 63% dei gialloblu. Servirà a maggior ragione la massima concentrazione per giungere all’agognata vittoria dato che, rimanendo fermi per due turni e rientrando in pista solo il 14 dicembre nel derby da giocare sul campo del PalaBertelli contro la Sangiorgese, agli uomini di Passera i due punti faranno da nutrimento per quasi un mese. Mese in cui gli avversari continueranno a galoppare e in cui i roburini non potran far altro che guardar la classifica aggiornarsi e capire dove si posizionerà la Robur soprattutto alla luce di una possibile ambizione playoff.
La squadra allenata da coach Bianchi poggia sul talento di Degrada, guardia che ha già vinto a ripetizione la categoria con le maglie di Voghera, Torino e Tortona nonché prodotto proprio del settore giovanile pavese, che produce 16,7 punti a gara col 45% da 3. Insieme a lui attenzione all’attenta regia dell’esperto Fossati, play classe ’78 che sforna 4,7 assist a gara oltre a 11 punti personali; al talento dell’altro veterano Cristelli, 204 cm classe ’77, e all’ex Pistoia Bozzetto, pivot di 207 cm che sta facendo molto bene in questo avvio di stagione: doppia doppia di media con 11,3 punti e 10,4 rimbalzi ad allacciata di scarpe.

Matteo Gallo

UNDER 14 ECCELLENZA: LA ROBUR FA SUO IL DERBY CON LEGNANO, QUINTA VITTORIA CONSECUTIVA

ROBUR VARESE 64 - ABA LEGNANO 51 (17-10; 27-28; 48-32)

ROBUR VARESE: Zanasca, Valli 4, Tonani 3, Torrente 7, Bessi 3, Somaschini 9, Caruso 13, Schieppati 4, Civelli 5, Calcagni 4, Dal Ben 12 . All. Romano Pagani – Matteo Binda.

ABA LEGNANO: Colombo 15, Radice, Ragazzoni, Fezzo10, Saponara, Alrobesi, Azimonti 2, Giannelli 2, Chiodini 2, Bertozzini, Cavigua 2, Ganna 18. All. Morazzoni

Quinta vittoria consecutiva per i ragazzi di Pagani, che passano in casa sull' ABA Legnano in un derby tutto varesino. Partenza sprint per i Roburini che si portano subito sul 17-10 del primo quarto. IL secondo periodo è firmato però solo da Legnano che trafigge la nostra difesa e piazza un parziale di 10-18 andando al riposo sul risultato di 27-28.
Il terzo quarto invece è dominato dai padroni di casa, che con una difesa allungata e un'ottima circolazione di palla metto a segno l'importante parziale di 21-4. Ultimo quarto non brillante per la Robur che fatica non poco ma di forza mantiene il vantaggio fino a fine partite. Buona prova per Calcagni che strappa ben 7 rimbalzi sotto le plance. Risultato finale 64 - 51, invece per questa settimana ci sarà il turno di riposo.

UNDER 15 ELITE: BELLA VITTORIA INTERNA CONTRO LA FORMAZIONE DI ERBA

ROBUR VARESE - CASA DELLA GIOVENTU' ERBA 60 – 52 (14-19; 28-27; 46-35)

ROBUR VARESE: Carrara 2, Lombardini 2, Sassi 9, Barbiero 4, Giglio 2, Bonvini , Daverio 4, Musaj 7, Andrini 6, Ivanaj 21, Della Torre, Cortese 3. All. Romano Pagani – Matteo Binda.

ERBA: Ferracani, Asumaduh 2, Borgonovo 9, Frigerio, Corti, Diotti, Ballacchino 6, Castelnuovo 2, Citterio 1, Valsecchi 17, Tettamanti 13, D'Ambrosio 2. All. Albarti.

Importante successo per la compagine U15 che batte Erba nella mattinata di domenica con il punteggio di 60-52.
La partenza è tutta in salita con i comaschi a dettare i ritmi partita portandosi allo scadere del primo quarto sul 14-19.
Lieve reazione dei roburini che piazza un controparziali di 14-8 nel secondo quarto, portandosi al riposo sul 28-27. Partenza sprint nella ripresa dei ragazzi di Pagani, con uno scatenato Ivanaj da 21 punti e 17 rimbalzi porta la partita a inizio ultimo quarto sul 46-35. Non brillanti nell'ultimo quarto i nostri ragazzi che comunque reggono il colpo e gestiscono il risultato fino allo scadere del tempo.

17 novembre 2014

DNB: TORNA AL SUCCESSO LA COELSANUS SUL CAMPO DI BORGOSESIA

Borgosesia – Coelsanus R&F Varese 58-66 (16-13, 28-31, 45-48)

Borgosesia: Quartuccio 13 (3/5, 1/3), Picazio 20 (8/15, 0/1), Laudoni 14 (4/5, 2/6), Gatti 6 (1/3, 1/5), Santarossa 3 (1/1, 0/2), Chirio, Hidalgo 2 (1/3, 0/2), Francioli ne, Paolin (0/1), Sacchettini (0/2). All. Pansa.

Varese: Bolzonella 11 (1/8, 2/5), Piccoli 2 (1/3, 0/2), Castelletta 4 (2/6), Matteucci 22 (7/11, 1/4), Moalli 6 (3/4), Innocenti 5 (2/2), Rovera M. 14 (6/9, 0/3), Lenotti 2 (1/1), Maruca ne, Pagani ne. All. Passera.

Torna il sorriso in casa Robur Varese con i gialloblu che sono stati capaci di violare il campo di Borgosesia al termine di un’autentica battaglia. Infatti, la gara è stata molto equilibrata con un vantaggio massimo di 11 punti per la Coelsanus a testimoniare di come le due squadre siano state sempre abbastanza vicine. Una gara fisica in cui i fischi non si sono certo stati abbondanti, ma stavolta i ragazzi di coach passera hanno saputo adeguarsi e rispondere colpo su colpo. Importante la presenza di Lenotti che si è fatto sentire in area raggranellando ben 12 rimbalzi così come hanno pagato elevati dividendi i quintettoni con Martino Rovera, Matteucci e Castelletta o Lenotti stesso. Colesanus che si è trovata a giocare con questo assetto gioco forza a a causa delle assenze per infortunio del solito Filippo Rovera e di Santambrogio che hanno accorciato tantissimo le rotazioni fra gli esterni gialloblu.
Martino Rovera 14 punti
Parte meglio Borgosesia che per due volte nel primo quarto tocca il +6: 8-2 al 3′ e 16-10 al 6′ con gioco da tre punti di Quartuccio. La Robur recupera con calma e sorpassa per la prima volta con Matteucci (16-17 al 13′) e per la seconda e definitiva volta sempre con “Uccio”: 19-21 un minuto dopo. Da allora Borgosesia ha sempre rincorso, seppur senza mai lasciar fuggire i gialloblu. Dopo aver toccato il -11 frutto di una tripla del solito Matteucci, i padroni di cassa han recuperato punto su punto spinti da un indomito Picazio con un parziale di 14-3 che ha riaperto la gara sul 44-44 del 28′. Si arriva così agli ultimi due decisivi minuti con la Robur avanti di una lunghezza palla in mano. Matteucci sbaglia il possibile +3, Borgosesia getta alle ortiche un pallone importante e Moalli in penetrazione trova il 56-59 a -90”. Laudoni sfonda su Piccoli e sul rovesciamento di fronte Bolzonella scrive la parola fine realizzando la bomba del +6: 56-62 e prezioso successo che rilancia la corsa della compagine varesina.

Matteo Gallo (Varesesport.com)

UNDER 17 ELITE: ‘’FIL-OTTO’’ PER IL CAMPUS

Kor San Giuliano – Campus Varese 80-89 (12-21; 44-44; 54-66)

San Giuliano : Giorgi 27; Cavaliere 9; Mangiatordi 5; Russo 0; Cavecchi 0; Dell’Ova 27; Olivi 3; Klingman 0; Kirchin 0; Buglione 4; Tonna 0; Mai 5

Campus : Macrina 0; Crespi 7; Balzaretti 3; Spertini 22; Fiamberti 9; Guadagna 2; Modesti 14; Armocida 17; Macrina 0; Dini 8; Baggio 0; Colasuonno , Paloschi 5.

Arriva a 8 la striscia vincente degli U17 Elite targati Campus.
Dopo un primo quarto scoppiettante ed estremamente attento da parte di Armocida e compagni, nei successivi 10 minuti i ragazzi di coach Diamante hanno mostrato il peggio del loro repertorio: ben 32 sono stati infatti i punti subiti nella seconda frazione, frutto di molte amnesie, ma anche della grande determinazione del duo Giorgi e Dell’Ova e della loro eccellente prova balistica (27 punti a testa).
Dopo la pausa lunga, però, capitan Crespi e Dini di nuovo in campo dopo 10’ di ‘’riposo forzato’’ in panchina causa falli , coadiuvati da un ispirato Spertini consentono alla squadra di riprendere fiato. Il parziale di 22-10 è piuttosto significativo e consente di affrontare l’ultima frazione con ritrovata serenità.
I milanesi sono comunque decisi a non mollare  e approfittano delle uscite per falli dei roburini per provare a rientrare in gara. Ci pensano però Modesti con due triple consecutive prima e Spertini poi, a raffreddare sul nascere le speranze dei padroni di casa, consegnando l’ennesima meritata vittoria alla truppa di coach Diamante.
#UnAltroPasso
Prossimo appuntamento:  Sabato 22 novembre contro Inzago, alle ore 17,00 per l’ultima giornata del girone di andata, presso il Centro Sportivo Campus di Via Pirandello, 31, a Varese.

UNDER 17 ECCELLENZA: COLPO ROBUR A CERNUSCO

Libertas Cernusco - Robur et Fides Varese 67 - 71 (12-18; 26-34; 47-54)

Robur et Fides: Ivanaj 0, Zanasca 12, Tutolla n.e., Trentini 2, Moretti 29, Masotti 3, Aspesi 0, Borsani 0, Macchi 4, Corti 0, Cadario 21. Allenatore: Todisco - Diamante

Lib. Cernusco:  Cambiaghi 6, Magnaghi 2, Saitto 0, Della Flora 0, Tremolada 0, Belotti 14, Franco 22, Buffo n.e., Vivian 20, Mapelli 0, De Marzi 3, Berti 0. Allenatore: Saibene - Halabi

Arbitri: Nespoli - Musmeci

Torna alla vittoria il gruppo U 17 Eccellenza della Robur et Fides, e lo fa con pieno merito su un campo difficile come quello di Cernusco. Le numerose assenze (Mottini, Pagani, Santandrea e Turolla) non frenano l'entusiasmo della giovane truppa di coach Todisco, desiderosa di ripetere l'ottima prestazione fornita nell'ultimo turno casalingo contro l'Armani J. Milano. Con un quintetto formato dalle due guardie Cadario e Zanasca, dalle ali Moretti e Corti e dal lungo Trentini, la Robur schizza via veloce ai nastri di partenza e conquista subito alcuni punti di vantaggio grazie alle penetrazioni di Cadario (21 punti per lui con 8/14 al tiro, 2/2 ai tiri liberi e 3 assist), a due triple di capitan Zanasca (12 punti con 2/4 da 3 e 6 rimbalzi) ed all'ottimo impatto difensivo di tutti i componenti, che si dannano l'anima pur di contenere gli 1c1 della squadra di casa. Ma l'uomo che spacca la partita nel vero senso della parola è Moretti. L'esterno mancino classe '98 decide che arrivato il momento di mostrare le sue qualità e, con una prestazione balistica di tutto rispetto (29 punti in 29' con 7/12 da 2, 5/7 da 3, oltre a 4 rimbalzi catturati), consente alla sua squadra di produrre gli allunghi nelle fasi più delicate di tutto l'incontro. Da manuale, poi, la palla intercettata in difesa con contropiede e schiacciata a due mani che ha fatto saltare di gioia tutti i suoi i compagni. 
Moretti 29 pts
Ma la vittoria è sicuramente frutto anche del lavoro oscuro, ma decisamente fondamentale, di giocatori come Aspesi (5 rimbalzi), Borsani (4 rimbalzi) e Macchi (4 punti e ben 6 palle recuperate), che non hanno mai mollato un centimetro ai loro rispettivi avversari. Masotti ha rappresentato invece una valida alternativa a Cadario in cabina di regia, mentre Trentini (30' in campo per lui , 6 rimbalzi e 2 stoppate date) ha iniziato a prendere coscienza delle sue potenzialità, con una prestazione che lascia ben sperare per il prossimo futuro. Da segnalare infine l'esordio del 2000 Ivanaj , alla prima assoluta col gruppo U 17 Eccellenza.
Prossimo appuntamento: Venerdì 21 novembre a Casalpusterlengo, in casa della prima della classe, alle ore 20,30.

13 novembre 2014

UNDER 15 ELITE: BATTUTA SOUL BASKET MILANO CON UNA PROVA CORALE

SOUL BASKET - ROBUR VARESE 66 – 69 (12-19; 30-32; 44-53)

SOUL BASKET MILANO: Lecchi, Occelli, Donini, Morano 13, Pratelli 4, Muzio 9, Scotto Di Carlo, Nicetti 5, Boscarino Tigrati 15, Lambrugo 18, Popandonov 2.
All. Palla

ROBUR VARESE: Piotti, Sassi 10, Barbiero 10, Giglio 3, Della Torre, Bonvini 3, Daverio 10, Musaj 11, Carluccio 2, Ivanaj 15, Cortese 5, Ercoli.
All. Romano Pagani – Matteo Binda.

"Prova di carattere della Robur versione trasferta della domenica mattina, che riesce a imporsi alla distanza contro un ostico Soul Basket che vende cara la pelle. I ragazzi di Pagani si rifanno così dopo lo scivolone interno contro Trecella. Partita sempre in equilibrio, Roburini come Penelope(fa la tela, disfa la tela) non riescono mai a dare il largo ai loro parziali. Solo con l'ingresso di Cortese, mattatore della partita in difesa sopratutto che sporca di continuo le linee di passaggio, i nostri ragazzi mettono la freccia. Ma dopo un buon primo quarto sul 12-19 c'è il contro break dei Milanesi che all'intervallo si portano a soli 2 punti, 30-32. Terzo e quarto quarto sono la fotocopia dei primi due: la Robur prima a condurre portandosi sul 44-53 del terzo periodo, per poi farsi rimontare nel quarto e ultimo periodo. Ma per fortuna l'assalto dei padroni di casa viene respinto con le ultime forze. Risultato finale 66-69, tanta sofferenza ma vittoria in archivio. "