09 dicembre 2015

04 dicembre 2015

SERIE B: MISSIONE AD ALTO COEFFICENTE PER LA COELSANUS, AL CAMPUS ARRIVA LA CORAZZATA UDINE

Dopo la caduta di Milano, la Coelsanus si appresta ad un’altra missione impossibile questa settimana dovendo affrontare la temibile Udine che nello scorso turno ha letteralmente spazzato via Desio con un eloquente 70-43. La formazione allenata da coach Lardo occupa il secondo posto in classifica con una sola sconfitta in dieci gare ed è ancora imbattuta lontano dalle mura di casa e ha una striscia aperta di sei successi consecutivi. Sconfitta in casa alla quarta giornata dalla capolista Orzinuovi, Udine ha reagito vincendo di 35 a Firenze, di 20 a Padova, quasi doppiando 74-38 la Sangiorgese, espugnando con 16 lunghezze di margine Bergamo e, appunto, Desio. In mezzo solo un sofferto successo sulla lanciatissima Crema 64-61. Oltretutto alla luce dei problemi di formazione che affliggono coach Passera: senza il lungodegente Innocenti, con Lenotti forse recuperabile e un Bolzonella che ha avuto un risentimento tendineo nel finale del match di domenica scorsa e le cui condizioni saranno da valutare. Insomma, vista così, direte voi, non ci sarà partita. E, invece, diciamo noi, mai sottovalutare lo sport e la sua imprevedibilità. 
Certamente i ragazzi di coach Passera avranno una forte voglia di riscatto dopo la prova dai due volti di Milano dove i gialloblu hanno giocato bene per 20′ per poi perdersi completamente nella ripresa andando sotto nel punteggio ben oltre di quanto sarebbe stato giusto. E quale voglia maggiore potrebbe scatenare una formazione intrisa di ex giocatori di serie A. Molti, infatti, sono i cestisti visti al massimo livello nazionale tra cui un Campione d’Italia in carica come Manuel Vanuzzo. Con lui sotto i tabelloni, Joel Zacchetti, altro ex serie A, insieme a Ferrari e Castelli, spesso visto in Dna, formano un quartetto molto ben assortito e di livello assoluto per la B. Sempre in tema di serie A, in cabina di regia giostrano l’altro ex Sassari Pinton e il prodotto del vivaio virtussino sponda romana Marchetti. Attenzione anche agli esterni Truccolo e Poltroneri, giocatori con molti punti nelle mani e su cui non si può certo abbassare la guardia.
Servirà una gara oltre la perfezione con la Robur che sarà chiamata a mettere in campo quanto visto contro Bergamo e anche di più per contrastare una formazione profonda, completa in ogni ruolo e capace di tenere alto il ritmo per tutti i 40′. L’importante sarà dare tutto con la massima concentrazione per 40′ e cercare di arrivare in scia a Udine negli ultimi 5′ per poi giocarsi tutto a mente sgombra. Palla a due sabato sera alle 20e30 al Centro Campus.

(da varesesport.com)

UNDER 14 PROV: ROBUR ANCORA IMBATTUTA, REFERTO ROSA ANCHE A DAVERIO

Daverio Rams vs Robur et Fides Varese  44-85 (6-18; 21-36; 31-58)

Daverio: Quartesan 11; Mirto 0, Marcora 0, Marcolli 8; Chiaravalli 2; Gerosa A. 4; Pisciottu 13;Raschi 0; Gerosa G. 2; Giuliani 4; Gennaro 0; Bonicalzi 0

Robur: Beati 10; Tassi 4; Rosso 8; Braghini 6; Sommaruga 6; Modesti 12; Riefolo 8; Dumitrescu 8; Abbiati 4; Guali 9; Nasca 4; Volpe 6.

Bella vittoria a Daverio col risultato di 85 a 44 per i ragazzi di Diamante che proseguono imbattuti il loro percorso; la cronaca della partita comincia dalla fine con coach e ragazzi soddisfatti oltre che del risultato soprattutto dell’intensità e della voglia di vincere, anche se questo ha portato a commettere degli errori, in modo particolare nei primi 5 minuti, infatti malgrado diverse buone azioni è mancata la precisione al tiro (6 – 2), ma già dalla seconda metà del primo quarto la differenza tra le due formazioni si dimostra evidente (18 – 6).
Nel secondo quarto aumenta l’aggressività difensiva che a volte è  redditizia  e permette di recuperare palloni, mentre altre volte finisce con il concedere qualche canestro facile agli avversari che in questo periodo mettono il massimo impegno per cercare di rimanere in partita. Ciò nonostante anche il secondo parziale è a favore dei roburini e termina col punteggio di 36 a 21 per gli ospiti.
Dopo l’intervallo lungo, il tema della partita non cambia,  e grazie anche al dominio a rimbalzo gli ospiti fermano qualsiasi velleità dei padroni di casa di riaprire la partita (50 – 23 al 5’), dopo questa bella prestazione corale coach Diamante e i suoi ragazzi si ritroveranno in palestra per proseguire il loro percorso di crescita con più di consapevolezza di essere sulla strada giusta.
Prossimo match Domenica 6 Dicembre contro Ambrosiana Busto,  alle h11:00 presso il centro sportivo Robur in via Marzorati 51 Varese

03 dicembre 2015

PRIMO PREMIO ALDO MONTI A TOMMASO SOMASCHINI E OMAR SECK


È stato consegnato ieri, mercoledì 2 dicembre, il primo premio “Aldo Monti”, riconoscimento in memoria dello storico responsabile della parte amministrativa e organizzativa del Settore Giovanile – Centro Minibasket della Pallacanestro Varese e negli anni passati della Robur et Fides;
L’occasione della consegna è stata il derby Under 15 Eccellenza tra Robur et Fides Varese e Pallacanestro Varese; a consegnare il riconoscimento sono stati Stefano Coppa, presidente della squadra biancorossa e Cesare Corti, amministratore delegato di quella gialloblu, assieme a Gabriella, moglie di Aldo, con il quale ha condiviso tutta la vita.
I ragazzi premiati sono stati Tommaso Somaschini per la Robur et Fides e Omar Seck per Pallacanestro Varese; Oltre alla targa, i due giocatori hanno ricevuto anche una borsa di studio.

02 dicembre 2015

ROBUR ET FIDES E PALL.VARESE: IL SUPERGRUPPO A LEZIONE CON COACH MORETTI

Secondo allenamento congiunto per il Supergruppo Robur et Fides - Pall. Varese che, presso la struttura del Centro Sportivo Campus di Via Pirandello, si è messo agli ordini di coach Paolo Moretti.
Dopo un breve saluto del Responsabile del Settore Giovanile della Robur et Fides Giovanni Todisco e del Responsabile della Sezione Basket, Dott. Cesare Corti, è iniziata la seduta con una fase di attivazione guidata dal Preparatore Fisico della Pall. Varese Marco Armenise. Coach Moretti, coaudiuvato dagli assistenti Triacca, Cattalani e Natola, ha poi lavorato su fondamentali individuali prima e sulla lettura di situazioni di gioco 3c0 e 3c3 poi. Un esercizio di 5 c 4 a metà campo per verificare la reattività difensiva dei giocatori presenti ha fatto da preludio alla fase agonistica vera e propria con un 5c5 tutto campo. L'allenamento è risultato proficuo e tutti gli atleti che hanno partecipato si sono spremuti fino all'ultima goccia di sudore. A partire dal mese di Gennaio verranno programmate altre sedute congiunte per arrivare poi alla costituzione di un gruppo misto che parteciperà al Trofeo Giovani Leggende (categoria U 18 ) sotto il nome di ''Città di Varese''.

Questi gli atleti che hanno partecipato all'allenamento condotto da Coach Paolo Moretti:
De Vita, Florio, Rossi, Sandrinelli, Calzavara, Bergamaschi ed Aldizio per la Pall. Varese; Moretti, Corti, Trentini, Mottini, Cadario, Fiamberti, Crespi e Pagani per la Robur et Fides.

STASERA AL CAMPUS LA CONSEGNA DEL PRIMO PREMIO “ALDO MONTI”

Sarà consegnato stasera, mercoledì 2 dicembre, il primo premio “Aldo Monti”, riconoscimento in memoria dello storico responsabile della parte amministrativa e organizzativa del Settore Giovanile – Centro Minibasket della Pallacanestro Varese venuto a mancare lo scorso marzo.
Voluto dal club biancorosso in collaborazione con la Pallacanestro Robur et Fides, le due squadre in cui Aldo ha trascorso con passione la maggior parte della sua vita, il premio verrà assegnato ogni anno ai due ragazzi (uno per società) che si saranno comportati meglio non tanto a livello sportivo, ma nella vita, rispettando compagni ed allenatori ed ottenendo anche buoni risultati a scuola. Tutti aspetti che per Aldo erano primari per la formazione umana di ogni ragazzo. I giovani individuati dai due club per la prima edizione del premio “Aldo Monti” sono Omar Seck, in rappresentanza della Pallacanestro Varese, e Tommaso Somaschini, per la Robur et Fides.
L’occasione della consegna è data dal derby Under 15 tra Robur et Fides Varese e Pallacanestro Varese, partita che si disputerà al Campus alle ore 19:00; a consegnare il riconoscimento saranno Stefano Coppa, presidente della squadra biancorossa, Cesare Corti, amministratore delegato di quella gialloblu, e Gabriella, moglie di Aldo, con il quale ha condiviso tutta la vita.
Oltre alla targa, i due giocatori riceveranno anche una borsa di studio.

(da www.pallacanestrovarese.it)

01 dicembre 2015

UNDER 13 PROV.LE (2003): ROBUR ET FIDES A TUTTO MOTORE

Robur et Fides - Pol. Daverio 115 - 19 (29-0; 62-6; 81-13)

Robur et Fides : Bacchiega 11, Virginio 19, Resemini 10, Mariotto 8, Rossi 0, Raineri 11, Alesina 13, Dagri 6, Isella 8, Coulibaly 16, Morello 8, Fiorelli 0. Allenatore : Todisco - Donati

Pol. Daverio : Calcagnile 0, Casiani 3, Di Meglio 0, Brugnoni 0, Tozzo 0, Parvolo 5, Gennaro 0, Capriotti 5, Raschi 0, Bortolas 0, Mirelli 2, Buzzoni 0. Allenatore: Busana

Arbitro : Mazzotta

Continua la marcia della Robur 2003 nel campionato U 13. Vittima di turno la Pol. Daverio, anche se bisogna riconoscere che quest'ultima schierava ragazzi nati nel 2004. Il primo quarto scivola via velocissimo (29-0 il parziale), con gli atleti biancoblù che non girano comunque a ritmi elevatissimi. La partita diventa un utile allenamento per giocare senza utilizzare il palleggio. In questo modo i roburini effettuano solo passaggi, coinvolgendo tutti e cinque i giocatori, sviluppando delle buone trame che esaltano il gioco senza palla. La concentrazione resta quindi su binari accettabili e l'attenzione non si pone mai sul punteggio espresso dal tabellone elettronico. Ben sei i roburini in doppia cifra al termine dell'incontro, col 2004 Coulibaly che chiude con 16 punti ed 8/9 al tiro, oltre a 7 rimbalzi, 7 palle recuperate e 5 assist.

Prossimo appuntamento : domenica 6 dicembre a Binago, contro l'Aurora Vedano, alle ore 10,30.

29 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS NON TROVA CONTINUITA' E SCIVOLA SUL CAMPO DELL'URANIA

Urania Milano – Coelsanus Varese 88-70 (25-21, 39-39, 64-51)

Milano: Stijepovic 15 (3/7, 2/3), Paleari 11 (4/8, 0/2), De Bettin 6 (0/1, 1/3), De Min 19 (8/8, 1/2), Mariani 15 (3/7, 3/5), Ganguzza 17 (6/9), Marra5 (1/1, 1/2), Spinetto ne, Verga ne, Bernasco. All. Ghizzinardi.

Varese: Bolzonella 7 (2/7, 1/5), Santambrogio 10 (5/6, 0/2), Castelletta 8 (4/7, 0/1), Matteucci 13 (1/2, 2/7), Sabbadini 14 (1/2, 4/7), Moalli, Rovera 8 (1/4, 1/2), Maruca 4 (1/1), Cattalani 2 (1/1), Pagani 4 (1/4). All. Passera.

La Robur torna in campo nella importante sfida esterna sul campo dell’Urania Milano per verificare le proprie ambizioni. La squadra allenata da Franco Passera affronta la sfida senza gli infortunati Lenotti e Innocenti, con quest’ultimo probabilmente assente per lungo tempo dai campi da gioco. Non è da meno Milano dato che coach Ghizzinardi non può schierare l’ala Torgano rendendo un pò meno complessa la questione di come marcare l’ala milanese senza avere ali pure in roster.
I gialloblu iniziano la gara col quintettone con Matteucci, 
Sabbadini e Castelletta contemporaneamente in campo col capitano a giostrare da esterno e i dividendi prodotti dai tre sono altissimi tanto che i primi 18 punti della Robur portano soltanto la loro firma. Si transita dal 7-12 del 4′ con la seconda bomba della gara di Sabbadini al 13-18 del 7′ quando anche Matteucci iscrive a referto la sua seconda tripla. L’Urania riesce a prendere le contromisure ai varesini e piazza un parziale di 9-0 che ribalta le sorti del match e chiude avanti 25-21 i primi 10′. Anche nel secondo quarto sono i lunghi gialloblu a sospingere la Coelsanus: i tiri in sospensione di Castelletta e Sabbadini fanno male ai Wildcats con gli ospiti nuovamente avanti sul 27-30 del 13′. La Robur resta in controllo sul match seppur con pochi punti di vantaggio su Milano e anche il giovane Pagani trova spazi per far male: 33-38 al 17′. 
Sospinta da De Min, l’Urania rientra e sorpassa: 6-0 e 39-38 prima della parità con cui si va alla pausa lunga. Il terzo quarto risulta essere quello decisivo nelle sorti del match: il parziale di 25-12 in favore dell’Urania la dice lunga sull’andamento della gara. Nei primi 5′ del periodo i gialloblu vengono respinti con perdite dal ferro realizzando solo 3 punti con un canestro di Maruca e un libero di Rovera, mentre la premiata ditta Mariani – De Min scava il solco: 48-42 al 25′. La Coelsanus tiene duro e trascinata dalle iniziative e dai punti di Matteucci e Rovera rimane in scia: 56-51 al 28′. In 2′, però, la Robur riesce a combinarne di grosse tra attacchi sbagliati e anche un fallo su tiro pesante di Pagani: De Bettin non perdona dalla lunetta e Milano va all’ultima pausa sopra di 13 con un parziale di 8-0. L’ultimo quarto è sostanzialmente senza storia con la Robur che tocca quota -9 al 33′ con un trepunti di un positivo Sabbadini sul 68-59 prima che la notte gelida cali sui gialloblu che scivolano a -20. Una gara che ha evidenziato, purtroppo, tutta l’attuale differenza tra la compagine roburina e le prime cinque della classe: formazioni che sanno come sfruttare qualsiasi piccola amnesia e cacciare il coltello dritto dritto nella piaga del match. Questo è l’aspetto su cui i gialloblu devono crescere in vista del proibitivo match di sabato prossimo in casa contro la seconda forza Udine di coach Lino Lardo.

(da veresesport.com - Matteo Gallo)

27 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS PREPARA LA TRASFERTA DI SABATO A MILANO CONTRO L'URANIA

Si prepara a una sfida importante la Coelsanus. Già, perchè i ragazzi di coach Passera al momento sono…i primi degli altri. Non pensiamo di scomodare nessuno nè tantomeno di irritare qualcuno nell’affermare ciò. Davanti ai gialloblu l’invitta Orzinuovi a quota 18, Udine a 16, la sorpresa Crema a 14 e Bergamo e Milano a 12. Poi, appunto, la Robur insieme a Lecco e Vicenza, formazioni battute dai gialloblu fra le mura casalighe del Campus. Proprio per questo motivo la sfida contro l’Urania rappresenta l’occasione principe per crescere. Perchè, per dirla con le parole del loro coach, i varesini devono affrontare queste gare col piacere di poterle disputare e con la leggerezza di sapere che il pronostico è a favore degli avversari.
Purtroppo, nelle fila della Coelsanus mancherà Silvio Innocenti, unica ala piccola di ruolo del roster gialloblu. L’esterno classe ’96 si è infortunato nella gara contro Lecco quando, dopo un tentativo di recuperare palla a metà campo, è finito contro il tavolo degli ufficiali di campo sbattendo il ginocchio. I primi esami parlano di una possibile lacerazione parziale dei legamenti, ma per saperne di più bisognerà attendere che il ginocchio si sgonfi completamente. In ogni caso, i tempi di recupero non appaiono certo brevi.
Senza Innocenti, sarà interessante vedere come la Robur riuscirà a contenere l’esuberanza fisica dell’ala milanese Torgano, 12 punti a gara col 40% da tre punti. Formazione stazzata a livello fisico coi vari De Min, Ganguzza e Paleari ad aggirarsi nei pressi dei cristalli che renderanno molto importante, nonchè complicato l’apporto di Matteucci, Castelletta e Sabbadini. Un occhio particolare anche al play Mariani, giocatore cardine dell’Urania nonchè migliore in campo nell’ultima partita disputata e vinta dai milanesi sul campo della Sangiorgese.
Milano arriva da due vittorie consecutive e tre successi nelle ultime quattro gara con la gara persa sul campo di Crema a testimonianza del buon stato di forma dell’Urania. Servirà la miglior Coelsanus per tenere testa ai Wildcats. Palla a due alle 21e15 di sabato 28 novembre al PalaIseo.

(da varesesport.com)

26 novembre 2015

UNDER 14 PROV.LE (2003): ROBUR SOLA AL COMANDO, AD UN PASSO DALLA FASE GOLD

Robur et Fides Varese - Valcuvia Basket 111 - 39 ( 26-12; 52-19; 86-30)

Robur et Fides : Isella 13, Virginio 27, Ranieri 2, Lacchin 2, Rossi 3, Resemini 13, Alesina 8, Fiorelli 4, Bacchiega 0, Mariotto 3, Dagri 0, Caccia 30. Allenatore: Todisco - Donati

Valcuvia Basket : Molinari 0, Cecchinato 4, Rossi 0, Petrella 2, Rivetta 0, Di Chello 7, Molinaro 0, Chiodo 7, Aries 7, Zanzi 5, Bergomi 0, Wroblesky 7. Allenatore: Crugnola

Arbitro: Gusmeroli

La Robur 2003 infligge la prima sconfitta stagionale al Valcuvia Basket. La partenza al fulmicotone disorienta subito gli ospiti, che subiscono il pressing tutto campo degli scatenati atleti biancoblù.
Anche in attacco, però, i roburini si fanno valere dapprima con conclusioni veloci in contropiede, poi col tiro dalla lunga distanza (8/21 totale al tiro da 3 punti, ma al 30' la sbalorditiva percentuale era di 8/13). A due giornate dalla conclusione della prima fase la Robur conquista così la vetta solitaria della classifica. Un eventuale primo posto finale garantirebbe l'ammissione diretta alla più competitiva "Fase Gold".
Prossimo appuntamento: domenica 29 p.v. ad Angera, nella palestra di Via Monte Rosa, contro il Basket's Friends, alle ore 11,00

24 novembre 2015

UNDER 18 ELITE: REFERTO ROSA DEL CAMPUS CONTRO URANIA MI

Campus Varese - Urania Milano 66-58 (16-14 28- 28 53-44)

Campus: Barbieri, Turolla, Baggio 2, Colasuonno 6, Gianfrate 2, Armocida 8, Spertini 6, Paloschi 4, Balzaretti 16, Serafinelli 4, Modesti 10, Fidanza 8.

Urania: Mureddu 6, Devasto 4, Becce 8, Celora 2, Alippi 3, Verga 4, Pupella 4, Spinetto, Bernasco 24, Carpentieri, Lania 2.

Vittoria casalinga per u18 campus elite contro la formazione dell'urania Milano.
Inizio di partita con Varese che non riesce ad imporre la superiorità fisica e fatica a trovare fluidità nel gioco. L'ingresso in campo di Fidanza  dà più equilibrio alla manovra dei padroni di casa ma la partita resta comunque in sostanziale equilibrio. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 16 a 14 per Varese. Anche nel secondo quarto il punteggio resta in equilibrio ed il quarto si chiude in parità a 28 punti con molta imprecisione nelle conclusioni per le due formazioni.
Nel terzo quarto la formazione varesina di coach Rovera è più concreta e grazie alle conclusioni di Balzaretti e Modesti, alla pressione difensiva di Spertini ed al buon apporto a rimbalzo di Colasuonno e Serafinelli riesce ad allungare nel punteggio sono al + 9 di fine quarto. Nell'ultima frazione di gara Milano cerca di rientrare in partita schierandosi a zona e inizialmente i padroni di casa perdono fluidità in attacco poi col passare dei minuti grazie al l'apporto offensivo di Armocida riescono a mantenere il vantaggio nel punteggio fino al termine della gara sul 66 a 58.
Complimenti comunque all urania che nonostante le scarse rotazioni e l'inferiorità sul piano fisico riesce a restare in partita per buona parte delal gara mostrando buone individualità con Bernasco.
Per Varese da rivedere la continuità difensiva e le percentuali di tiro.

SERIE B: COELSANUS VARESE VS BASKET LECCO 21/11/15 - HIGHLIGHTS FINALE DI GARA

UNDER 13 PROV.LE (2003): ROBUR ET FIDES A PUNTEGGIO PIENO

OR.MA Malnate - Robur et Fides Varese 17 - 105 (6-23; 9-51; 11-77)

Robur et Fides: Bacchiega 6, Virginio 24, Resemini 11, Mariotto 8, Raineri 6, Alesina 8, Dagri 10, Isella 8, Coulibaly 4, Morello 4, Lacchin 10, Fiorelli 6. Allenatore : Todisco

OR.MA Malnate: Caccivio 4, Brusa 1, Bianconi 0, Puglia 0, Negri 2, Zattra 2, Gaio 0, Ravazzi 2, Milani 4, Noble 2, Battaini 0, Zago 0. Allenatore : Besio

Arbitro : Ranzenigo

Continua la marcia del gruppo 2003 Robur nel campionato U 13. Vittima di turno l'ORMA Malnate di coach Besio (che per tanti anni anni ha allenato nel nostro settore giovanile). La partita si incanala sin dalla palla due sui giusti binari. Nonostante una difesa a metà campo neanche troppo aggressiva, capitan Isella e soci volano via in contropiede con facilità e fanno il vuoto già nei primi 10'. Solite ampie rotazioni con tutti e 12 i giocatori di coach Todisco a referto. Decisamente belle alcune giocate in campo aperto con rapidi passaggi che hanno visto il coinvolgimento di tutti e cinque i giocatori in campo. Il gruppo mostra continui progressi, anche se le partite vere arriveranno solo a stagione inoltrata.
Prossimo appuntamento : lunedì 30 p.v. contro Pall. Daverio, presso il Centro Sportivo Robur et Fides di Via Marzorati, 51, alle ore 19,00.

23 novembre 2015

UNDER 14 PROV.LE : LA ROBUR ET FIDES 2003 CALA IL POKER CONTRO IL BOSTO

Robur et Fides Varese - Basket Bosto 95 - 13 (26-6; 51-7; 77-13)

Robur et Fides : Bacchiega 11, Sorrentino 18, Mariotto 7, Susana 1, Rossi 2, Raineri 5, Alesina 10, Dagri 9, Isella 7, Lacchin 5, Fiorelli 6, Caccia 14. Allenatore : Todisco - Donati

Basket Bosto : Paperini 1, Bianchi 0, Molinaro 0, Binda 2, Maretti 0, Di Stefano 0, Afful Mensah 0, Manzoni 0, Panin 8, Chinetti 0, Ganbuio 2, Boin 0. Allenatore: Pinelli

Arbitro : Mazzotta

Ancora un largo successo per l' U 14 Robur che, pur giocando sotto età di un anno, non sta incontrando ostacoli di spessore sul suo cammino.
L'obiettivo di mandare tutti e 12 i giocatori a referto è stato raggiunto anche questa volta. L'incontro non ha avuto molta storia.
Troppo netta la differenza dal punto di vista fisico e soprattutto tecnica tra le due compagini. Unica nota negativa della giornata l'infortunio occorso a "Giammy" Sorrentino (tra l'altro miglior realizzatore dell'incontro con 18 punti) che dovrà portare un tutore alla mano destra per due settimane. Un grande Augurio a lui per una pronta guarigione.
Prossimo appuntamento : martedì 24 p.v. contro Valcuvia Basket, presso il Centro Sportivo Campus di Via Pirandello, 31, a Varese, alle ore 18,45.

UNDER 14 PROV.LE: ROBUR VARESE BATTE ROBUR SARONNO

Robur et Fides Varese – Robur Saronno 86 - 38 (12-10 ; 40-20 ; 66-36)

Robur et Fides: Darico 6, Dame 0, Beati 12, Tassi 12, Rosso 14; Braghini 10; Sommaruga 7; Riefolo 8; Dumitrescu 7; Guali 4; Nasca 2; Volpe 4.

Robur Saronno: Paroto 4; Aleonso 0, Pater Noster 2; Saiz 0; Febrario 4; Naitri 2; Vaghi 3; Vora Moreto 0; Orini 2; Salsemi 2; Vanzoli 11, Moith 8.

Oggi contro la Robur Saronno i ragazzi di coach Diamante erano attesi ad una prova d’orgoglio dopo l’opaca  prova della scorsa settimana, l’inizio della partita mostra un po’ di tensione in campo, con i roburini  che faticano a imporre il proprio ritmo all’incontro, come mostra il risultato della prima frazione di gioco 12_10 per i padroni di casa.
Il secondo parziale incomincia con una maggiore intensità soprattutto in difesa che costringe gli avversari ad un più difficile controllo di palla e a tiri forzati, tutto questo porta ad alcuni recuperi e conseguenti contropiedi per un parziale di 18 a 4 in soli 5 minuti ( 28 – 14 ), mentre Coach Diamante continua con le rotazione di tutto l'organico a disposizione, il divario continua ad aumentare progressivamente fino al 40-20 della prima metà di gara.
Con il passare dei minuti i ragazzi si sentono sempre più sicuri del risultato e per questo più rilassati, riescono ad organizzare buone giocate di squadra,  alternate ad alcuni errori, favoriti anche dagli avversari che non sono più in grado di reggere il ritmo, soprattutto nell’ultimo quarto vinto dai giallo blu  con un parziale di 20 a 2 legittimando il divario tra le due formazioni in campo. Sicuramente positivo il lavoro svolto in palestra durante la settimana, che ha permesso ai giocatori di recuperare un approccio positivo alla partita  e ad avere un atteggiamento positivo e determinato.
Prossima partita Venerdì 27/11 alle h17:30 a Daverio, presso la palestra di via Verdi.

22 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS ESCE TRA GLI APPLAUSI E RIPRENDE LA CORSA, BATTUTA LECCO 82 A 80

Coelsanus Robur et Fides Varese – Gimar Basket Lecco 80-78 (21-19, 45-38, 56-56)

Varese: Bolzonella 25 (4/12, 3/5), Santambrogio 11 (2/4, 2/6), Moalli 2 (1/2, 0/1), Innocenti 4 (2/4), Castelletta 11 (4/5, 0/1), Maruca 2 (1/1), Matteucci 10 (0/5, 3/3), Pagani 2 (1/1), Sabbadini 8 (0/1, 1/1), Rovera 5 (1/3, 1/2). All. Passera.

Lecco: Mascherpa 24 (4/12, 2/6), Perego 5 (2/3), Dagnello 12 (2/4, 2/5), Piunti 12 (3/5), Siberna 9 (4/8, 0/1), Riva ne, Todeschini 9 (3/7, 1/3), Freri 7 (2/4, 1/3), Monte ne, Albenga ne. All. Meneguzzo.

Aggancio o distacco dalla zona playoff? Forse è presto per parlarne, ma sarà tra uno di questi due il destino della Robur dopo la gara di stasera contro Lecco. I brianzoli, reduci da una sconfitta con Crema, arrivano rimaneggiati al Campus dalla pesante assenza di Balanzoni che fa da contro altare a quella di Lenotti per coach Passera oltre a Brambilla e Ukaegbu. Sarà per un Campus insolitamente gremito, sarà l’importanza della sfida, ma l’inizio gara è tutto a favore varesina: 8-0 dopo solo 3′. Smaltito l’impatto iniziale, pian piano Lecco recupera e sorpassa con un gioco da tre punti di Siberna (9-12 al 6′) e da qui in poi la gara corre sull’equilibrio, fatto di veloce gioco in transizione e ritmo alto: 21-19 Robur al termine del primo quarto. Ritmo che si abbassa notevolmente nel secondo, dove all’inizio l’unico protagonista è Matteucci che con 7 punti filati porta a +9 i suoi (28-19), vantaggio che però il resto della squadra non è lesta ad amministrare permettendo a Lecco di ridurre sempre meno le distanze fino al nuovo sorpasso firmato da Mascherpa, 33-35 al 18‘. Coach Meneguzzo è bravo a fare di necessità virtù e dovendo ruotare ben pochi giocatori schiera diverse difese a zona che come spesso succede si rivela un bel problema per l’attacco di casa. Un fallo tecnico al capitano gialloblu ha il merito di scuotere i compagni di squadra che con importanti canestri di Sabbadini e Maruca rimettono la testa avanti prima del riposo, 45-38 all’intervallo. Ritmo elevato anche all’inizio del secondo tempo dove a farla da padrone, però, è l’imprecisione al tiro delle due compagini, complice anche un po’ di nervosismo dovuto ai molti contatti fisici che fa pericolosamente lampeggiare il tabellone nella parte dei falli della Coelsanus. Freri e Piunti provano ad approfittare del momentaneo black-out varesino ma la Gimar non va oltre ad impattare il risultato al 30′, 56-56. Oltre ai falli, già 3 dopo neanche due minuti dell’ultimo quarto e con Matteucci out per sopraggiunto limite, ciò che penalizza maggiormente la Robur è la scarsa precisione al tiro e la difficoltà nel battere la zona lecchese, nella quale Bolzonella sembra l’unico a riuscire ad entrarci. Lui e Mascherpa sono gli unici a trovare canestri pesanti che mantengono il divario sempre sul filo del rasoio fino ai 5 punti di fila del play varesino che danno fiato ai padroni di casa, 68-67 al 37′. Il finale è da cardiopalma: due liberi di Piunti annullano un siluro di Santambrogio, Bolzonella ruba palla e porta a +2 a 2” dal termine e un capolavoro difensivo di Filippo Rovera chiude definitivamente la gara, 80-78. Una vittoria che significa molto per la Coelsanus, brava ancora una volta a portare a casa una gara decisa nel finale, tra l’altro senza l’uomo chiave Matteucci ma con un Bolzo come sempre presente quando c’è da segnare canestri pesanti come macigni. Segnale questo di un’ottima solidità mentale che se non fosse per qualche ripetuta amnesia di troppo porterebbe ben meno problemi alle coronarie di coach Passera.

PAGELLE:

Moalli: 6,5 Prova solida del giovane play di coach Passera che si spende molto bene in difesa su Mascherpa mettendoci il corpo e tanta voglia. Concreto.
Bolzonella: 8 Nei primi 30′ sembra non metterla proprio mai. Anche da libero. Dategli fiducia: arriva negli ultimi 5′ e non sbaglia un colpo segnando da fuori e facendo percorso netto o quasi (8/9) dalla lunetta. Leader.
Santambrogio: 6,5 Prova un pò meno sfavillante del solito, ma ha il merito di piazzare una fondamentale tripla negli ultimi 100″. Ormai è come l’alba: arriva puntuale ogni giorno.
Rovera: 6 Alti e bassi nella sua gara con qualche palla persa di troppo. Poi ruba la palla match con meno di 3″ da giocare parando alla Buffon.
Innocenti: 6 Una prova in trincea per Silvio che esce anzitempo per un brutto infortunio schiantandosi contro il tavolo degli ufficiali di gara. Si teme qualcosa di grave al ginocchio.
Castelletta: 7  L’aviatore disputa una prova tutta sostanza in difesa che gli vale anche il plauso di coach Passera. Sa anche farsi valere sugli scarichi.
Matteucci: 6,5 Bum bum bum e ha già 3 bombe in carniere. Poi i falli lo tolgono dal match dove, in sostanza, non disputa l’ultimo quarto. Fortunatamente non c’era bisogno di lui.
Sabbadini: 6,5 Ci mette tanto corpo ed è esemplare una sua difesa su Piunti nel finale di gara dove recupera un pallone che vale oro per i suoi. Trova anche 8 rimbalzi. Colonna. 
Pagani: 6 Un paio di lampi mostrando qualcosa di buono.
Maruca: 6 Tiene il campo adeguatamente e Passera lo chiama anche nel delicato finale.
Passera: 7 Riesce a tenere a galla i suoi pur nella difficoltà di lettura della zona press proposta da Lecco. Sa trovare spunti positivi da ogni uomo e i suoi quintetti sono sempre coerenti. Amministra egregiamente il finale.

(da varesesport.com - Matteo Gallo)

20 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS OSPITA LECCO AL CAMPUS, OCCASIONE PER RIPARTIRE

Dopo la resa con estremo onore contro Bergamo, la Coelsanus torna in campo questo sabato sera nuovamente in casa contro Lecco. Una Robur che arriva a questa partita con delle certezze in più vista l’ottima prova disputata contro una squadra solida e forte come gli orobici. Sempre aggrappandosi ai soliti noti Matteucci, Bolzonella e Santambrogio – fautori di 52 punti su 80 – il cast di supporto sta crescendo comunque di livello e tenere testa per l’intero incontro alla formazione evidenzia la tenuta mentale dei ragazzi di coach Passera. Magari aiutati anche dalle assenze, ma poi ci devi stare al livello degli altri.
Gli infortuni sono un tema caldo anche della prossima gara e anche in questo caso sarà a vantaggio della Coelsanus. Brutto dirlo, perchè le gare è sempre bello, e giusto, disputarle al completo, ma Lecco si presenterà ampiamente rimaneggiata sotto il Sacro Monte. Assenti forzati della gara saranno Balanzoni, Brambilla e Ukaegbu. L’ex Pallacanestro Varese è uno dei perni difensivi della squadra di coach Meneguzzo e stava producendo una stagione da 11,3 punti, 8,9 rimbalzi e 2,1 stoppate a partita. Sarà assente dato che andrà sotto i ferri – intervento programmato il 24 novembre – per rimuovere un frammento osseo tra legamento e menisco e dovrà star fermo almeno due settimane dopo l’intervento. L’ala piccola Brambilla, 10′ a gara e 1,5 punti, è ingessato per un problema alla caviglia mentre l’ala forte Ukaegbu soffre di persistenti problemi alle ginocchia che ne limitano l’impiego. Rotazioni accorciate di molto per coach Meneguzzo che rendono difficile allenarsi bene in settimana e che faranno certamente arrivare con il fiato corto Lecco nei minuti finali della gara di sabato sera. Focus massimo su Mascherpa, mattatore anche delle due gare di pre stagione in cui Lecco ha dominato la Coelsanus, playmaker realizzatore che viaggia a 18,5 punti col 39% nel tiro pesante e al pivot ex serie A Piunti, 15,4 punti con 8,3 carambole a partita. Fermare loro due farà certamente parte del piano partita di coach Passera ben sapendo che le emergenze in casa lecchese potrebbero giocare a favore dei gialloblu. Da evitare, nella maniera più assoluta, il sottovalutare gli ospiti, sentimenti comuni saranno la voglia di riscatto e tornare a sorridere dopo aver raccolto due referti gialli consecutivi.




18 novembre 2015

GLI OBBIETTIVI DEL SETTORE GIOVANILE ROBUR ET FIDES

UNDER 15 ECCELLENZA: VITTORIA DI CARATTERE DELLA ROBUR ET FIDES A CURTATONE

ASD JUNIOR BASKET CURTATONE - ROBUR VARESE 79 – 95 (17-24; 35-44; 51-70)

CURTATONE : Benedini 16, Barrotta 8, Scala 15, Masenelli 2, Ziviani 20, Bagato 6, Mattioli, Monti 6, Braghini, Tognoni, Diaconu 6,Ceriani. All.Gilberti - Boskovic 

ROBUR VARESE: Somaschini 13, Trentini 14,Caruso 19, Schieppati 12, Dao 7, Calcagni 13,
Civelli 5,Garagiola 8, Bessi, Zanasca, Campanale 4, Tonani. All. Pagani 

Grande prova esterna della Robur che espugna il difficile campo della JVC Curtatone. 
Partenza in equilibrio con i padroni di casa molto aggressivi sui portatori di palla roburini, Il primo quarto si conclude sul punteggio di 17-24. Nel secondo periodo la musica non cambia e il parziale rimane in grande equilibrio, 18-20 di parziale e conseguente 35-44 all'intervallo. 
Il terzo quarto è decisivo a favore dei Roburini: la squadra proposta da Coach Pagani produce non poco in attacco. Parziale di 16-26 nel terzo quarto, apre le porte a un quarto periodo di marca Curtatone che non riesce nell'impresa partita ma si limita a vincere l'ultimo quarto 28-25. Punteggio finale 79-95! 
Cinque ragazzi in doppia cifra, oltre ai soliti Caruso, Somaschini, Trentini da segnalare le buone prove di Schieppati 12 punti tirando 5/8 dal campo e Calcagni che firma 13 punti tirando 3/6 dal campo, 7/9 ai liberi e recuperando 10 rimbalzi.
Prossimo appuntamento Domenica 22 Novembre ore 11,00 al Campus VS Cernusco.

17 novembre 2015

UNDER 14 PROVINCIALE: REFERTO ROSA CONTRO GALLARATE PER LA ROBUR ET FIDES

Ayers Rock Gallarate B - Robur et Fides Varese 42-72 (12-18; 29-35;29-57)

Gallarate: Guerra 0;Bossi 0;Andreoso 1; Di Gregorio 3; Salmini 2; Materassi 6; Iannacci 2; Meneghetti 11; Martines 12; Rossini 0; Giani 5 Angi 0

Robur: Darico 9, Lo 2, Beati 13, Tassi 7, Brunazzo 6, Braghini 2, Sommaruga  6, Modesti 10, Dumitrescu 3, Guali 8, Nasca 6, Riso (inf.).

Arbitri : Gallazzi - Murano di Gallarate

Malgrado sia durata i 40’ regolamentari, la partita sembrava non finire mai. I numerosi falli fischiati e le palle perse di entrambe le formazioni hanno prolungato il tempo reale fino all’inverosimile, arrivando a ben 2 ore. Seppur vinta la partita con ampio margine, coach Diamante alla fine è apparso visibilmente insoddisfatto per l’atteggiamento, e l’impegno dei suoi ragazzi, ben lontani dagli obiettivi prefissati all'inizio di questo nuovo percorso.
La cronaca inizia già durante il riscaldamento quando Riccardo Riso si fa male alla caviglia già infortunata in precedenza, slittando ancora il suo esordio in campionato. Auguriamo a Riccardo un pronto recupero.
Come nelle precedenti uscite anche questa mattina una partenza lenta, dopo tre minuti siamo sul 6 a 0 per i giallo blu, ma in campo la confusione regna sovrana, si prosegue su questa falsariga per tutto il quarto con qualche tentativo da parte dell’Ayers Rock di entrare in partita, riuscendo al nono minuto a rientrare sul 11-12.
Il secondo quarto prosegue con i roburini che lentamente aumentano il loro vantaggio, senza mettere in campo  quel agonismo ,che deve contraddistinguere una squadra U14 e, senza mostrare la gioia nel giocare.
Il tempo trascorso negli spogliatoi durante l’intervallo è utilizzato tutto per stimolare la squadra a mettere in campo quanto serve per ottenere da questa partita oltre i punti in classifica anche l'amalgama, la coralità e la concentrazione che saranno utili nelle partite con squadre di livello superiore.
Nella ripresa il margine si incrementa raggiungendo per la prima volta i 20 punti di vantaggio dopo 5 minuti del terzo quarto ( 44 – 24 ) ma la qualità di gioco non decolla. Nell’ultimo quarto, anche se le statistiche non migliorano, si raggiunge il massimo vantaggio a un minuto dalla fine ( 72 – 38 ).
La squadra è attesa fin dagli allenamenti, ad atteggiamenti più positivi e concentrata sull'obiettivo da raggiungere.
I nostri piccoli Roburini scenderanno in campo domenica 22 Novembre alle h11:00 , presso il Centro Sportivo Robur, in via Marzorati a varese, contro la formazione della Robur Saronno B.

16 novembre 2015

UNDER 13 PROVINCIALE: LA ROBUR ET FIDES CALA IL TRIS CONTRO VERBANO

Robur et Fides Varese - Basket Verbano 1984 Luino 108 - 14 (30-3; 50-7; 75-11)

Robur et Fides: Bacchiega 0, Virginio 22, Sorrentino 12, Resemini 14, Mariotto 4, Rossi 0, Raineri 15, Alesina 11, Isella 14, Coulibaly 8, Morello 2, Caccia 6. Allenatore: Todisco - Donati

Basket Verbano 1984: Monzillo 0, Brignoli 9, Muffoni 0, Volo 2, Cuccati 0, Sormani 0, Enrico 0, Alessi 3, Capato 0. Allenatore: Manfrè

Arbitro : Daga

Partita a senso unico per i 2003 Robur, che hanno chiuso con 6 giocatori in doppia cifra e realizzato 6 triple nell'arco dell'incontro. Rotazioni come sempre ampie e minutaggi distribuiti.
Spiace solo di non riuscire a giocare partite con maggior equilibrio che gioverebbero di più alla crescita dei ragazzi. Speriamo che la Federazione, dopo questo esperimento fallito, ripristini il Girone Elite a partire dalla prossima stagione sportiva.

Prossimo appuntamento: domenica 22 novembre a Malnate, alle ore 9,30

UNDER 14 PROVINCIALE: ROBUR 2003 A GONFIE VELE CONTRO MALNATE

OR.MA Malnate - Robur et Fides Varese 32 - 114

Robur et Fides : Bacchiega 11, Virginio 14, Sorrentino 9, Resemini 14, Mariotto 2, Susana 2, Raineri 5, Alesina 12, Isella 15, Lacchin 12, Fiorelli 4, Caccia 16. Allenatore: Todisco - Donati

OR.MA Malnate : Tozzo 5, Bianchi 13, Sturaro 0, Guzzoni 8, Riggi 0, Bocchi 0, Tonta 2, Paganoni 2, Dompe 0, Pellegrini 2, Rubiliani 0. Allenatore: Milani

Arbitro : Sorrenti

Successo esterno per i 2003 Robur, che espugnano il parquet di Malnate con un'ottima prestazione corale. Nulla hanno potuto i pur volenterosi ragazzi allenati da coach Milani, che hanno subito sin dalle prime battute l'intensità dei roburini. Al termine dei primi 10' il tabellone recitava un eloquente 40-2 in favore di capitan Isella e soci. Pur distribuendo i minutaggi e ruotando continuamente i propri giocatori, coach Todisco ha ottenuto prove più che convincenti da tutti i componenti il roster. Al termine dell'incontro tutti e 12 i giocatori si sono iscritti a referto e ben 7 hanno chiuso in doppia cifra.
Prossimo appuntamento: Sabato 21 p.v. contro Basket Bosto, presso il Centro Sportivo di Via Pirandello, 31, a Varese, alle ore 16,30

15 novembre 2015

SERIE B: LA ROBUR NON MOLLA FINO ALLA FINE MA BERGAMO LA SPUNTA, 82 A 80 IL FINALE AL CAMPUS

Coelsanus Robur et Fides Varese – Comark Bergamo 80-82 (20-21, 35-42, 57-58)

Coelsanus: Bolzonella 23 (8/11, 0/2), Moalli 2 (1/1, 0/1), Castelletta 13 (2/5, 2/3), Pagani 2 (1/2), Santambrogio 12 (4/8, 1/4), Matteucci 17 (2/4, 3/9), Lenotti ne, Innocenti (0/1, 0/1), Rovera 7 (2/3, 1/3), Sabbadini 4 (0/2, 1/2). All. Passera.

Bergamo: Bloise 16 (2/4, 3/10), Mercante 5 (2/3, 0/4), Panni 26 (3/9, 3/5), Scanzi 7 (2/3, 1/5), Pullazi 9 (3/7, 1/2), Permon, Planezio 19 (4/5, 3/6), Chiarello ne, Bertocchi ne, Piccoli ne. All. Ciocca.

Comincia con Bergamo il tour de force che vedrà la Robur affrontare quattro delle squadre più quotate del campionato, impegno casalingo che precede quelli contro Lecco e Udine, intervallati dalla trasferta in casa Urania Milano. Dopo la sconfitta nel derby con San Giorgio, l’obiettivo della Coelsanus è sicuramente quello di confrontarsi ad armi pari con la Co.Mark sfruttando il fatto di giocare a mente più libera rispetto agli orobici, chiamati a vincere per stare al passo con Orzinuovi e Udine. Il ritmo altissimo dell’avvio premia Varese che con ottime letture offensive e tiri aperti ottimamente costruiti scappa sul 10-5 al 3′. Bergamo abbassa il ritmo della gara giocando ad un’andatura a lei più congeniale e poggiandosi sul perno Planezio-Pullazi trova la via della parità (12-12 al 6′). Gli ospiti chiudono bene la propria area colorata costringendo la Coelsanus a cercare il canestro da fuori, dato che sotto canestro l’unico a dare consistenza offensiva è il capitano Matteucci. Un coast to coast firmato Bloise all’ultimo secondo chiude il primo quarto col vantaggio giallonero:21-20. Costretto a tenere a riposo Bolzonella causa falli, coach Passera gioca la carta dei due lunghi Pagani-Sabbadini, che con Moalli e Innocenti insieme a Matteucci forma un quintetto del tutto insolito. I risultati, però, sono incoraggianti perchè mentre il lungo classe ’98 pulisce le plance sotto canestro, una tripla dell’altro spinge la Robur al +4, 29-25 al 14′. Qui coach Ciocca ordina la zona press a tutto campo che già in precedenti occasioni aveva creato non pochi problemi ai gialloblù. La tattica è vincente perchè da qui in poi, trainati anche da una ritrovata precisione dall’arco e da un Panni in vena (14 punti), gli ospiti piazzano un mortifero 17-6 di parziale che li conduce all’intervallo sopra di 7, 35-42. La terza frazione comincia sulla falsa riga della prima e come in quella la Robur dimostra di preferirla: un dardo dall’angolo di Filippo Rovera segna il sorpasso sul 48-46 al 25′ che solo la miriade di rimbalzi offensivi concessi a Bergamo riesce ad arginare. Quella degli orobici però, sembra una tattica ben definita: ossia far sfogare gli avversari per poi colpirli nel momento di “stanca”: due palloni recuperati trasformati in altrettanti tiri dall’arco ribaltano il risultato in un amen, 48-54 al 27′. Varese non si fa spaventare e con soluzioni offensive più ricercate e una incredibile tabellata di Matteucci da metà campo allo scadere le permette di essere solo un punticino in ritardo al 30′, 57-58. La voglia di vincere da ambo le parti trasforma l’ultimo decisivo quarto in una bagarre resa ancora più complicata da alcune scelte arbitrali inconcepibili; Bergamo prova a scappare due volte, la seconda scandita da un missile di Bloise al 36′ (62-71) si rivela decisiva. Varese tenta di stare a galla, ma complice anche un po’ di sfortuna al tiro manca i canestri utili per non perdere troppo terreno. La Co.Mark controlla, seppur con qualche patema, fino al 80-82 finale. Sconfitta sicuramente a testa alta per i gialloblù, bravi non solo a tenere botta, ma anche a dimostrare a se stessi che senza i purtroppo consueti momenti di black out può giocarsela con chiunque. E questa è una motivazione in più in vista delle prossime 3 gare di campionato contro squadre di ben altra caratura tecnica contro le quali bisogna giocare sulla stessa lunghezza d’onda tutti i 40 minuti per trasformare sconfitte con lode in vittorie con merito.

LE PAGELLE

Moalli: 6 Parte in quintetto e ripaga coach Passera con una prova solida senza sbavature. Soffre qualcosa di più contro il pressing, ma positivo.
Bolzonella: 8 23 punti con 13 tiri, 6 rimbalzi, 5 assists e tanta leadership nei momenti chiave. Si prende sempre le responsabilità ed è da applausi a scena aperta quando nel finale zompa a rimbalzo rubando una palla impossibile ai lunghi bergamaschi.
Innocenti: 5 Unica nota stonata in un coro ben affiatato. Non riesce ad avere impatto sul match.
Castelletta: 7 Doppia doppia per punti (13) e rimbalzi (12). Cerca di non soffrire troppo sui cambi di marcatura sull’ira di Dio Panni e ha anche il pregio della tripla del -3: 77-80.
Matteucci: 7,5 Colpisce ripetutamente con la spingarda dai 7 metri in avanti ed è il faro per i suoi compagni. Su uno degli ultimi possessi spende il suo quinto fallo col dubbio che invece fossero passi…
Santambrogio: 7 Esordio con fallo spesso su canestro da 3, ma si riscatta ampiamente. Piace per come gestisce la regia e anche per l’intensità che ci mette in retroguardia.
Rovera: 6,5 La sua velocità fa male a Bergamo e sa farsi trovare pronto sugli scarichi.
Pagani: 6 Presenza, punti e anche rimbalzi. Il ragazzo cresce.
Sabbadini: 6 Mezzo voto in meno per un paio di tiri non concretizzati, ma Alessio è cresciuto molto dall’inizio della stagione.
Passera: 7 Trae il meglio dai suoi che disputano una superba prova contro Bergamo. Subisce un fallo tecnico assolutamente ingiusto che poi cambia l’esito del match. Da bravo stratega sa leggere le pieghe della partita tenendo sempre il vascello in piedi.

(da varesesport.com)

13 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS OSPITA AL CAMPUS LA QUOTATA CO.MARK BERGAMO


Dopo lo scivolone nel derby contro la Sangiorgese, i gialloblu sono attesi da una prova difficile contro la quotata Bergamo. La formazione allenata da coach Cece Ciocca è squadra da zona altissima della classifica dato che i nomi in organico sono assolutamente importanti se non addirittura da categoria superiore. Basti citare Tommaso Milani, ex Legnano, che in B ha dimostrato di saper fare le onde. O Chiarello, lungo già presente nella famosa sfida promozione di una decina d’anni fa al centro sportivo Italcementi e tornato l’anno scorso a Bergamo dopo molti anni tra B1, tanta, A2 e spezzoni in B2. O anche Andrea Scanzi, guardia che l’anno scorso con Montichiari ha vinto la Coppa Italia di categoria prima di cedere il passo promozione in finale alla Fortitudo Bologna. Le ambizioni di Bergamo si possono vedere anche sul sito internet dove nella pagina dedicata al roster c’è una simpatica vignetta con la nave della Comark che va all’arrembaggio della A2. Una formazione esperta e profonda che, però, presenta qualche piccolo problema di assetto in questa fase iniziale della stagione tanto che nell’ambiente era addirittura arrivata la voce di una possibile panchina a rischio in caso di sconfitta domenica scorsa contro Costa Volpino. La Comark ha vinto 83-69 contro i sebini e la classifica recita 10 punti per i bergamaschi contro gli 8 della Coelsanus.
A cosa deve puntare la Robur per fare suoi i due punti? Certamente ritrovare due delle sue tre punte di diamante di questa stagione: contro la Ltc due infortuni temporanei hanno tolto di mezzo sia Matteucci che Santambrogio. Nonostante ciò, i gialloblu hanno dimostrato di essere comunque in crescita restando in partita per tutto l’incontro e trovando buoni spunti da Moalli e Innocenti. Questa è la strada da percorrere per tenere testa anche a squadre più quotate come, appunto, la Comark per continuare a vivere una stagione in cui togliersi più di qualche soddisfazione.
Sarà importante la corsa visto il tonnellaggio di Bergamo e la capacità di andare a rimbalzo degli orobici: 39,1 carambole a gara contro le 29,9 dei varesini evidenziano quello che potrebbe essere un problema giocando costantemente a difesa schierata. E giocando a metà campo i gialloblu dovranno essere bravi a mettere tanta energia e coprire bene la propria area e non solo dato che Bergamo tira col 38% da tre punti.
Bisognerà dare il 100% per portare a casa la prima di due gare casalinghe consecutive visto che settimana prossima la Coelsanus giocherà ancora in casa contro Lecco.

(da varesesport.com)

11 novembre 2015

UNDER 15 ECCELLENZA: ROBUR AUTORITARIA A TERNO D'ISOLA DOPO LO STOP CASALINGO CON DESIO

TERNO D'ISOLA - ROBUR VARESE 57 – 87 (11-25; 25-41; 33-56)

ROBUR VARESE: Somaschini 33, Torrente 7, Trentini 8, Caruso 5, Dal Ben 7, Schieppati 4, Dao 10, Calcagni 4, Civelli 6 ,Garagiola, Bessi 3, Zanasca. All. Pagani

ROBUR VARESE - DESIO 59 – 61 (17-13; 32-29; 48-49)

ROBUR VARESE: Somaschini 18, Torrente 6, Trentini 7, Caruso 18, Dal Ben, Schieppati , Dao , Calcagni 2, Civelli 3, Garagiola 5, Tonani, Campanale. All. Pagani

Grande prova di Spessore per i ragazzi di Pagani che dopo lo scivolone casalingo contro Desio di settimana scorsa, regolano la fisica Terno d'Isola con un secco 57-87. Partiti di slancio già dal primo quarto con un parziale di 25-11 continuano la loro marcia chiudendo il primo tempo sul punteggio di 41-25. La buona circolazione di palla da modo ai varesini di trovare con costanza il canestro (56-33 fine terzo quarto). Il quarto e ultimo quarto vede aumentare il vantaggio fino al definito 57-87. Maiuscola la prova di Somaschini che mette a referto 33 pts, 4 rim, 2 ass, e soprattutto 8 falli subiti.

09 novembre 2015

SERIE B - DERBY AMARO PER LA ROBUR ET FIDES, COMPLICI GLI INFORTUNI

Ltc Sangiorgese - Coelsanus Varese 78-70 (18-13, 43-28, 57-52)

Ltc: Tassinari 24 (5/7, 3/8), De Ruvo 14 (3/6, 2/4), Ponzelletti (0/1, 0/1), Nuclich 1 (0/1 da 3), Priuli 12 (4/4, 1/1), Rossi 8 (1/1, 1/3), Scuratti 6 (1/6), Gorreri 9 (3/5, 1/4), Toso 4 (2/3), Biraghi. All. Gandini.

Coelsanus: Bolzonella 19 (6/12, 2/4), Moalli 7 (2/3, 0/1), Castelletta 9 (3/7, 0/1), Lenotti, Santambrogio 4 (2/2, 0/2), Matteucci 3 (1/4, 0/1), Maruca 1 (0/1, 0/1), Innocenti 7 (2/4, 0/1), Rovera 8 (1/3, 1/5), Sabbadini 12 (4/8, 0/2). All. Passera.

Derby amaro per la Coelsanus che rientra da San Giorgio senza i due punti in tasca. Gara dai due volti per gli uomini di coach Passera con un primo tempo in cui la Robur è lentamente scivolata via dalla partita per poi risalire con la grinta fino al massimo di un -4 sia nel terzo quarto che nella ripresa. I gialloblu pagano a caro prezzo, però, le mani gelide dal campo: 39% da due, 20% da tre punti con 4/20 dal campo e anche solo 66% dalla linea dei liberi. Chiaro che così diventa difficile vincere su qualunque campo del girone. Se l’attacco batte in testa, anche la difesa non ha funzionato al meglio concedendo il 49% da 2 e il 36% da 3 ai padroni di casa. Se poi aggiungiamo che sempre nel corso dei primi 20′ la Coelsanus ha perso sia Matteucci, taglio profondo sopra il labbro per il capitano che ha disputato solo 8′, che Santambrogio, anche lui vittima di un profondo taglio sopra la tempia e 12′ in campo, diventa chiaro come sia stato difficile per i gialloblu cercare il risultato sul campo di una Ltc bisognosa di rialzare la testa. 
I padroni di casa si sono presentati senza il loro leader Benzoni, ma si sono aggrappati per tutta la gara all’ottimo Tassinari che dopo i 40 punti di settimana scorsa, ne ha rifilati 24 alla Coelsanus con anche 7 rimbalzi e 7 assists rimanendo un rebus irrisolto a livello difensivo per i roburini. La formazione ospite si è aggrappata al solito Bolzonella, 19 punti totali e 13 nella ripresa, per restare aggrappata alla gara mentre si sono visti progressi da parte di Moalli alla prima partita di un certo spessore in questa stagione: 7 punti, 3 rimbalzi e 3 recuperi. Ora la testa deve andare a sabato sera quando al Campus arriverà la corazzata Bergamo reduce da un tonificante successo contro Costa Volpino per 83-69.

UNDER 14 PROV. - VITTORIA CASALINGA DEI 2002 CONTRO LA VALCERESIO

Robur et Fides Varese vs Valceresio 63-49 (14-17; 30-31; 47-42)

Robur et Fides Varese: Darico 9, Dame 3, Beati 6, Brunazzo 6, Rosso 2, Braghini 2, Modesti 13,Dumitrescu 8, Abbiati 7, Guali 0, Nasca 2, Volpe 5

Valceresio: Daolio 9, Brignoli 5, Ansaldo 6, Allegretta 13, Bizzozero 0, Fumagalli 3, Civelli 9, Villa 2, Ambrosetti 0, Mantovani 0, Madron 2

Arbitro : Viviano Molinaro

Secondo incontro per la squadra blu degli U14 Regionali della Robur et Fides; Al Campus si presenta la Valceresio, che parte subito forte, il primo quarto è caratterizzato dall’incertezza nelle fila varsine, coach Diamante cerca rimedio chiamando un time out dopo i primi 3 minuti di gioco (4 a 5). Le ampie rotazioni effettuate già dal primo quarto non portano al risultato sperato e complice la bassa percentuale ai tiri liberi (12-33 al 40'), al primo intervallo breve il tabellone segna 14 – 17 per la formaziuone ospite.
Nel secondo quarto l’intensità di gioco aumenta, ma è la Robur ad ottenere un buon parziale a inizio tempo (21 -20 ) dopo 3 minuti di gioco, ma qualche errore in attacco e tanta indecisione nei passaggi regalano a Valceresio il contro break che costringe i padroni di casa al secondo time-out sul 26-21 ospite, utile a chiudere il primo tempo sul punteggio di 30-31.
Il terzo periodo vede un sostanziale equilibrio fino a metà tempo, grazie ad un buon lavoro sotto i tabelloni (13 rimbalzi per Dumitrescu) e ad un paio di contropiedi i Roburini chiudono il terzo quarto con il punteggio di  47 – 42 .
Nell'ultima frazione i giallo blu prendono in mano le redini della partita raggiungendo la doppia cifra di vantaggio ( 55 – 45 );  a 4' dal termine, coach Fanchini chiama l'ultimo time out nel disperato tentativo di rimediare ad una sconfitta ormai molto vicina, ma Rosso e compagni amministrano abilmente il vantaggio portandosi a casa i due punti.
Prossimo incontro: domenica 15 Novembre a Gallarate, h 11:00 presso la palestra di via Sottocosta.

UNDER 13 PROV.LE - LA ROBUR ET FIDES ESPUGNA GAZZADA

A.S.D. Basket Azzate - Robur et Fides Varese 29 - 96 (16-26; 23-50; 25-70)

Robur et Fides : Bacchiega 2, Sorrentino 2, Resemini 13, Rossi 3, Raineri 17, Dagri 9, Isella 13, Coulibaly 9, Morello 4, Lacchin 12, Fiorelli 6, Caccia 6.
Allenatore : Todisco - Donati

Arbitro : Mainetti

Dopo l'esordio vittorioso contro il Basket Bosto nel primo turno del campionato U 13, il gruppo 2003 fa suo anche il derby contro i pari età del Basket Azzate, allenati da coach Gianni Chiapparo. Molto buono l'approccio al match col tabellone che vede i biancoblù avanti per 11-3 dopo 4'. La formazione di casa però reagisce con orgoglio, col suo capitano Ghioldi sugli scudi, e si riavvicina sul 16-17 del 7'. In un amen, però, capitan Isella (al rientro in squadra dopo un lieve infortunio) suona la carica e trascina i suoi compagni con un 9-0 finale che taglia le gambe ai padroni di casa. Nel secondo quarto il vantaggio cresce a dismisura, con Raineri in giornata di grazia (17 punti e 4 assist) a garantire ritmo all'attacco roburino. Nel terzo e quarto periodo coach Todisco ruota continuamente i suoi giocatori che producono un basket di buona qualità. Al termine del match tutti e 12 risulteranno, tra l'altro, a referto. I canestri finali di Lacchin (12 punti con una tirpla e 4 palle recuperate), Fiorelli (6 punti con 3/5 da 2), Rossi (una tripla) e Morello (4 punti con 2/2 al tiro) fissano il punteggio sul 96-29.

Prossimo appuntamento: Sabato 14 novembre contro Basket Verbano 1984, presso il Centro Sportivo di Via Pirandello, 31, a Varese, alle ore 16,30.

UNDER 14 PROV.(2003) - SECONDO SUCCESSO STAGIONALE CONTRO BUGUGGIATE

Robur et Fides Va - ASD Buguggiate 85 - 33 (29-8; 40-21; 62-26)

Robur et Fides : Bacchiega 0, Virginio 23, Sorrentino 6, Resemini 10, Mariotto 0, Susana 7, Rossi 0, Alesina 8, Dagri 14, Lacchin 0, Fiorelli 0, Caccia 17.

Allenatore : Todisco - Donati

Arbitri : Dal Molin - Della Pietra

Ancora un netto successo per il gruppo 2003, che nel secondo turno del Campionato U 14 hanno affrontato fra le mura amiche la formazione di Buguggiate di coach Trovato. La partenza al fulmicotone degli atleti biancoblù disorienta gli ospiti, che non riescono a venir fuori dal pressing tutto campo attuato dai ragazzi di coach Todisco. Il primo quarto si chiude su un più che rassicurante  29-8 interno. Nel secondo parziale la timida reazione ospite nei minuti iniziali fa pensare ad un recupero, ma Sorrentino (molto bene come sempre in regia) e soci stringono nuovamente le maglie in difesa, per allungare sul finire del tempo sul 40-21 del 20'. Al rientro dagli spogliatoi le folate in campo aperto di un sempre positivo Resemini, unito allo strapotere fisico di Caccia sotto le plance (24 rimbalzi totali per lui), fanno il vuoto. Il divario si dilata a dismisura. Il talento offensivo di Virginio (23 punti con 10/16 al tiro oltre a 7 rimbalzi e 5 stoppate date) e la concretezza di Dagri (14 punti con 5/7 al tiro e 4/6 ai tiri liberi) non permettono mai agli ospiti di giocare con tranquillità. Come sempre chi esce dalla panchina porta il suo mattoncino, così la partita scivola via fino all'85-33 finale.
Prossimo appuntamento: Domenica 15 p.v. a Malnate contro la locale formazione dell' OR.MA, alle ore 11,00.

UNDER 18 ELITE - IL CAMPUS CADE IN TRASFERTA A ERBA

Erba - Campus Varese 81-53 (23/13, 40/25, 59/41)

Erba : Bonacina 18, pollini 4, Cattaneo 5, castelli 7, valsecchi 2, rimoldi 11, amatulli 4, galimberti 2, panzeri 7, romano' 16, Colombo 17

Campus: Paloschi 0, Spertini 10, Barbieri 3, Dini 4, Turolla 0, Fidanza 0, Serafinelli 11, Gianfrate 0, Balzaretti 16, Baggio 4, Colasuonno 0, Modesti 5

Sconfitta in trasferta per U18 elite Campus di Martino Rovera sul campo di Erba. Dopo un inizio promettente Varese inizia a subire l'intensità dei padroni di casa che grazie ad una buona difesa riescono a distendersi in contropiede allungando progressivamente nel punteggio sino al +10 di fine quarto.
Anche nel secondo quarto erba è sempre padrona della partita nonostante il passaggio a zona del campus che è efficace solo per qualche azione. All'intervallo erba conduce per 40 a 25
Dopo la pausa lunga  gli ospiti sono più aggressivi in difesa e grazie alle iniziative di Serafinelli e Spertini recuperano qualche punto. I padroni di casa dopo qualche passaggio a vuoto riprendono fiducia e non si fanno sorprendere dal Campus chiudendo il  terzo quarto sul più 18.
Nell'ultimo quarto di gara Varese sembra non credere più nella possibilità di recuperare nel punteggio e chiude con un pesante passivo di -28
Complimenti alla capolista del girone sicuramente superiore al Campus in questo momento.
Per Varese occorrerà tanto lavoro in palestra per migliorare l'intensità e la tenuta difensiva.

06 novembre 2015

SERIE B: DERBY PER LA COELSANUS DOMENICA SUL CAMPO DELLA SANGIORGESE

Coelsanus d’alta classifica in questo inizio di novembre. Già, perchè la squadra allenata da coach Passera vanta otto punti in classifica pur al netto dei vari difetti di cui soffre la formazione di via Marzorati. Anche contro Desio i gialloblu non sono stati capaci di chiudere anzitempo la pratica facendo addirittura rientrare dal -10 a 3′ dalla fine la formazione ospite. 
Bisogna essere più cinici, ma probabilmente questa caratteristica è legata a doppio filo alla mancanza di alternative ai soliti noti in casa Robur. Con questo termine intendiamo la crescita che deve avere tutto il gruppo gialloblu nel sostenere i tre tenori Bolzonella, Matteucci e Santambrogio nella produzione offensiva. Infatti, sabato scorso contro Desio la produzione dei tre sopra citati è stata di 65 punti su 79 e di 39 tiri dal campo contro i 12 punti con 21 tiri. Serve un passo in avanti per evitare che le difese si adeguino troppo e rendano la vita difficile in futuro al gruppo roburino. E siccome le prove non finiscono mai, domenica la Coelsanus sarà di scena sul campo della Sangiorgese in una delle sfide più sentite di questo girone. Robur che giunge da favorita a questo match sia per la situazione di classifica – minimo scarto di due punti, otto punti per la Coelsanus, sei per la Ltc – sia per il morale con cui le squadre giungono a questo scontro. Se i varesini sono reduci da un corroborante successo, gli altomilanesi arrivano dalla sconfitta esterna per 87-80 sul campo di Costa Volpino in cui non sono bastati i 39 punti di uno strepitoso Tassinari. Pertanto, anche qui è venuta a mancare la coralità, ma il problema maggiore è stata la mancanza di intensità difensiva dimostrata dalla formazione di coach Gandini con i bluarancio che sono stati anche accusati di scarsa grinta agonistica. Arma a doppio taglio questa, dato che potrebbe comunque scatenare la più classica voglia di rivalsa oltretutto davanti al proprio pubblico del PalaBertelli. Su tutte le sfide della partita, come sempre gli occhi saranno puntati sul duello Matteucci Benzoni che da anni sono due ali forti leader della categoria e i cui scontri non hanno mai lasciato delusi gli appassionati sugli spalti del PalaBertelli o del Campus.
Servirà vincere anche perchè dopo il derby il calendario inizierà una fase ascendente con la Coelsanus che inizierà a affrontare le big del girone e mettere ulteriore fieno in cascina farà certamente bene ai giocatori gialloblu.
Palla a due alle 18 di domenica.

(da varesesport.com)

UNDER 18 ECCELLENZA: ROBUR A UN PASSO DALLA VITTORIA CONTRO MILANO

Pall.Olimpia Milano - Robur et Fides Varese 88-85 (17-26; 38-40; 60-60)

Robur: Santandrea (0/1 da 2 2 rec in 8'), Fiamberti 4 (0/2 1/1 1/2 tl in 14'), Zanasca (in 9'), Crespi 4 (2/4 0/1 0/1 tl 2 rec in 13'), Moretti 27 (8/14 3/4 2/3 tl 6 rimb in 34'), Ambrosini 11 (4/8 1/1 5 rimb in 18'), Trentini 12 (5/8 da due 2/3 tl 5 rimb in 25'), Vanini (in 1'), Macchi n.e., Mottini (4/8 0/3 1/2 tl in 27'), Corti (0/2 da due  2 rimb in 17'), Cadario 18 (3/7 3/8 3/6 tl 4 ass 6 fs in 24')

Milano: Pompele, Piatti n.e., Tomba 13, Giardini 4, Bortolani 3, Cattarin 2, Vecerina 5, Sovera 5, Toffali 34, Carraro 6, D'Ambrosio 4, Dieng 12.

Colpaccio sfiorato del gruppo under 18 eccellenza sul difficile campo dell'Olimpia Milano. La miglior gara stagionale non basta ai ragazzi di Cattalani,assistito da Diamante nell'occasione vista l'assenza per motivi lavorativi di Natola, per avere la meglio in una bella gara a lunghi tratti condotta.Finalmente al completo la Robur parte bene con il positivo rientro di Cadario che con Moretti in grande spolvero scappa avanti sul 26 a 17 del 10'.Toffali è ben contenuto anche se presto i roburini sono gravati di falli per arginare il talento biancorosso(saranno alla fine 5 per moretti e crespi e 4  per fiamberti e ambrosini alternatisi nella marcatura).Al 20' la robur è ancora avanti 40-38 ma l'inizio terzo è marca Milano.
Fanno molto male il lungo 2000 Dieng e Toffali che continua a girare in lunetta (17/20 solo dalla linea della carità),ma la Robur combatte con ogni suo elemento e al 30' quando Ambrosini infila sulla sirena da oltre metà campo è ancora 60 pari. Milano abbassa il quintetto per arginare un incontenibile Moretti e allora è Trentini con tre canestri in fila a far mettere ancora il naso avanti ai biancoblu.Moretti colpisce due volte dall'arco ma Toffali prende per mano i suoi approfittando di qualche uscita per falli e qualche momento di scarsa lucidità di Cadario.La spunta Milano,ma la testa è alta.Altissima.

05 novembre 2015

Presidente, vice presidente, dirigenti, allenatori e atleti della Robur et Fides si stringono attorno alla famiglia Rovera per la prematura scomparsa di Roberto, fratello dell'amico, consigliere e dirigente Angelo Rovera.

Caro Angelo, siamo tutti vicini a te ed ai tuoi familiari in questo triste momento.

Questa sera avrà luogo il rosario alle ore 21.00 presso la chiesa parrocchiale di Casciago.
Domani venerdì 06/11 si terrano i funerali alle ore 14:30 presso la chiesa parrocchiale di Casciago.

Tutta la Robur et Fides.

UNDER 13 PROVINCIALE: PRIMO ACUTO PER LA ROBUR ET FIDES

Robur et Fides Va - Basket Bosto 94 - 13 ( 25-3; 53-6; 76-10)

Robur et Fides : Virginio 15, Sorrentino 5, Resemini 11, Mariotto 10, Susana 10, Raineri 6, Alesina 2, Dagri 5, Coulibaly 14, Morello 2, Lacchin 6, Fiorelli 8

Allenatore : Todisco - Donati

Arbitro : Mazzotta

Dopo il vittorioso esordio nel campionato U 14 di sabato scorso in quel di Sesto Calende, i ''terribili'' 2003 targati Robur et Fides si sono ripetuti nel loro campionato di categoria (U 13).
L'esordio è stato decisamente morbido, al cospetto della formazione varesina del Basket Bosto. I ragazzi di coach Todisco hanno preso subito il largo con azioni veloci e conclusioni ad alta percentuale di realizzazione, e tutti e 12 i giocatori scesi sul parquet amico di Via Pirandello sono andati a referto.
Da segnalare la prima partita ufficiale di Abdul Coulibaly (2004) in maglia biancoblù, autore di 14 punti e di una prestazione decisamente all'altezza delle aspettative.
Prossimi impegni agonistici: Sabato 07/11 si replica in casa contro Buguggiate alle ore 16,00 per la categoria U 14, mentre domenica 8/11 si giocherà a Gazzada, contro la formazione di Azzate alle ore 11,00 per la categoria U 13. 

04 novembre 2015

SETTORE GIOVANILE: PRIMO ALLENAMENTO CONGIUNTO TRA ROBUR ET FIDES E PALLACANESTRO VARESE

È cominciata la collaborazione a livello giovanile che vede protagoniste Robur et Fides assieme a Pallacanestro Varese, le due realtà cestistiche più importanti di Varese e provincia.
Lunedì sera al Campus, infatti, si è svolto il primo allenamento congiunto dei gruppi giovanili delle annate dal 1997 al 1999 che ha coinvolto sedici giocatori (otto per società) che hanno lavorato agli ordini di Coach Franco Passera che ha operato in tandem con i due responsabili dei rispettivi settori giovanili: Bruno Bianchi e Giovanni Todisco. 
L’obiettivo di questa collaborazione è quello di far crescere i ragazzi dal punto di vista umano e tecnico, ambizione che fiorirà in occasione del trofeo pasquale Giovani Leggende 2016 manifestazione per la quale verrà costruita una squadra unica che giocherà con il nome di Varese.
Il prossimo allenamento congiunto del gruppo è previsto martedì 1 dicembre al PalaWhirlpool.

Questo l’elenco dei giocatori scesi in campo:
PALLCANESTRO VARESE: De Vita, Lo Biondo, Rossi, Zanzi, Sandrinelli, Calzavara, Bergamaschi e Aldizio.
ROBUR ET FIDES VARESE: Zanasca, Ambrosini, Crespi, Trentini, Moretti, Corti, Mottini e Cadario.

(da varesesport.com)

02 novembre 2015

SERIE B: LA COELSANUS RIPRENDE LA CORSA BATTENDO DESIO, 79 A 72 IL FINALE AL CAMPUS

Coelsanus Robur et Fides Varese- Rimadesio Desio 79-72 (17-21, 45-35, 61-57)

Coelsanus: Bolzonella 19 (7/10, 1/4), Moalli (0/1), Castelletta 2 (1/4), Cattalani ne, Santambrogio 20 (5/6, 2/6), Matteucci 26 (3/5, 4/8), Maruca 2 (1/2, 0/1), Innocenti 8 (2/6, 1/1), Rovera (0/4), Lenotti 2 (1/2). All. Passera.

Desio: Quartieri 6 (1/2, 0/2), Gallazzi 12 (3/7, 2/5), Politi 23 (7/14), Negri 6 (0/2, 2/4), Esposito 10 (2/4, 1/3), Pellizzoni ne, Novati 2 (1/3, 0/6), Gatto 1 (0/1 da 3), Corno 12 (0/3, 4/7), Colombo (0/3). All. Villa.

La notte di Hallowen cade a fagiolo per descrivere la partita della Coelsanus contro l’Aurora Desio. Una vittoria gialloblu sarebbe più di un dolcetto dopo le due negative trasferte di Pavia e Crema, ma Desio, anch’essa reduce da due ko, arriva al Campus travestita da strega pronta per lo scherzetto. Si affrontano due dei meno produttivi attacchi del campionato e l’inizio di gara ne da conferma: nei primi 4′ di gioco Varese va a segno solo dalla lunetta con Matteucci, mentre gli ospiti appoggiano tutto il peso offensivo sulle larghe spalle di Politi, bravo a far valere la sua stazza anche in difesa. A parte il pivot classe ’80 i brianzoli non offrono altre alternative; nonostante ciò controllano sempre il match (11-5 al 7′) il che denota le grosse difficoltà difensive roburine ed un attacco che non trova la via del canestro, a parte due lampi di Innocenti e Bolzonella che, perlomeno, riducono lo svantaggio sul finire del primo quarto, 17-21. La sensazione è che alla Coelsanus basterebbe concentrarsi a dovere e pigiare sull’acceleratore per prendere in mano le redini della partita e a capirlo subito è Matteucci: 6 punti e un favoloso assist per Santambrogio confezionano un 10-0 in 3′ minuti che segnano il primo vantaggio gialloblu: 27-21. Sembra la svolta decisiva, ma Corno con tre dardi in rapida successione tarpa subito le ali dei padroni di casa (36-33 al 18′). La momentanea assenza per falli del totem Politi però si fa sentire sul finire del quarto, quando Santambrogio e Innocenti fissano il punteggio del primo tempo sul 45-35. Per gli amanti dello spettacolo, l’inizio del terzo quarto della Robur è degno della serata: un horror. Il merito è di Desio che allungando la difesa a tutto campo toglie il respiro ai padroni di casa, mentre Politi miete vittime in continuazione aggravando di falli i lunghi gialloblu che a turno provano ad arginarlo (50-46 al 25′). Santambrogio dà qualche attimo di respiro ai suoi con 5 punti filati che permettono alla Coelsanus di tenere il naso davanti al 30′, 61-57. Vantaggio che si assottiglia ulteriormente dopo tre minuti dell’ultimo quarto quando Gallazzi sopperisce al riposo preventivo di Politi portando Desio sotto di uno (63-62), ma la mano dall’arco dei frombolieri di coach Villa comincia pian piano a raffreddarsi, mentre i tre senior varesini fanno sfoggio della loro esperienza trovando canestri pesantissimi per il nuovo allungo sul 75-65 al 37′ con un siluro da 7 metri di Matteucci, ultimo acuto prima del quinto fallo personale. L’uscita del capitano è una mazzata terrificante per gli uomini di Passera che subiscono un 7-0 in un amen che ammutolisce il pubblico di casa. Il coach di Casciago ferma l’emorragia con un time-out che porta ad un canestro di Bolzonella e ad un recupero di Santambrogio che finalmente tolgono ogni speranza all’Aurora. Vittoria complicata, sudata, ma tutto sommato meritata per la Robur che smuove la classifica e le permette di guardare al derby con San Giorgio con più tranquillità. La squadra però non può dipendere solo dal talento e l’esperienza dei tre senior, specie contro avversarie ben più quotate di Desio; l’aiuto degli altri uomini in organico è fondamentale se si vuole gareggiare viso a viso contro chiunque e soprattutto per evitare patemi come quelli vissuti stasera fino all’ultimo respiro.
Matteucci, 26 pts e 11 rim.
PAGELLE:

Moalli: 5 - Parte in quintetto, ma si nota solo per errori. Soffre il pressing di Desio.

Bolzonella: 7 - 19 punti, 8 rimbalzi 3 5 assist. E, come 15 giorni fa, quei pesantissimi due punti del 77-72 che han deciso il match. Se c’è una responsabilità, dategliela. Vi soddisferà.

Innocenti: 6 - Qualche folata in contropiede, 8 rimbalzi recuperati e si sacrifica anche come lungo atipico per la mancanza di Sabbadini.

Castelletta: 5 - Soffre tremendamente i chili e i centimetri di Politi. 25′ di sofferenza.

Matteucci: 8 - 26 punti in 29′ più 11 rimbalzi e 8/8 ai liberi. Soffre anche lui Politi, ma vince il duello in attacco dove punisce la difesa desiana alle volte anche irridendola ballando sulla linea di fondo. Fondamentale.

Santambrogio: 7 - In questa stagione sta trovando la continuità e si rivela un’arma importante, un braccio da armare da parte di Bolzonella che trova in lui un fuciliere pronto a colpire sugli scarichi. E Gus non perdona.

Rovera: 5,5 - Presenza impalbabile. Politi chiude gli sbocchi per le sue accelerazioni. Mezzo voto in più per qualche minuto di sacrificio in ala forte.

Maruca: 5,5 - Qualche cosa buona alternata a qualche evitabile amnesia.

Lenotti: 5 - Soffre anche lui Politi. Si danna, cerca l’anticipo, ma non lo trova. Spende anche qualche fallo di troppo evitabile.

Passera: 6,5 - I suoi time out sono sempre importanti e riescono a rimettere in rotta la squadra. Legge bene e guida i suoi nell’alternanza di difese desiane. Ha solo tre uomini, ma ottiene una vittoria che può essere fondamentale per la crescita di questo gruppo.

(da varesesport.com - Matteo Gallo)

UNDER 14 PROVINCIALE: INIZIO COL BOTTO PER LA ROBUR 2003

A.D. BK School Sesto Calende - Robur et Fides Varese 40 - 123 (11-30; 18-69; 32-102)

Robur et Fides: Bacchiega 7, Virginio 28, Sorrentino 11, Resemini 12, Mariotto 2, Rossi 0, Raineri 8, Alesina 8, Dagri 8, Lacchin 0, Fiorelli 7, Caccia 32. Allenatore: Todisco - Donati

Arbitro: Barbiero di Gazzada

Ottimo inizio per il gruppo 2003 Robur che pur sotto età di un anno, impone il proprio tasso tecnico e fisico alla pur volenterosa formazione di Sesto Calende. L'8-0 iniziale sotto la spinta del duo Caccia-Virginio (60 punti totali per loro alla fine) indirizza l'incontro sui binari voluti da coach Todisco. La pressione difensiva costringe i padroni di casa a numerose palle perse, convertite in rapidi contropiedi dagli esterni biancoblù. Le rotazioni continue permettono a tutti i componenti di giocare minuti di qualità e rendersi utili alla causa roburina. La partita scorre via piacevolmente, con alcune pregevoli giocate in fase difensiva ed offensiva a sancire il predominio di Sorrentino e soci sul parquet.
Martedì 3 novembre si replica, ma nel campionato di categoria (U 13), contro la formazione del Bosto Varese. L'incontro è previsto per le ore 19,00 presso il Centro Sportivo Campus di Via Pirandello, 31, a Varese.

UNDER 14 PROVINCIALE: OTTIMO ESORDIO PER LA ROBUR BLU 2002

Basket Bosto Rossa - Robur et Fides Varese 22-99 (5-25/8-53/16-77)

Basket Bosto Rossa: Colli 7, Bianchi 0, Ossola 5, Quattrin 0, Savatteri 4, Volta 0, Fantinato 2, Testa 2, Fontana 0, Bertinato 0, Lexa 0, Rudenacher 2.

Robur et Fides Varese: Darico 6, Lo 8, Tassi 6, Rosso 6, Brunazzo 13, Sommaruga 12, Modesti 10, Riefolo 8, Dumitrescu 6, Abbiati 4, Guali 4, Volpe 16.

Tutto pronto per la nuova stagione 2015/2016 della squadra U14 che partecipa al campionato regionale.
Anno nuovo con alcune novità, la prima, probabilmente la più importante riguarda l’allenatore, infatti la squadra U 14 è stata affidata a coach Raimondo Diamante giovane allenatore con all’attivo una buona esperienza nel settore giovanile della Robur e da questa stagione vice di Passera in prima squadra.
Con l’aggiunta di 3 nuovi ragazzi provenienti da società vicine i giocatori a disposizione di coach Diamante sono 16, un numero giusto per organizzare un buon programma di lavoro che porti alla crescita individuale e di squadra.
Il detonatore dell’esplosiva stagione della Robur U14 viene innescato dalla prima partita del campionato contro una squadra, il Bosto, da subito non in grado di arginare la strabordante fame di agonismo dei ragazzi allenati dall’ottimo Diamante.
Dopo un breve avvio di studio tra le due squadre infatti i ragazzi Robur si sbloccano e  mettono a segno un parziale di 10 – 0 in pochi istanti che si traduce in un 17 -4 al sesto minuto. Passa il tempo e il divario continua costantemente ad aumentare fino al 53 – 8 dell’intervallo. Il secondo tempo visto il risultato ormai acquisito è stato utile a coach Diamante per provare delle soluzioni di gioco già utilizzate in allenamento e che si è dimostrato moderatamente soddisfatto dell’applicazione dei ragazzi a recepire gli ordini provenienti dalla panchina e dare spazio a tutti i ragazzi che hanno potuto dimostrare le proprie attitudini in partita.